Utente 156XXX
buongiorno
sono stato operato per otosclerosi circa un mese e mezzo fa mediante stapedectomia con protesi in teflon . ad oggi risulta al controllo un peggioramento della funzione uditiva ed un aumento degli acufeni. Il dottore mi ha detto che all' otomicroscopia risulta che l'orecchio è ancora edematoso e mi ha prescritto delle gocce a base di antibioticocortisone e mi ha rimandato ad un controllo da fare dopo l'estate.
Secondo la vostra esperienza è una condizione che può rientrare nel normale decorso post operatorio oppure devo cominciare a pensare che l'intervento non sia stato efficace? posso ancora sperare di avere un buon recupero ?e quanto tempo deve passare perchè si veda il risultato reale dell'operazione?
aggiungo che il mio deficit eraè solo trasmissivo

grazie per le eventuali risposte



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fernando Mancini
20% attività
8% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
Gentile signore,
il decorso di un intervento di stapedectomia può essere variabile ma a distanza di un mese e mezzo,. la guarigione dell'intervento dovrebbe essere completa. Il fatto che il suo specialista le abbia detto che l'orecchio è ancora edematoso insieme ad i sintomi che lei lamenta, fa pensare che ci possa essere stata una complicazione, rara ma possibile della stapedectomia: il granuloma. Si tratta di una reazione infiammatoria intorno alla protesi che può produrre danni labirintici. Questo problema, anche se imprevedibile e non prevenibile deve essere indagato innanzitutto con un esame audiometrico. Se risultassero danni cocleari (lei non fa cenno a vertigini e questo è un buon segno) deve essere valutata dal suo chirurgo l'opportunità di una cura intensiva con antibiotici e cortisone ed eventualmente una revisione chirurgica. Se invece l'esame audiometrico escludesse sofferenza dell'orecchio interno, non disperi. I risultati uditivi sono spesso lunghi a stabilizzarsi ed è quindi corretto attendere ancora qualche tempo
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Andrea Muzza
24% attività
0% attualità
12% socialità
SAVONA (SV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
concordo con l'esperto Dott Mancini, programmerei tra qualche settimana una audiometria tonale per avere il riscontro del successo dell'intervento, l'acufene come le avranno spiegato è imprevedibile e non fa parte degli obbiettivi dell'intervento di stapedotomia, l'eventuale revisione comunque merita sempre una saggia attesa!!
sordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
innanzitutto ringrazio per la risposta, mi sono spiegato male,il peggioramento della funzione uditiva è oggettivo ed è stato evidenziato all'audiometria , tuttavia (per fortuna) per quanto riguarda la via ossea era ed è rimasta inalterata e (se ho ben capito) questo dovrebbe escludere danni cocleari sbaglio?
mentre la via aerea è leggermente peggiorata rispetto al pre intervento
vertigini anche abbastanza severe le ho accusate nei 3 4 giorni dopo l'intervento, poi non ho piu avuto problemi..
[#4] dopo  
Dr. Fernando Mancini
20% attività
8% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
Mi scuso per il ritardo nella risposta alla sua precisazione.
Credo che sia giusto aspettare ancora almeno 1 mese e mezzo o due perchè potrebbe andora migliorare e recuperare l'udito. E' importante che non ci siano danni cocleari. Nella peggiore delle ipotesi dovrà sottoporsi ad una revisione per risitemare la protesi che potrebbe essersi spostata o fouriuscita dalla sua sede