Utente 124XXX
Gentili dottori,
ho avuto un forte mal di testa per molte ore. Non essendo propensa ad assumere farmaci senza giusto motivo, ho tentato di pazientare sperando che passasse. Ma la notte dopo 12 ore di sofferenza ho desistito e ho preso un antidolorifico. Diciamo che mi è passato ma non del tutto.
Ho pensato, avendo problemi di esofagite che potesse essere lo stomaco (assumo protettore gastrico), poi ho pensato potesse essere la schiena/cervicale.
Per caso però, dopo 4 giorni, questa mattina ho misurato la pressione e con mia meraviglia ho visto che segnava 118/95.
Preoccupata ho aspettato dopo pranzo e ho misurato altre volte. Risultato sempre alto 135/86 e 140/90.
Tutto ciò mi ha preoccupato abbastanza visto che in genere sono normo tesa o al limite la ho più bassa.
L'unico esame utile che conosco al riguardo era un ECG fatto a ottobre che non segnalava nulla.
Come mi devo comportare?
Quali accertamenti dovrei fare per capire la causa di questa pressione alta?
Non sono ne avanti con l'età nè ho un'alimentazione sconsiderata.
Ma come dicono dalle mie parti "di pressione bassa non ho mai visto morire nessuno ma di quella alta si!"
Grazie
[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Sul suo profilo non sono indicati nè l'altezza ne il peso corporeo. In linea generale le consiglierei di continuare le misurazioni per qualche giorno in orari diversi. Nel frattempo è necessario che scenda di peso ed aumenti l'attività fisica (anche semplici passeggiate a passo svelto 3, 4 volte la settimana per almeno 30, 40 minuti).
Esegua la valutazione del profilo lipidico (colesterolo totale e HDL, trigliceridi), della glicemia a digiuno e della emoglobina glicosilata. Successivamente una visita cardiologica sarà opportuna per valutare il suo profilo di rischio cardiovascolare e l'eventuale terapia farmacologica. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio per la risposta.

Sono alta 1,64 e peso 58 chili. E' accettabile?

Non mi considero un'atleta ma cerco di andare sempre a piedi. Vorrà dire che aumenterò le uscite.

Eseguirò le analisi da lei consigliate appena possibile.

Spero solo non sia la spia di qualche problema importante ma che non so di avere. Credo che il fisico non abbia altri mezzi che il dolore per avvertirci che qualcosa non va.