Utente 189XXX
Salve a tutti,
volevo sapere, così per via informale, perchè a qualcuno quando ha una erezione e dopo un pò gli esce il liquido PRE-seminale, perde subito l'eccitamento e il desiderio. Come mai, il liquido PRE-seminale e in qualche modo legato al desiderio?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
è legato alla emotiviàò e gli emotivi vanno soggetti a deficit erettivi
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Ok, perfetto la rignrazio. Volevo sapere una cosa, questa volta personale. Io sto facendo le cure per capire come mai ho un calo del desiderio sessuale, e quindi di erezione. Sono quasi sicuro che sarà qualche livello sopra o sotto la norma.

Comunque ho notato che se sto in astinenza sessuale, c'è un leggero miglioramento a livello erettivo, nel senso che leggermente più facilemte riesco ad avere un erezione, ma anche quando sto per eiaculare riesco ad avere e sentire l'orgasmo, cosa che non mi succedeva da tempo.

Come mai? Sembra quasi che per "riprendermi" debba fare un lungo periodo di astinenza. Consideri che una volta rotta l'astinenza, e risente il calo del desiderio e l'erezione. Coincidenza o cosa?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Quanto al qusi sicuro che ci sia qualche cosa di medico di sballato a 21 anni, richiama una personalità molto ansiosa in cui ui problemi psicogeni sessuali sono molto più frequenti di quelli fisici. per cui aspettiamo diagnosi definitiva.
[#4] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Ma veramente io non ho detto che ci sia qualcosa di medico sballato. Per essere precesi ho detto: "Sono quasi sicuro che sarà qualche livello sopra o sotto la norma."

Con questo ho voluto dire che sono quasi sicuro che non ho nessun problema psico-emotivo, infatti pure il dottore ha escluso questo, ma che semplicemente in qualche, chiamiamole sostanze per esempio, testosterone, prolattina ecc, avrò un valore sopra o sotto la media, che mi ha portato a questa parziale disfunzione.

Il problema sta nell'individuare cosa sia, facendo degli esami accurati, che purtroppo quando uno va a prenotarli ci vogliono anche mesi per farli.. e una volta trovato cosa reca questa carenza, si prende la medicina.

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
se non è zuppa l' è pan bagnato. Si conferma il tratto di personalità. Tranquillo: a 21 anni meglio lavorare sulla psiche che sugli ormoni o su altro di fisico. Poi arriva alla mia e che fa?
[#6] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
E cosa secondo lei, in linea generale, può aver prodotto nella psiche un qualcosa, che poi si è riversato sulla sfera sessuale?
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Io non ho speciaòlità in andrologia, ma in chirurgia generale. Poi dai 25 anni faccio andrologia, ma ho cominciato come chirurgo.
E da chirurgo racconto Un giorno arrivo in reparto un signore con mal di pancia, che il medico di guardia etichettò come nulla di grave. E gli fece una puntura di placebo (acqua) dicendo che era morfina. Il signore si placò e si addormento, salvo poi venire operato d' urgenza per peritonite da infarto massivo dell' intestino 4 ore più tardi. Il povero medico venne convocato dal direttore di istituto che così si espresse: "Solo ai decerebrati come lei accade che il cervello non influenzi il corpo".
Buone cose.
[#8] dopo  
Dr. Armando De Vincentiis
52% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazzo anche il semplice fatto di mettersi alla prova, di autosservarsi con l'intento di capire se l'erezione è buona o se c'è desiderio, determina uno spostamento dell'attezzione e quindi un calo del desiderio stesso. Osservarsi per capire è già di per sè un elemento di distrazione che non aiuta la propria sessualità.
saluti
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
mi accorgo ora che potrebbe offendersi della mio risposta: non è e non era nelle mie intenzioni: le volevo solo raccontare un episodio che mi porto ditro ogni volta che visito un paziente. Non si arrabbi: prego e scusi se si è offeso.
[#10] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Per il Dr. Giorgio Cavallini

Io credo che non si possa fare di tutta un' erba un fascio.

Saluti.
[#11] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Per il Dr. Armando De Vincentiis

Supponiamo che una persona compri un determinato tipo di macchina che soddisfi le sue esigenze.. Questa persona ci viaggio con questa macchina e comincia a conoscerla in ogni suo dettaglio e prestazione.

Dopo diverso tempo il proprietario nota che la macchina acquista, non fa più le stesse performance di prima. Io penso che ognino di noi, la prima cosa che fa, è capire cosa gli sia successo e conseguentemente lascia la macchina dal meccanico.

Quando lei dice, riporto testuali parole "Osservarsi per capire è già di per sè un elemento di distrazione che non aiuta la propria sessualità.", in realtà lo faccio perchè per esperienze mie personali, non mi fido molto dei dottori in generale. Con questo non voglio dire che non ci sono dottori capici, ma solo che mi sono imbattuto con diversi dottori di dubbia professionalità.

Per cui in primis cerco di capire nel mio piccolo cosa ho che non va, a prescindere se sia una tossa, tanto per dire, o un appendicite...
Detto questo aspetto solo gli esami che sono l'unico modo per capire e affrontare il problema.
[#12] dopo  
Dr. Andrea Biserni
24% attività
4% attualità
12% socialità
PIEVE SANTO STEFANO (AR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile ragazzo,
certamente è importante che attenda i risultati degli esami, tuttavia, nel caso risultassero escluse cause organiche sarà davvero opportuno che si rivolga ad uno psicologo con specializzazione in psicoterapia e aggiuntiva formazione in sessuologia:
il calo del desiderio sessuale può avere cause organiche (cosa che tuttavia come giustamente rileva il Dr. Cavallini è meno frequente tra i giovani) ma non di rado ha cause psicologiche, che spesso non sono di facile individuazione da parte della stessa persona che è portatrice del disagio, se non viene adeguatamente aiutata ad autoesplorarsi all'interno di una relazione terapeutica facilitante:
proprio perchè questi solitamente fatica a individuare in sé possibili cause psicologiche può tendere COMPRENSIBILMENTE a collegare gli aggravamenti o miglioramenti del problema ad aspetti organici o elementi situazionali, nel tentativo di trovare una spiegazione a ciò che lo angustia.
Di certo questo suo problema sessuologico, a prescindere dall'origine organica o psicologica di esso, la fa soffrire molto, spero quindi di cuore che lo possa risolvere nel migliore dei modi.
La saluto con cordialità.
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
è evidente che si fida poco della categoria. Comunque ha capito storto circa erba e fascio.
[#14] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
La mancata "erezione notturna" è dovuta ad un fattore psicologico?
[#15] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Non c'è nessuno? Mi chiedevo dato che date tutti per assodato che non ho alcun problema o disfunzione organico, ma è tutta colpa della psiche... Mi chiedevo se le mancate "erezioni notturne" fossero frutto di fattori psicologici?
[#16] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
a volte si lavora in alrtro modo. Nessuno ha detto che lei problemi psicologici, è lei che rifiuta ipotesi e quindi è a rischio di problemi psicogeni. Anche le mancate erezioni notturne possono essere frutto di alterata qualità del sonno e quindi ansia. Ammesso che si fidi dei dottori-. Scusi ma se la è voluta. Ora da collega.
[#17] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Per il Dr Giorgio Cavallini

Io non ho mai rifiutato quello che ha detto, solo che ho trovato scorretto delle affermazioni, che più che essere ipotesi erano praticamente diagnosi.

Le faccio notare alcune cose, io ho sempre detto di essere QUASI SICURO che il problema fosse di origine organica. Quel "quasi sicuro" dovrebbe suggerire qualcosa. Inoltre ho sempre detto che aspetto gli esiti degli esami.. e come dice anche lei, se non è zuppa è pan bagnato.

Adesso le mostro ciò che lei chiama ipotesi, e vediamo da come sono scritte se sembrano tali oppure sembrano vere e proprie diagnosi:

"Si conferma il tratto di personalità"

"Solo ai decerebrati come lei accade che il cervello non influenzi il corpo".

Mi pare ovvio che lei dia già per scontato che si tratti di problemi legati alla personalità, ansia ecc. Infatti pure le mancate erezioni notturne, lei ha detto che può essere causa di questo, senza aver detto quali altri concause sono.

Però per mia fortuna mi conosco e so che dormo abbastanza bene e non sono un tipo ansioso.. anzi sono un tipo abbastanza tranquillo chee prende la vita con calma.

Io non ho mai detto che non mi fido dei dottori, mi sa che lei ha frainteso ciò che dissi un pò di tempo fa. Se fosse vero, la pare che sarei qui a discutere o conoscere, sapere, imparare in questa piattaforma?

Cordiali saluti.


[#18] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
E si arrabbi pure. Ma si curi. Per il resto veda lei.
[#19] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Forse le sembrerà strano se pur apparentemente le posso sembrare un tipo ansioso ecc in nessun dei miei posts ero arrabbiato con lei o con i suoi colleghi.

La ringrazio e la saulto.
[#20] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Come le pare, ma si curi. Questo importa e senza pregiudizi. E questo è dovuto.