Utente 896XXX
salve,
chiedo scusa per l'intrusione!
in realtà non ho bisogno di un consulto ma di un aiuto,
mi servirebbe la formula per calcolare la d02 e la formula per poter calcolare in caso di deficit di potassio quanto somministrarne!
grazie a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Le consiglio la lettura di questo noto lavoro da "Intensive Care Med" del 2005 che linko e che esaudirà la sua curiosità.
http://www.timeoutintensiva.it/studentcorner/Ossimetria_Venosa.pdf

Saluti
[#2] dopo  
Utente 896XXX

Iscritto dal 2008
grazie per il file sulla do2!
sui libri non risco a trovarlo non è che mi può indicare anche la formula per calcolare il deficit di potassio?
grazie ancora...
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Ah scusi dimenticavo, i sacri testi consigliano:
1)Cercare ovviamente di corregerne la causa;
2) se necessario intervenire in urgenza:
a)Correlare il dato di laboratorio della Kemia riscontrata con il pH del soggetto: per ogni variazione di 0,1 del pH esiste una corrispondente variazione inversa di 0,6 mEq/l circa della Kemia.
(es. 4mEq/l a pH7,4 diventano circa 4,6 mEq/l a pH 7,3 (+0,6) e 3,4 mEq/l a pH7,5.
b) Valutare il deficit complessivo di K considerando lo spazio di distribuzione:
equilibrio tra quota intra ed extracellulare, il K è per il 98% intracell., il calcolo tiene conto dell'acqua intracellulare che è a sua volta pari al 60% del peso corporeo (pc)
da cui la FORMULA
deficit teorico di K = Delta K (mEq) x 0,6 x 0,6 x p.c.

Delta(K)= differenza tra una kaliemia ottimale e quella misurata dal laboratorio sul paziente ipokaliemico.
Una vola calcolato il valore si consiglia di somministrarne metà in una/due ore e.v. e poi rivalutare in laboratorio il dato. Meglio monitorare l'ECG soprattutto se la velocità e l'urgenza lo impongono.
Cordiali saluti

Bibliografia: Sbrojavacca, Schiraldi, Tosolini "Squilibri idroelettrolitici e ac.base" in "Medicina d'Urgenza" ed. Medico Scientifiche-Torino.