Utente 479XXX
Gentili Dottori,

ho 27 anni compiuti da poco e vi scrivo perchè, da ormai una quindicina di giorni, avverto la sensazione di avere battiti più forti (inteso come intensità) del normale. La cosa viene avvertita a momenti durante la giornata, soprattutto a letto e quando sto seduto in certe posizioni (ma anche in quel caso non sempre). Tali sintomi hanno cominciato a manifestarsi dopo una influenza caratterizzata da raffreddore, mal di gola e una tosse che mi è durata una ventina di giorni (non so però se sia possibile una correlazione).
Qualche giorno fa ho sentito questa sensazione dei battiti intensi affievolirsi, ma attualmente la sento ancora.
Non ho altri sintomi come stanchezza, affaticamento o altro. Non fumo, non mi drogo, non bevo.

Sono andato dal medico ma all'ascolto del cuore non sono stati rilevati problemi, battiti e pressione sono nella norma. Ho fatto quindi un ECG, ma non è stato rilevato niente a parte una blocco incompleto branca dx che però potrebbe essere una cosa che era già presente (purtroppo non è stato possibile confrontare con vecchi ECG) e che comunque non dovrebbe essere collegato alla mia sensazione.

Non ho ancora fatto gli esami del sangue ma quelli risalenti a qualche mese fa fatti per un controllo avevano tutti valori nella norma.

Sono un po' sorpreso perchè praticando molto sport (pallacanestro e palestra) mi sembra strano che, avendo dei problemi di qualche natura, non abbia mai percepito nulla fino a qualche giorno fa. Sottolineo che comunque durante la pratica sportiva non ho problemi e anzi solitamente sono molto in forma (e in realtà a parte il suddetto problema mi sento bene anche ora).

Ho sentito che potrebbe essere dovuto a stress o ansia, ma francamente non mi sembra di rientrare in tale casistica: conduco una vita abbastanza tranquilla, sono sereno di natura e non mi sento oppresso ne dal lavoro ne da altre problematiche. A meno che la cosa non sia possibile a livello inconscio...ma mi parrebbe improbabile.

Attualmente ho previsto di fare un ecocardiogramma. Leggendo un po' in giro oltre a questo esame sarebbe forse sensato controllare la tiroide e fare un ECG 24h, però considerate che mentre ho fatto l'ECG sentivo la sensazione dei battiti intensi, quindi non so se darebbe informazioni in più.

Quello che però mi piacerebbe sapere dalla vostra esperienza, più che una diagnosi che forse è difficile con gli elementi forniti, è che cosa dovrei aspettarmi (nel bene e nel male, non è che mi spavento) come possibili cause di tale malessere (ad esempio, potrebbe non essere il cuore il problema?).

Grazie infinite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Aniello Ascione
24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
Le consiglierei di sottoporsi all'ecocardiogramma che è già programmato e sottoporsi a dosaggio degli ormoni tiroidei comprendente anche gli anticorpi antitireoglobulina.
Mi ricontatti.
Saluti,dr.A.Ascione