Utente 199XXX
buongiorno,ho 65 anni, in sede di controllo ecografico per esiti di litotripsia in calcolosi renale, mi è stato diagnosticato, che fino a novembre non c'era,un angiolipoma di 14 mm. nel parenchima renale sinx.ho visto che si possono tenere fino a 4 cm.ma poi andrebbero rimossi xkè possono causare emorragie.la mia domanda è:rimuoverlo significa togliere tessuto renale?quanto?si rischia che debba essere tolto il rene?l'intervento è pericoloso a causa delle arterie nell'angiolipoma? si va incontro ad insufficienza renale?per togliere meno tessuto renale possibile, non sarebbe meglio toglierlo quando è di 2 o 3 cm di diametro?naturalmente sono preoccupata.Vi ringrazio tantissimo e aspetto fiduciosa, cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Ritengo che le sue preoccupazioni siano fuori luogo: l'angiomiolipoma ha nella maggior parte dei casi un accrescimento estremamente lento, tanto che risulta improbabile che lei dovrà mai sottoporsi a enucleazione.
Essendo un primo riscontro, può comunque essere utile un controllo ecografico a 6 mesi.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo dottor Mangione, La ringrazio tantissimo della Sua rassicurante risposta...farò sicuramente i controlli eco semestrali da Lei consigliati.Tanti auguri e cordialità, fiore battaglioli.