Utente 199XXX
Buongiorno e grazie anticipatamente. Sono un pensionato di 67 anni. A seguito problemi di frequente e persistente catarro in gola e dopo cure con antibiotici sono stato sottoposto,su consiglio del medico specialista otorinolaringoiatra, a TAC massiccio facciale S.M.C. il cui risultato è stato il seguente: "Sospetta sinusite. Normale sviluppo delle cavità pneumiche paranasali.Regolare densitometria gassosa dei seni frontali,etmoidali e sfenoidale(piccola formazione pseudocistica settale sinistra).In corrispondenza del seno mascellare di sinistra si osserva modesto ispessimento della mucosa di rivestimento in sede basale e si associa voluminosa formazione pseudocistica di 39x30x24 mm. di diametro,occupante gran parte del seno mascellare che tuttavia conserva completa pervietà dei meati di drenaggio.Anche a destra si riconosce iperplasia della mucosa antrale,prevalente alla base ma pressochè circonferenziale e nella metà inferiore si osservano formazioni tondeggianti di natura pseudocistica o polipoide.In entrambi i seni mascellari non si riconoscono raccolte essudative.Pervi anche a destra gli iatus di drenaggio del meato medio.Il setto nasale osseo è inflesso modicamente verso sinistra con sperone condro-vomerale pressochè a contatto con la mucosa del turbinato nasale inferiore di sinistra.Le coane sono pervie.Le pareti ossee delimitanti le cavità nasali e paranasali sono normalmente mineralizzate e di spessore regolare." Desidero cortesemtente un giudizio su tale referto di TAC ed a quali problemi potrei andare incontro, se tutto ciò richieda delle cure farmacologiche o altro. Faccio presente che non ho disturbi di alcun genere nell'apparato respiratorio, respiro bene, salvo questa sensazione di persistente catarro in gola, per cui ho assunto degli antibiotioci, ho fatto degli aerosol e dei lavaggi nasali, che tutt'oggi eseguo quasi giornalmente con soluzione sterile. Non ho alcun dolore al viso; ho solo avuto in passato (circa tre anni fa e due anni fa) due interventi di apicectomia presso il mio medico dentista. Sono stato sottoposto, sempre dallo stesso specialista otorino anche a laringoscopia, il cui risultato è stato il seguente: "Deviazione settale DX con stenosi della fossa nasale. Non secrezioni patologiche; rinofaringe e osti tubarici nella norma. Collasso delle pareti laterali della faringe; mucose orofaringee indenni; base lingua e vallecule glossoepiglottiche nella norma;corde vocali normotrofiche normomobili; seni piriformi indenni.". Quali consigli potreste cortesemente darmi, tenendo presente che mi sottoporrò ugualmente a visita specialistica del suddetto specialista interpellato e che mi praticò la laringofibroscopia, oltre a consigliarmi gli antibiotici a cui mi sono sottoposto e gli aerosol ed i lavaggi nasali come anzidetto. Grazie per la Vostra cortese collaborazione e nuovamente grazie per quanto potrete suggerirmi a proposito.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per dare una risposta alla sua domanda, occorre necessariamente leggere le immagini della tac cui già si è sottoposto e visionare il naso con un fibroscopio.. A parte la deviazione del setto nasale, non credo che la patologia sinusale necessiti di intervento chirurgico. E' importante, pero', per una corretta valutazione, vedere la tac ed il naso. Per questo, condivido la sua decisione di farsi visitare da uno Specialista. Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Egregio Dottore,La ringrazio davvero tanto per la Sua cortese ed immediata risposta e, se non La disturbo tanto, desidererei sapere una spiegazione su una parte della Sua risposta.
Quando Lei dice che crede che la patologia sinusale non necessiti di intevento chirurgico si riferisce anche alle pseudocisti rilevate nei seni mascellari? Per tali formazioni pseudocistiche non è necessario l'intervento? faccio presente che non ho alcun disturbo a proposito nè dolori al viso di alcun genere. Grazie e scusi ancora
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Spesso e volentieri, le cisti che vengono diagnosticate con l'indagine radiologica non sono altro che delle raccolte di catarro. Per questo, proverei prima una terapia farmacologica.
[#4] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Infiniti ringraziamenti per quanto Lei ha riferito e per l'immediatezza della Sua cortese risposta.
[#5] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Grazie a lei: mi farà piacere avere sue notizie in merito. Cordialmente
[#6] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno e voglio innanzitutto scusarmi se La importuno ancora. Volevo riferirLe l’esito della visita di ieri dall’otorino, che mi ha seguito dall’inizio e che Lei gentilmente mi chiedeva di riferirLe.
Il mio specialista otorino mi consiglia di aspettare 6 mesi e vedere l’evolversi di tutto, perché lui sarebbe dell’avviso di fare un intervento per eliminare quella formazione pseudocistica che occupa gran parte del seno mascellare. La sua diagnosi è testualmente: “ Quadro endoscopico e TC di sinusite mascellare bilaterale. Deviazione alta del setto a SX con stenosi del COM. Eventuale FESS, SETTOTURBINOPLASTICA. “.
A questo punto chiedo a Lei un parere e se sia veramente indispensabile ricorrere all’intervento, dato che sino ad ora non ho disturbi notevoli, non ho alcun dolore al viso, né mal di testa, ma solo una sensazione di catarro in gola, con la quale ho imparato a convivere anche.
Se necessario l’intervento chiedo: FESS e SETTOTURBINOPLASTICA sono due inteventi distinti? Vengono fatti nello stesso momento? Ci sono rischi? La degenza? Ma per queste formazioni pseudocistiche ( presumo di muco, vero? ) è necessaria l’asportazione o ci sono anche delle cure mediche farmacologiche?
A quali inconvenienti andrei incontro se non facessi l’intervento?
Grazie ancora per la Sua encomiabile disponibilità e La saluto cordialmente.
[#7] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Comprenda che, a distanza, è difficile esprimere un parere sulle sue condizioni ed ancor piu' consigliare o meno un intervento. Fondamentale è anche la lettura delle immagini della tac , oltre la fibrosopia nasale. Che dirle, un miglioramente lo avrebbe con la correzione funzionale della deviazione del setto nasale. Circa l'intervento sui seni paranasali, non sono in grado di confermare la necessità dell'esecuzione. Certo, entrambi gli interventi possono essere eseguiti nell'ambito della stessa seduta operatoria, in anestesia generale, con una degenza di un giorno. Se si tratta di muco nei seni paranasali, si puo' intervenire con una terapia farmacologica. Mi dispiace non poterle essere di aiuto piu' di tanto. Buona serata
[#8] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la Sua cortese risposta. Lei è stato davvero molto gentile e La ringrazio di cuore. La saluto cordialmente