Utente 613XXX
Egr. Dott.,
sono Antonio, ho 33 anni e volevo chiederLe un consulto per una cosa che mi sta molto a cuore.

Lunedì, 04 aprile u. s., sono stato operato di ernia inguinale dx, con applicazione di retina, ed in anestesia locale.

Sono stato dimesso il giorno seguente.

Il decorso operatorio - a detta del chirurgo che mi ha operato - pare buono:
ho dolori localizzati nella zona dell'intervento, ho parte del pene e parte dello scroto dx violacei, poca sensibilità all'inguine dx, che si irradia fino all'attacamento del pube, ed ancora la zona dell'intervento infiammata.

Siccome, pratico nuoto master (non agonistico), ed ho delle gare a giugno, vorrei sapere, in primo luogo, quando posso riprendere l'attività sportiva (il mio medico di fiducia mi dice 3 settimane, ma a me sembrano un po' poche).

E soprattutto, se e quando posso tornare a fare gli esercizi per gli addominali, visto che li ho sempre fatti, e ci tengo ad averli "scolpiti")?

In proposito, ho letto che, in realtà, una buona tonicità degli addominali serve proprio ad impedire la fuoriuscita o la recidiva di ernie.

La ringrazio anticipatamente per la disponibilità che vorrà accordarmi!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
La chirurgia attuale delle ernie,grazie all'utilizzo di materiale protesico,consente tempi di recupero molto rapidi.Non è un caso se a trarne benefici sono proprio gli sportivi.Credo che i tempi previsti dal suo curante sono giusti anche se la risposta ad un intervento varia da paziente a paziente.In poche parole nel giro di un mese sarà in ottima forma e potrà prendersi cura "dei suoi addominali".
Saluti
[#2] dopo  
Utente 613XXX

Iscritto dal 2008
Caro Dott, La ringrazio per la "veloce" ed esaustiva risposta!

Ne approfitto per chiederLe anche un'altra cosa.

é vero quanto ho letto, ossia che gli "esercizi addominali", rinforzando la zona del basso ventre, servono proprio ad evitare la fuoriuscita di ernie o la loro recidiva?

Grazie in anticipo!!!
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Avere una buona tonicità muscolare,è sicuramente meglio di una muscolatura flaccida.Ma grossi sforzi (sollevamento pesi) con aumento della pressione intraddominale,sono controproducenti.