Utente 197XXX
salve ! da un pò di tempo la mia patner si lamenta che io sono affetto da iaculazione precoce . come posso aumentare la mia resistenza ? posso assumere farmaci che mi aiutino ? e se si può essere prescritto anche dal mio medico di base o devo fare una visita presso uno specialista dell'usl di appartenenza ?Ringrazio per la cortese attenzione e disponibilità al servizio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,considerata la secondarieta' della fenomenologia riferita,consulterei uno specialista per giungere ad una diagnosi andrologica rigorosa.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Signore,
mi associo al DR.Izzo nella risposta.
La difficoltà diagnostica dell'e.p., sta proprio nella soggettività della tepistica eiaculatoria e nell'analisi del vissuto della partner.
Prima di pensare ad una strategia terapeutica, diviene obbligatoria un adiagnosi andrologica, di un'eventuale e.p., consideri che la sessualità femminile e quella maschile, hanno una differenza temporale, insita nella loro anatomia.
Legga, se desidera, questi miei articoli, troverà qualche spunto di riflessione.
Saluti

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/581/Eiaculazione-precoce-solitudine-e-sofferenza-di-chi-ne-soffre

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/243/Eiaculazione-precoce-quell-incontrollabile-fretta-del-piacere

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/158/Eiaculazione-precoce-la-solitudine-della-donna
[#3] dopo  
Dr. Andrea Biserni
24% attività
4% attualità
12% socialità
PIEVE SANTO STEFANO (AR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile lettore,
mi associo ai pareri del Dr. Izzo e della Dr.ssa Randone,
occorre innanzitutto che lei svolga una visita specialistica onde giungere ad una corretta diagnosi, poiché solo sulla base di essa potrà essere impostata la strategia terapeutica più corretta nel suo specifico caso, che potrà essere esclusivamente medica, o esclusivamente psicologica-psicoterapeutica, oppure combinata.
Le faccio i miei migliori auguri.