Utente 421XXX
Buongiorno,
avrei bisogno di un parere su questa nostra situazione:
dopo più di un anno mezzo di tentativi per cercare una gravidanza, il mio compagno ha fatto alcuni esami e questi i risultati:
SPERMIOGRAMMA: nemaspermi assenti
q.tà e resto dei valori della Spermiocoltura nella norma.
In seguito gli è stato consigliato un esame ormonale. Risultato:
LH 4.93 ( 0.60 - 6.30)
TESTOSTERONE 331.00 ( 260.00 - 1600.00)
FSH 28.70 ( 0.90 - 11.00 )
L'andrologo aveva ipotizzato di procedere con una biopsia testicolare dopo l'esame ormonale ( ancora non l'abbiamo contattato per riferire il risultato) , ma la mia domanda è: quante possibilità ci sono di trovare spermatoozoi? Se non ce ne fossero, esistono cure per rimediare?

Grazie per il consulto
e buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,non ha senso fare una biopsia testicolare se non in funzione di una prospettiva di fecondazione assistita.Prima di tutto,comunque,consiglierei uno studio genetico in quanto i valori elevati di FSH prospettano,purtroppo,una prognosi non favorevole.Le consiglio di consultare un andrologo esperto nel campo della riproduzione.Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2007
In cosa consiste lo studio genetico?
Lei ci può consigliare in Emilia ( o meglio nella zona di Modena) un centro specializzato?

Grazie della disponibilità
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
CARA SIGNORA,LO STUDIO GENETICO DA EFFETTUARE COMPRENDE :
- Cariotipo
- Ricerca di delezioni del cromosoma Y (AZF)
- Ricerca di alterazioni del gene della Fibrosi Cistica (CFTR)
Il tutto si fa con u prelievo di sangue.
Si rivolga,pertanto,alla Sua ASL che Le indichera' dove fare gli esami che,credo anche a Modena,sono coperti dal SSN.
Ci faccia sapere
Cordialita'
[#4] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2007
Provvederemo ad informarci dalla nostra ASL.

Nel frattempo grazie ancora per qyeste indicazioni.

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,
confermo le corrette osservazioni del collega Izzo. Fatte le valutaziioni citogenetiche ,se confermata l'indicazione, la biopsia dovrà essere fatta in una struttura capace di eventualmente crioconservare gli spermatozoi di suo marito. Comunque ,se desidera poi avere più informazioni su questo tipo di tematiche può anche leggere il facile manuale , scritto dalla ginecologa Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollatti Boringhieri Editore, Torino.
Un altro consiglio che posso darle infine per confrontarsi e conoscere altre persone con il suo stesso problema è quello di consultare il nuovo forum sull’infertilità al sito: www.madreprovetta.org.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#6] dopo  
Utente 421XXX

Iscritto dal 2007
Un'ultima domanda:l'esame da voi indicato, può essere prescritto dal dottore di famiglia per essere fatto?
o solo dall'andrologo?

Grazie ancora
e buona giornata
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
generalmente lo prescrive il medico curante su indicazione dello specialista.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#8] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
lo prescrive il curante su indicazione dell'andrologo
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
.....o dell'urologo con competenze andrologiche.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org