Utente 201XXX
Buon giorno esiste la prostatite batterica asintomatica? Come viene diagnosticata? Puo creare impotenza?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile signore, una prostatite batterica asintomatica comporta una spemiocultura positiva associata ad una assenza di sintomi. Prima però di accettare una tale diagnosi ,ripeterei la spemiocoltura per escludere una eventuale contaminazione batterica. Non credo che una tale diagnosi possa essere associata ad un deficit erettile.

Distinti saluti

[#2] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta, ho letto su internet che crea impotenze casuali. Altri invece sostengono il contrario. Con una spermiocoltura negativa in assenza di leucociti ci Puo' essere una prostatite asintomatica? La spermiocoltura basta per escludere una prostatite asintomatica?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

valutazioni colturali negative, assenza di leucociti o di altre cellule che ci indicano un problema infiammatorio a livello delle vie seminali escludono la presenza di una prostatite per di più batterica e che per altro non dà sintomi.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Stesso vale anche per la prostatite batterica asintomatica?Come si diagnostica questa? Questa puo causare deficit erettile ? Se si in che Mido agisce? Mi son messo a navigare su internet e trovo risposte contestanti. Non ci capisco piu nulla .....
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ho la sensazione di aver già risposto su queste tematiche e sempre in questa sede ad una domanda molto simile a questa; comunque una prostatite batterica deve avere una diagnosi colturale precisa, cioè ci devono essere colture positive anche se non dà sintomi.

Questo tipo di prostatite, proprio perchè è asintomatica, a prescindere, non dà neppure disturbi sulla sfera sessuale che generalmente sono invece secondari, quando presenti, ai vari sintomi fastidiosi lamentati a seguito di una "normale" prostatite sintomatica.

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Grazie vale lo stesso anche per la prostatite abatterica asintomatica?
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

le invio una risposta, ancora attuale, data nell'ormai lontano 2008 ad un utente di Trieste che faceva una domanda molto simile a quella che ora lei di Bolzano ci ripropone:

http://www.medicitalia.it/consulti/Andrologia/59119/Prostatite-abatterica-asintomatica-dolore-prostatite-impotenza-psicologico .

Poi si ricordi infine che, se si vuol essere precisi, una prostatite, cioè una infiammazione della prostata che non ha sintomi, non ha segni clinici e/o di laboratorio significativi (colture e tutte le altre valutazioni citologiche, come leucociti, emazie, ed altro nella norma) non è una prostatite, è una situazione clinica molto di fantasia e quindi si tranquillizzi e si rilassi.

Un cordiale saluto.
[#8] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente, la preghiamo di non continuare a ripetere le stesse domande imperterrito.
In caso contrario saremo costretti a cancellare questo account per violazione delle linee guida.

Grazie e cordiali saluti,
staff@medicitalia.it