Utente 200XXX
Gentili dottori volevo chiedervi un chiarimento in materia di erezione. Sono un ragazzo omosessuale di 25 anni e ho un problema nello scoprire il pene da eretto. Mi ha già visitato un urologo e un chirurgo e sembra che ciò sia dovuto ad un prepuzio abbondante e frenulo un po' corto e sembra tutto risolvibile molto semplicemente o con una circoncisione parziale o tramite rimozione di aderenze interne che farò tra qualche mese(mi è stato spiegato in questi termini).Il mio dubbio è: tutto questo può avere delle implicazioni nelle erezioni (visto che il glande resta sempre coperto)???
Non ho deficit di erezione durante la masturbazione( ma comunque mi risulta difficoltoso mantenerla), le erezioni notturne non ci sono sempre. Non riesco però ad avere erezioni durante i rapporti sessuali perché non riesco ad eccitarmi. La componente psicologica gioca indubbiamente a mio sfavore (non accettazione della mia situazione, partners sbagliati verso cui non provavo attrazione fisica e conseguente calo del desiderio). Operandomi la situazione migliorerebbe da questo punto di vista o sarebbe influente perché non c'entra nulla con il deficit d'erezione ?
Vi ringrazio in anticipo cordiali saluti Marco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se si hanno delle difficolta' nella evaginazione del prepuzio sul glande (scappellamento),la correzione chirurgica si impone e dovrebe portare un giovamento al quadro clinico.Va da se' che il "problema" sia piu' ampio e riguardi anche aspetti comportamentali che vanno,comunque,affrontati in ambito psicosessuologico.Cordialta'.