Utente 185XXX
Buonasera ho 23 anni 1metro e 75 per 64 kg di peso, ipoteso. Fumatore (4-5 sigarette/giorno). Ho sempre fatto sport più o meno 3 volte a settimana.

La mia situazione fisica in teoria non giustificherebbe un dubbio del genere però ultimamente ho il dubbio di un possibile aneurisma aortico toracico.
Non sono nella possibilità di chiedere un consulto medico in quanto bloccato a casa da una frattura di entrambi i piedi (il che da un mese sta riducendo il mio numero di sigarette).

Essendo un soggetto ansioso ho eseguito diversi controlli cardiaci di cui i più recenti sono due ECG pre operatori. A livello dell'aorta invece ho eseguito un ecocardiogramma che però risale al 2009 il quale non ha rivelato problemi.
Recentemente però si sono presentati fenomeni di disfagia/odinofagia dapprima a livello dello sterno, più o meno sembrava localizzato sulla parete anteriore. Tale disturbo è svanito presentandosi invece più in su poco sotto l'epiglottige, un fastidio/ che sembra però localizzato sulla parete posteriore dell'esofago.
La palpazione sotto il pettorale sinistro inoltre, mi fa sentire molto chiaramente l'aorta se inclinato in avanti. Non ho dolori però, non so se a causa dell'agitazione le pulsazioni sono aumentate parecchio presentandosi talvolta palpitazioni e qualche extrasistole (rare) insieme a qualche episodio di falsa dispnea, in pratica sento una veloce pressione a livello del petto ma il respiro è buono.
Sono tutti sintomi insorti da meno di una settimana
Grazie per l'attenzione.
[#1] dopo  
Prof. Nicola Palumbo
20% attività
0% attualità
0% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Gentile Utente,
la pulsazione che Lei avverte sotto il muscolo pettorale sinistro, non è altro che il normale "itto" cardiaco, apprezzabile in quasi tutti gli individui non sovrappeso. Come pure i fenomeni di disfagia e odinofagia, mi fanno pensare a fattori "funzionali" di carattere emotivo (Lei stesso si definisce soggetto ansioso).
Ovviamente, queste sono solo supposizioni, insite in un consulto a distanza. Ne parli col Suo medico di fiducia, il quale sicuramente saprà consigliarLa opportunamente