Utente 200XXX
Salve, innanzi tutto vi ringrazio in anticipo per la possibilità di chiedere un consulto e per la cortesia nel servizio che viene offerto.

Vi descriverò la mia situazione cercando di non dilugarmi troppo ma fornendovi i dettagli che credo possano esservi d'aiuto per capire la causa del mio problema e potermi magari aiutare a risolverlo nel modo più appropiato:

Ho 20 anni e fino ad ora non ho mai avuto rapporti sessuali con una partner, ma ho scoperto il problema dell'eiaculazione precoce a causa della masturbazione. Infatti ho iniziato a praticare l'auto erotismo all'età di circa 15-16 anni, spinto dalla curiosità di capire cosa si provava parlandone con i miei compagni di scuola.. Le prime volte, non mi masturbavo fino al raggiungimento dell'orgasmo, ma solo per alcuni minuti poi interrompendomi. E fino a li sembravo non avere problemi di eiaculazione precoce. Poi un giorno ho deciso di andare fino in fondo e mi sono masturbato per circa 6-7 minuti e ad un certo punto, vedendo di non aver ancora raggiunto l'orgasmo ho accellerato i ritmi di masturbazione raggiungendo in fine il tanto spasimato orgasmo. Dopo questa prima volta mi è parso di raggiungere l'orgasmo in molto meno tempo. Solo che da piccolo pensavo fosse un tempo normale...

Ora mi chiedo, se è stata la foga delle prime volta, ad avermi indotto nella eiaculazione precoce nelle volte successive..
Infatti crescendo ho notato che dopo quel giorno, nell'auto erotismo raggiungo l'orgasmo in soli 1-2 minuti e in situazioni di particolare eccitamento (ad esempio guardando dei filmati a luci rosse) purtroppo il tempo si riduce a soli 15-30 secondi di masturbazione.. Ho anche notato che guardando dei filmati a luci rosse per la mia mente stimolanti, è possibile che un pò di liquido seminale esca fuori da solo per l'eccitamento.

Insomma, ora che sono cresciuto e mi sono informato mi rendo conto che la cosa non è normale e che proprio ora che voglio vivere la sessualità in maniera meno egoistica ma come un dono al partner, rischio la sua insoddisfazione..

Non so dirvi se la causa di questa eiaculazione precoce, sia mentale o fisiologica. Perchè sembra dipendere all'ecitamento ma ad esempio, ho notato un giorno che sfregando un oggetto freddo sul frenulo del mio pene, si è stimolata una parte che mi ha portato molto velocemente all'eiaculazione per la sola stimolazione!.. quindi potrebbe anche esserci una componente fisiologica.

Datovi molti dettagli (non esitate in caso a chiederne altri), il mio desiderio, sarebbe quello di avere un vostro parere specialistico sulla situazione. Naturalmente in futuro intendo fare delle visite, ma mi piacerebbe già iniziare a capirci qualcosina e avere dritte (se mi sarà da voi gentilmente concesso).

Mi scuso per essermi dilungato cosi tanto e per alcuni dettagli un pò personali, il mio scopo non era quello di essere volgare, ma di fornirvi dettagli utili per un'appropiata diagnosi. In attesa di una cortese risposta, vi ringrazio sentitamente!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,quanto racconta non ha alcuna diretta attinenza con una eventuale eiaculazione precoce in corso di coito vaginale.Non ha senso paragonare le modalita' della masturbazione con quelle di una vita sessuale eterosessuale.Ha un senso aderire alla campagna di prevenzione andrologica
che si terra' nel prossimo maggio,con visite gratuite (www.andrologiaitaliana.it).Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottor Pierluigi Izzo, innanzi tutto la ringrazio per la sua tempestiva risposta.

Quindi in un rapporto sessuale eterosessuale ci potrebbero essere reazioni differenti dalla masturbazione? è proprio questo che mi auguro, Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo al DR.Izzo nella risposta.
L'eiaculazione precoce è una disfunzione della fase dell'orgasmo e, va diagnosticata dall'andrologo, a segiuto di visita specialistica.
Il rapporto coitale e vaginale, viene regolamentato da meccanismi fisici e psichici, differenti dall'autoerotismo, sia per modalità, che soprattutto per vissuto.
Legga, se desidera, questi miei articoli, troverà spunti di riflessione.
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/581/Eiaculazione-precoce-solitudine-e-sofferenza-di-chi-ne-soffre

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/243/Eiaculazione-precoce-quell-incontrollabile-fretta-del-piacere

Cari saluti
[#4] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottoressa Valeria Randone,
la ringrazio per i suoi articoli, molto utili nell'approfondimento del problema.

Vorrei se possibile chiederLe un consiglio: Non ho mai avuto rapporti sessuali con una ragazza e allo stesso tempo vorrei aspettare la persona giusta per averli quindi non voglio correre in questo. Posso comunque farmi visitare da un andrologo? Io vorrei verificare e in caso collaborare al meglio per poter risolvere questo problema, ma non avendo avuto rapporti sessuali non so se l'andrologo avrà tutti i mezzi per verificare se effettivamente necessito una cura erapia o meno.
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Ascolti cosa le ha suggerito il DR.Izzo, prenoti durante la campagna di prevenzione andrologica della sia e della siu, salute sessuale e salute procreativa, oltre che psichica, vanno di pari passo.
Saluti