Utente 200XXX
Salve, Sono Monica.
Da circa tre giorni avverto improvvisamente degli "attacchi" di tachicardia, o forse non si chiamaerà così ma non trovo un termine adatto per definirlo.
La sensazione è quella di avvertire i battiti fuori dal petto, altre volte in gola.
Due anni fa mi capitò un episodio simile ma non si ripeteva frequentemente.
Allora attraverso un'accurata analisi dopo un pò di mesi scoprii di soffrire di avere un malfunzionamento della tiroide. Il medico endocrinologo mi spiegò che la sensazione dipendeva sicuramente da quello, fatto sta che io ero anche in cura da un neurologo perchè soffrivo di attacchi di panico che in un modo o nell'altro mi creavano dei sintomi simili se non uguali.
Diciamo che era un insieme di cose, ma nonostante ciò, forse presa dall'ansia decisi di effettuare una visita dal cardiologo per un elettrocardiogramma...
Ero molto agitata e impaurita, ma a parte dirmi che ero un pò agitata mi disse che tutto era nella norma, che secondo lui non era questo il problema.
Un altro medico cardiologo (conoscente) una volta dopo essermi sentita male in sua presenza mi visitò e mi disse se soffrivo di disturbi alla tiroide, ed in effetti era così, e anche lui senza però rieffettuare un controllo specifico, ma visitandomi pressione battiti e altri controlli di routine mi disse non è un problema del cuore.
A distanza di due anni però ho ricominciato ad avvertire queste senzazioni, improvvisamente, soprattutto quando sono nervosa o faccio sforzi.
Dopo aver bevuto un pò d'acqua mi rilasso...
Fatto sta che non sono tranquilla..
Vorrei effettuare un telecuore, ammetto di essere un tipo stra-ansioso, però ho paura.
Vorrei un consiglio, un parere, perchè tutti i medici lo escludono ma io ho troppa ansia..veramente tanta.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Monica,
visto che ai precedenti controlli il Suo cuore è risultato anatoicamente e funzionalmente sano, a mio parere i Suoi sintomi riconoscono unicamente una origine ansiosa, accentuata dall'imperfetta funzione tiroidea.
Le consiglio, qualora non l'abbia già fatto, di consultare nuovamente lo specialista neuropsichiatra per la corretta gestione dei Suoi disturbi che tanto La angosciano.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta,
volevo informarla che ho comunque effettuato un nuovo controllo a distanza di due anni questa mattina (ovvero un Ecg) e tutto risulta nella norma.
Risultano toni cardiaci netti e pause libere senza rumori aggiunti.
Ma è possibile che sia necessario effettuarlo sotto sforzo ?
o sono io a farmi troppi problemi?
Mi ha controllato l'addome, ha detto che era piano trattabile che non ci sono problemi.
Io comunque nonostante dovrei stare calma continuo ad essere ansiosa.
Probabilmente lunedì chiamerò il mio neurologo perchè molti anni fa soffrivo di disturbi di attacchi di panico ma mai in questo modo, così frequenti, per questo ho pensato ad un problema cardiaco.
Nonostante ciò lei crede sia possibile che nonostante quasi tre mesi fa, i valori della tiroide fossero nella norma(sotto cura di EUTIROX) sia possibile che in poco tempo siano alterati nuovamente? come se i mg della pillola per la tiroide non siano più abbastanza o viceversa sono troppi?
grazie in anticipo.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Di sicuro non c'è indicazione per un test da sforzo. Le consiglio di sottoporre le Sue indagini ormonali ad un endocrinologo per una eventuale rivalutazione della terapia.
Cordiali saluti