Utente 201XXX
Buongiorno, le chiedo cortesemente aiuto: ho assunto antibiotici amoxicillina per infezione alla gola e mi sono trovata con la candida in bocca fino all'esofago (confermato da tampone orofaringeo +++). Inizialmente avevo due striature bianche al centro della lingua poi sono sparite e mi è rimasto un rosso vivo in tutta la bocca e nel palato. sto assumendo da 12 giorni 50mg + 50mg al giorno di diflucan sospensione orale ma, a parte il netto miglioramento a livello esofageo, la lingua continua ad essere rosso vivo ed a pizzicare, per non parlare delle gengive. Se mi permetto di mangiare una pasta con un po' di grana, mi rimane il "fuoco" in bocca per tutto il giorno, mentre se assumo cibi non salati va meglio. La mia domanda è questa: cosa devo fare se tra due giorni, terminata la cura, la situazione sarà ancora quella attuale? Rischio la candidosi sistemica? dovrei rifare subito il tampone in bocca o sottopormi ad altre analisi? Le chiedo inoltre se posso usare colluttorio curafept clorexvina 0,12% per le gengive o il gel, oppure può interferire con il diflucan o può peggiorare la candida? Attendo con ansia una sua cortese risposta. Grazie infinite!!! Michela
[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
in questi casi è utile eseguire un antimicogramma per individuare il farmaco antimicotico più efficace: se l'infezione persiste è probabile che il micete sia resistente al farmaco che sta assumendo.
La clorexidina interferisce con la nistatina nel trattamento della Candidosi orale, in questi casi può essere d'aiuto il collutorio ma sarebbe opportuno prima definire una nuova terapia se il suo medico lo riterrà opportuno.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Nell'attesa di un consulto specialistico, può essere utile "disturbare" la candida alcalinizzando il PH della bocca con degli sciacqui di acqua e bicarbonato.