Utente 201XXX
Salve, sto rimuovendo un tatuaggio rosso e nero sul braccio con il laser q-switched nd yag usato sia a 532 sia a 1064.

Ho fatto due sedute e il laser oltre a colpire il tatuaggio ha colpito ovviamente anche l'apparato pilifero, molti peli sono bianchi mentre altri sono addirittura in stasi e non ricrescono, è solo ''colpa'' della fototermolisi selettiva o anche di una sorta di shock-loss dovuto all'infiammazione?

Quanto tempo dopo l'ultimo trattamento laser posso aspettarmi una piena ricrescita? Da quello che so l'epilazione laser non è mai definitiva e lo shock-loss è solitamente momentaneo ma sono comunque preoccupato per eventuali danni permanenti al mio apparato pilifero.

Grazie di cuore dell'attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
20% attualità
16% socialità
NOVARA (NO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
gentile utente,
in verità non è vero che l'epilazione laser non è definitiva, teoricamente può residuare una minore densità pilifera nell'area trattata.
Ne parli con il medico che sta eseguendo i trattamenti.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta, chiederò sicuramente al medico; sono comunque convinto che i peli siano andati a riposo (tre settimane dopo il primo trattamento) a causa della forte infiammazione dell'area trattata, poi stiamo lavorando con impulsi brevi q-switchati non con quelli lunghi usati solitamente per l'epilazione, il bulge non dovrebbe subire danni...