Utente 166XXX
Salve,

ricorro a questo consulto in quanto il problema percepito dura da oltre due settimane.
Inizialmente ho cominciato ha avvertire una sensazione di amaro in bocca solo dopo i pasti (per 2 o 3 settimane); poi ho cominciato a bere oltre 1 L di acqua al giorno (in genere bevo molto meno)e adesso percepisco anche una aumentata salivazione (come se avessi qualche goccia di acqua in bocca) sempre dopo i pasti e sporadicamente lontano dagli stessi.
Soprattutto la mattina ho la lingua biancastra ed un sapore un pò sgradevole.
Sono fastidi non eccessivi tra l'altro forse un pò enfatizzati dalla mia attenzione.
Cosa devo attenzionare?Volevo un parere e un consiglio in aggiunta a quello che dirà il medico curante

Grazie
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
come prima cosa mi sento di tranquillizzarla poichè i sintomi che descrive sono poco preoccupanti.
La sensazione di amaro in bocca potrebbe dipendere da svariate cause in genere legate alla fase digestiva. In alcuni casi ad esempio potrebbe essere utile la esecuzione di una ecografia addominale con uno studio della colecisti. In merito alla aumentata salivazione poichè il controllo delle ghiandole è affidato al sistema nervoso (orto e parasimpatico) probabilmente potrebbe trattarsi di un periodo di stress o di una eccessiva attenzione come da lei supposto.
Sicuramente il suo medico curante dopo una accurata visita saprà fornirle le migliori e più accurate risposte alle sue domande.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Grazie,

andrò dal mio medico curante al più presto.
Lunedì sottoporrò i quesiti anche al medico dell'Avis in occasione della visita annuale già prenotata.

E'importante la professionalità ma se è prestata con freddezza può non arrivare a dare gli effetti sperati.
L'aspetto cordiale è a primo impatto cosa molto gradita, da questo punto di vista Lei è stato molto apprezzato per cui mi sento di rinnovare con sincerità la mia gratitudine.

Saluti e buon lavoro
[#3] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
la ringrazio per le parole di apprezzamento che mi sento di condividere con tutti i colleghi del sito.
Personalmente penso che il consulto telematico sia importante, anche se non può e non deve sostituire la visita medica cui spetta sempre e comunque l'ultima valutazione.
Per tale motivo ritengo che l'approccio ad una persona che non conosco e che si rivolge al sito perchè in quel momento ha un problema, debba necessariamente essere professionale ma anche cordiale per cercare di condividere e se possibile risolvere una preoccupazione motivo di tensione, in attesa della visita medica.
Se vuole e lo ritiene opportuno continui a fornirci sue notizie.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Salve Dottore,

In seguito alle visite effettuate sia dal mio medico che dal medico dell'Avis, ho fatto (su suggerimento di uno dei due) due ecografie (addome completo e collo), quest'ultima come controllo periodico post intervento.
Il medico dell'ecografia mi ha detto che tutto è nella norma e che è presente abbondante meteorismo.
Il problema naturalmente permane, aspetto che il tempo cambi la situazione ed eventuali nuove indicazioni dal mio medico.

Buon lavoro e cordialità
[#5] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Salve,

rieccomi, a distanza di anni (circa 3) si è ripresentato il problema che con buona probabilità è di natura ansiogena a tal punto da interrompere il sonno notturno con risvegli frequenti (due/ tre)..... ma ahimè ...non è facile controllare razionalmente questo.
Mi rimane un pò il pensiero che possa magari trascurare un problema che meriti indagini specifiche ma chiaramente il problema è sempre rivolto a preoccuparsi delle patologie gravi. Sarà forse il solito errore di ricerca in rete che, qualunque sia il sintomo, ci riconduce sempre alla peggiore complicazione medica.
E' corretta una autovalutazione di superficialità quando i sintomi sono solo questi?

Mi scuso per la rinnovata domanda ma è una maniera di conforto

grazie
[#6] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
internet purtroppo è un contenitore estremamente pericoloso in cui si può trovare tutto ed il suo contrario. Vi sono riportati articolo pseudoscientifici pubblicati da persone talora addirittura incompetenti, per non considerare i secondi fini di alcuni addetti al commercio. Per quanto riguarda il suo fastidio, se non sbaglio bocca amara ed aumento della salivazione, se non è intervenuto nulla di nuovo rispetto al precedente consulto la sua valutazione andrebbe verificata con il suo curante. Sicuramente uno stato ansioso non agevola il sonno nè tantomeno la digestione ma se li riesce ad individuare una causa scatenante così precisa penso sia già a buon punto per la sua risoluzione
Infine, ma così solo per parlare un po' di più con lei, mi permetta di dissentire sulla sua asserzione in merito alla correttezza di una autovalutazione poichè non sempre può essere sufficiente e, a volte con un approfondimento anamnestico il medico riesce ad individuare altri segni o sintomi che al paziente sarebbero potuti sfuggire. Il rapporto medico paziente dovrebbe essere un rapporto fiduciario in cui si viene a creare una piena sintonia ma mi rendo conto che i tempi attuali rendono tutti molto più chiusi e diffidenti.
Cordiali saluti
.