Utente 145XXX
Salve,
ho 24 anni e una settimana fa ho terminato 6 mesi di chemioterapia ABVD per un linfoma di hogkin stadio IVA secondo Hasenclever 2. Lo stesso mi è stato diagnosticato mediante esame istologico di un linfonodo sovraclaveare sinistro di dimensioni 1,5 cm x 1,2 cm asportato a metà settembre 2010 dopo i vari esami di rito (emocromo, tac totalbody, radiografia, ecografie...) che non riuscivano a determinare con certezza l'origine della linfoadenopatia in atto.

Premesso questo, dal mese di novembre/dicembre 2010 circa, avverto un singolare ticchettìo che con cadenza regolare risuona nel lato sinistro per cui ho ricollegato lo stesso all'intervento di asportazione del linfonodo. Ho fatto presente questa cosa sia al mio medico curante che ai diversi medici che mi seguono nel reparto di ematologia dove ho effettuato le cure ma nessuno mi ha saputo dire cosa potesse essere ed anche che non avevano mai sentito dire una cosa del genere. Qualcuno ha pensato potesse essere una sorta di stress muscolare di quelli che a volte capita di avvertire alla palpebra oppure ai muscoli della coscia, quelle contrazioni involontarie e ritmiche di qualche muscolo ma vi assicuro che non si tratta di quello. Quello che avverto ripeto è solamente questo rumorino che potrei definire simile ad un ticchettìo con cadenza abbastanza regolare e ad intervalli anch'essi regolari, nessuna contrazione...più o meno suona così...tic tic tic..pausa di qualche frazione di secondo...tic tic tic...e il tutto si ripete! Non prendetemi per pazzo ma vi assicuro che lo sento, credo si tratti di un rumore come dire...interno...ho provato a far appoggiare l'orecchio ad un mio amico e a mia sorella ma non riescono a sentirlo eppure io lo percepisco benissimo. Non credo neanche possa essere una qualche fissazione mentale perchè l'avverto solo dal lato sinistro e se provo ad allontanare od avvicinare l'orecchio (dal punto di origine che ripeto secondo me è la sede di asportazione del linfonodo) ruotando la testa avverto anche una variazione di volume. Come ulteriori dettagli posso aggiungere che il fenomeno non è continuo, ad esempio in questo momento che sto scrivendo questa richiesta in assoluto silenzio e non faccio alcun rumore non lo avverto, può darsi che dopo guardando la tv e quindi in ambiente rumoroso inizi ad avvertirlo. Finora mi è capitato sempre stando in piedi oppure seduto mai stando disteso. Posso anche aggiungere che sempre nella regione claveare sx sento ancora qualche lieve fastidio nella zona dell'intervento se ad esempio tocco con le mani la cicatrice schiacciando leggermente avverto come un leggero formicolìo, pizzicore ed anche desensibilizzazione che si estende anche all'altezza del deltoide, potrei dire che la sensazione è la stessa che si avverte quando l'anestesia sta passando ed i tessuti iniziano a risvegliarsi. Quest'ultima cosa mi hanno detto sia abbastanza comune dopo un'intervento sul sistema linfatico. Spero di essere stato il più chiaro possibile, grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore
concordo con i colleghi che hanno avuto la possibilità di visitarla ed anch'io trovo quantomeno strano quello che descrive. Tranne il battito cardiaco non esistono marcatempo fisiologici in grado di determinare il ticchettio da lei descritto. Invece, come le è stato già detto, è comprensibile il fastidio della zona dell'intervento determinato dalla retrazione cicatriziale, mentre la desensibilizzazione potrebbe essere determinata dalla sezione di alcune fibre nervose.
Dispiacendomi per non esserle stato di maggior aiuto, la saluto cordialmente
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
E potrebbe essere qualcosa non legato alla ritmicità e quindi non legato a qualche marcatempo fisiologico?
Per quanto riguarda i fastidi sopracitati relativi alla retrazione cicatriziale ed alla sezione delle fibre nervose il fenomeno è reversibile in un medio lungo periodo? (sono oramai gia 7 mesi).
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signore
difficilmente riesco a immaginare qualcosa che "....più o meno suona così...tic tic tic..pausa di qualche frazione di secondo...tic tic tic...e il tutto si ripete!" conseguente ad un intervento chirurgico.
Col tempo invece il fastidio della cicatrice tenderà a scomparire.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
Egregio dottore,
posso provare a postare la domanda in qualche altra sezione sperando che qualche Suo collega riesca a trovare qualcosa di plausibile?
Se si mi dica lei a che genere di specialista potrei riolgermi. Grazie infinite, saluti.