Utente 116XXX
Ciao,
a gennaio ho cominciato a suonare la chitarra (autodidatta) quando suonavo ad alte velocità cominciavo a sentire un "tirare" che andava da sotto il mignolo al polso. ho ignorato il problema e continuato a suonare per ore al giorno.

passano i giorni, e dopo mezzoretta che suonavo dovevo smettere per il dolore che provavo quando facevo movimenti particolari del mignolo.

ormai non suono quasi piu, ma la situazione sta comunque peggiorando!

gia da qualche settimana, andando a dormire SENZA dolori alla mano, la mattina mi ritrovavo col mignolo che "a scatto" si chiudeva o si apriva quando piegavo la falangina sulla falange, come se non esistessero via intermedie. questo problema poi passava verso fine mattina.

da qualche giorno invece mi sveglio con un altro blocco se cerco di piegare la falange sul palmo della mano (spero si capisca il movimento, insomma ruotando la falange come per chiudere un pugno)

è interessante che con un po di stretching la mano torni quasi apposto, onestamente non voglio rivolgermi alla chirurgia,però la sezione adeguata,

potrei rivolgermi ad un fisioterapista o qualcosa del genere? chi potrebbe risolvere il problema? potrebe passare qualche essercizio particolare?
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Milano
48% attività
4% attualità
20% socialità
MONCALIERI (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Le conviene eseguire una visita specialistica. Il suo problema potrebbe essere il dito a scatto.
In questo caso, soprattutto se in fase iniziale, potrebbe trovare beneficio da antinfiammatori.
Può comunque trovare maggiori informazioni nel seguente minforma:

http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-della-mano/250-dito-scatto.html

Cordialmente