Login | Registrati | Recupera password
0/0

Andare troppo spesso in bagno

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011

    Andare troppo spesso in bagno

    Salve, in realtà ho questo problema già da molto tempo (penso almeno un anno) ma sfortunatamente non ci ho mai dato peso perché pensavo addirittura che fosse una cosa positiva vista la pubblicità.
    Il mio problema è che vado molto spesso in bagno, basta che beva anche un bicchiere d'acqua e dopo cinque minuti mi ritrovo a dover correre in bagno. Questo mi crea numerosi problemi, perché se non mi trovo a casa (per esempio quando mi trovo all'università) devo correre sempre alla ricerca di un wc. Quindi, sto sempre attento a non bere prima di uscire o prima di una lezione. La notte per fortuna non mi capita mai di svegliarmi per andare in bagno, ma principalmente perché prima di andare a letto ci vado almeno tre o quattro volte. Persino adesso ho lo stimolo nonostante vi sia andato meno di un quarto d'ora fa. In sin dei conti non bevo molto e principalmente è acqua del rubinetto.
    Però nel caso in cui non bevo, non ho il continuo bisogno di andarci. Anzi riesco a stare lontano dal wc anche per ore.

    Oggi, di fronte ad una scappata dalla metropolitana, ho fatto una ricerca sul web e leggendo i risultati mi sono davvero spaventato.... dal tumore alla prostata al diabete.
    Mi sono ritrovato molto bene in questi punti:
    1) urinare spesso
    2) difficoltà nel "completare"... ovvero quando finisco rimane sempre qualcosa, devo stare un sacco di tempo per far completare
    3) sensazione di non aver finito

    Ovviamente ora sono abbastanza spaventato e trovandomi negli Stati Uniti ho molte difficoltà a farmi visitare.
    So che non potete, ovviamente, dire niente sulla mia situazione.. cosa mi consigliate di fare? di correre immediatamente a farmi una visita in ospedale qui negli stati uniti (qui siccome la sanità non è pubblica e quindi una visita mi può costare cara) o aspettare un mese e mezzo ovvero quando tornerò in Italia?



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 707 Medico specialista in: Andrologia
    Chirurgia generale
    Endocrinologia
    Oncologia medica

    Perfezionato in:
    Urologia

    Risponde dal
    2000
    caro lettore,

    capisco che un problema sanitario anche semplice può costituire un grosso problema quando si è all'estero.
    L'ideale sarebbe di fare un esame colturale delle urine per vedere se fosse presente una infezione urinaria.
    Nel frattempo beva poco, solo se ha sete, ma valuti di fare una visita urologica
    cari saluti


    Dott. Diego Pozza
    www.andrologia.lazio.it
    www.andrologiaroma.net

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 5667 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Gentile lettore,

    stia tranquillo e non pensi, a 26 anni, ad avere un tumore della prostata!

    Il problema, da come ce lo presenta, potrebbe avere una base infiammatoria delle vie urinarie oppureessere legato a stress su base "psico-neurogenica".

    Comunque da questa postazione però poco di preciso e sicuro le possiamo dire e purtroppo, se vuole avere una diagnosi corretta, solo una attenta valutazione clinica, fatta da un urologo reale, la può aiutare.

    Un cordiale saluto.


    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com

  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2011
    beh guardi, io ammetto di essere una persona molto nervosa e sono quasi certo che il problema derivi da questo.
    Adesso, per esempio, mi sono appena svegliato ma non ho alcuno stimolo ad andare in bagno...però ieri sera, prima di andare a letto, vi sono andato ben 4/5 volte.

    Il mio problema a dire il vero è anche un altro, e mi vergognerei a parlarne in pubblico, per fortuna che c'è internet.

    Certe volte, principalmente quando sto molto seduto, ho come l'impressione di emanare un'odore simile all'urina e sfortunatamente mi è parso (più che essere stata un'impressione purtroppo è stata una certezza) che altri se ne siano accorti.
    Il fatto è che non è dovuto assolutamente a problemi di pulizia, in quanto sono sempre attentissimo a lavarmi più volte, e a cose tipo incontinenza poichè ogni volta, dopo aver avvertito questo tipo di odore, ho sempre controllato il pantalone e l'intimo e non hanno mai avuto nessun tipo di odore.



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 5667 Medico specialista in: Urologia
    Patologia della riproduzione umana
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Anche queste informazioni che ci indirizza fanno sempre pensare a stress e a problemi su base "psicologica".




    Giovanni Beretta M.D.
    http://www.andrologiamedica.org
    http://www.centrodemetra.com

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09/04/2011, 14:29
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08/04/2011, 15:09
  3. Tumore testicolo dx
    in Urologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16/04/2011, 13:00
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22/03/2011, 18:05
  5. Stress sterilità
    in Urologia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08/05/2011, 19:14
ultima modifica:  14/10/2014 - 0,19        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896