Utente 200XXX
Gent.mo Dottore, a dicembre 2009 il mio ex ragazzo (ci eravamo lasciati a novembre 2008) mi ha informato di aver contratto la sifilide. Premetto di aver notato la comparsa sulla pancia di macchie rosa non pruriginose a gennaio 2009 (a cui io, ancora ignara della malattia, non ho attribuito alcuna importanza), le quali sono rimaste alcuni mesi per poi scomparire spontaneamente. Ho quindi tempestivamente effettuato il test della sifilide con risultato al 9/12/2009:
TPHA metodo Emoagglutinazione 1/5120
VDRL metodo Agglutin. Carbone POSITIVA (+++)
HCV (Anticorpi epatite c) ASSENTE
ANTICORPI ANTI-HIV ASSENTE

Ho immediatamente effettuato la cura con 2 iniezioni per volta di benzilpennicillina da 1.200.000, per un totale di 3 ripetizioni a distanza di una settimana l'una dall'altra. (in totale 6 iniezioni, 2 alla volta) Le ultime 2 iniezioni sono state effettuate il 24 /12/2009.
Anche il mio attuale ragazzo ha effettuato le analisi a dicembre 2009 e a gennaio 2011, le quali sono risultate sempre negative.

Ho quindi ripetuto le analisi, le quali al 10/02/2010 riportavano gli stessi identici valori delle prime.
Insospettita circa l'efficacia della cura mi sono rivolta a un infettivologo il quale mi ha consigliato di aspettare e di ripetere le analisi dopo qualche mese in quanto i valori possono richiedere tempo per scendere.
Il 23/07/2010 ho nuovamente ripetuto le analisi nel solito laboratorio e i risultati erano nuovamente rimasti invariati. Ho quindi rivisto lo stesso medico specialista che mi ha suggerito di ripetere le analisi presso il Serv. Sanitario Nazionale. I risultati sono stati:
S-Anticorpi anti Treponema Ig Totali (test di screening) CLIA Positivo
S-VDRL (RPR) (flocculazione) 32
S-Anticorpi anti Treponema (TPHA) (IHA) 20480 titolo <80
S-Anticorpi anti Treponema IgM 0,6 Negativo<0,8
Dubbio 0.8-1.2
Positivo>1,2

L'infettivologo non mi ha fatto ripetere la terapia ma mi ha solo nuovamente consigliato di ripetere le analisi dopo 6 mesi.
Il 23/03/2011 (lo scorso mercoledì) le ho rieffettuate semre presso il SSN ed il risultato è stato:
S-Anticorpi anti Treponema Ig Totali (test di screening) CLIA Positivo
S-VDRL (RPR) (flocculazione) 32
S-Anticorpi anti Treponema (TPHA) (IHA) 10240 titolo <80
(Non so per quale motivo questa volta il test Igm non compare)

Essendo molto preoccupata dal momento che dopo più di un anno dalla fine della cura il valore del vdrl non intende negativizzarsi nè tantomeno scendere, vorrei sapere se é necessario ripetere la cura o se dovrei invece aspettare. I fatto che il tpha sia sceso e soprattutto che il valore Igm sia risutato negativo è spia del fatto che sono guarita?
Ringraziandola anticipatamente,
porgo Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

la VDRL non è un test attendibile per la Sifilide:

test attendibili sono il TPHA (titolazione) gli anticorpi IGG e IGM (fondamentali questi ultimi per le infezioni recenti) e il FTA ABS

Si basi su questi criteri per stabilire la sua situazione e si faccia giudare dallo specialista Venereologo (MST).

cari saluti

[#2] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dottore della tempestiva risposta. Vorrei sapere però se considerata la mia situazione e i relativi risultati delle analisi posso considerarmi guarita?

La ringrazio,
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Lei ha una titolazione ancora molto alta che mi pone dubbi e come comprenderà dalla sede telematica non si possono mai trarre dati certi e sostitutivi : si determini con lo specialista delle malattie sessualmente trasmissibili, il dermatologo venereologo.

Saluti