Utente 195XXX
Gentili dottori, salve di nuovo.

Vi scrivo di nuovo per chiedere nuove informazioni riguardo l' ipertrofia da bruxismo che mi ha colpito quest' ultimo periodo, e le chiedo a voi dato che provando a contattare telefonicamente dei chirurghi questi mi fissano appuntamenti tra un bel pò di settimane e confesso che sono un pò troppo in ansia per trovare la forza di attendere.

Vi premetto subito che le varie terapie possibili sul bruxismo mi sono state esplicate più volte e da più specialisti. Il motivo per cui scrivo non è conoscere le terapie, ma sapere come risolvere questo problema, dato che a quanto pare dovrei essere ancora in tempo visto che l' ipertrofia che ho non è molto accentuata.

Purtroppo gli gnatologi continuano a ripetermi che la soluzione per il mio problema è un buon bite plane, che mi permetterà di riequilibrare la disfunzione delle mie mascelle e quindi riportare il mio assetto mascellare in uno status di "parità", ma quando pongo il problema dell' ipertrofia nessuno riesce a rispondermi, un solo specialista è stato capace di dirmi che con il byte sparirà solo ed esclusivamente l' ipertrofia più recente, ma quella già "consolidata" mi resterà per tutta la vita. Passo quindi a chiedere a voi:

- Esiste un modo che mi permetta di riavere le forme del mio volto naturali senza dover ricorrere al botulino ogni sei mesi?

- Ho sentito parlare di un' operazione chirurgica che asporterebbe parte delle fibre muscolari in modo da rassodare i lineamenti del mio volto: escludendo quindi la "lunga e difficile" convalescenza, quali sono i rischi conosciuti che potrei incorrere in seguito a questo tipo di operazione?

- Per quanto riguarda il bite plane, generalmente è una terapia "cronica" oppure riesce a risolvere il bruxismo una volta per tutte?

- Premettendo che ho l' assetto mascellare orizzontalmente dritto, è possibile che in questa differenza che noto tra la guancia destra e la guancia sinistra possa incidere anche l' asimmetria del mio mento (se non erro è poco meno di 3 mm)?

- Per quanto riguarda il mento è vero o una leggenda metropolitana che di solito le asimmetrie minori di 3 mm non sono considerate da operare?

- Dato che a volte noto il mio volto generalmente più delineato e a volte più gonfio, è possibile che sul mio aspetto possa incidere lo stress, che mi fa "gonfiare" la faccia (avevo sentito dire che succede)? Purtroppo vivo un periodo molto pesante della mia vita, e lo stress è all' ordine del giorno.

In parole povere vi chiedo cortesemente di aiutarmi a capire come RISOLVERE il mio problema e riavere il mio volto in forma come prima, e non come non peggiorare la situazione, dato che quello lo so già...

Volevo poi chiedervi, anche se non sarebbe la sezione giusta: è possibile che parte del mio gonfiore (considerando che è praticamente tutta la guancia gonfia e quando sorrido si vede incredibilmente) sia dovuta al molare che sto curando?

Vi ringrazio per l' attenzione ed attendo ansiosamente una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Medici
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
per risponderle in sintesi:
1) il botulino non modifica il volume (ipertrofia) dei muscoli, specie del massetere
2)l'intervento di plastica masseterina è molto raro e non scevro di complicanze; queste dipendono da che lato si aggredisce il muscolo (interno od esterno) ma possono riguardare lesioni nervose o del dotto parotideo.
3) non risolve il bruxismo
4) difficile risponderle senza una visita, esami, ecc e poi l'assimetria da lei lamentata di 3 mm è difficilmente dimostrabile
5)tenga presente che l'asimmetria può essere determinata dall'osso o dai tessuti molli
6)che sia stressato lo si intuisce dalle sue domende; in ogni caso non è una condizione di modifica del volto (può esserlo un linfedema ad esempio)
7)ovvio che interventi odontoiatrici possono dare tumefazioni alla guancia
Da ultimo un consiglio: si rechi dal suo medico di base esponendo i suoi problemi.
Saluti
[#2] dopo  


dal 2011
La ringrazio per la risposta dottore, e si, mi perdoni per questa schematizzazione della mia richiesta ma cercavo di mantenermi nel limite dei 3000 caratteri disponibili.

In ogni caso, come consigliatomi dal mio odontoiatra ho contattato un chirurgo maxillo-facciale (il mio medico mi ha detto che in questi casi, laddove i dentisti non arrivano è opportuno contattare un chirurgo), mettendo in luce l' asimmetria del mento (che è cmq visibile) ed il fatto che lo gnatologo alla visita che ho fatto ha affermato che potrei avere la mandibola leggermente troppo lunga rispetto al palato.

Il chirurgo ha quindi risposto che innanzitutto è piuttosto raro che le asimmetrie del mento, seppur lievi, siano isolate, ma che di solito il problema si prolunga per tutta la mascella dallo stesso lato (nel mio caso a destra), ma che è talmente lieve che non l' ho mai notata, e secondo lui ciò giustificherebbe anche il gonfiore al massetere ed il fatto che digrigno i denti solo a destra.

Ho quindi preso appuntamento per una visita e presto andrò a fare la lastra, la tac e l' ortopanoramica come mi è stato richiesto, ma confesso che inizio ad avere un certo timore, dato che gli interventi di maxillo facciale sono piuttosto complessi ed hanno tempi di guarigione piuttosto elevati.

Oltretutto a quanto pare, se è davvero questo il mio problema, il solo bite plane non risolverebbe molto, a parte l' evitare di permettermi di rovinarmi i denti.

Quindi vi chiedo, giusto per prepararmi all' eventualità: nel caso bisogni riassettare la parte destra della mia mandibola (e quindi a rigor di logica tirarla sù) come avverrebbe a grandi linee l' intervento? Immagino non basti limare l' osso in basso, giusto? Inoltre so che la mandibola viene tenuta insieme da lastre e viti di titanio, ma l' osso si ricalcificherà o resterà separato e sorretto dalle sole viti? Ed in questi casi si fragilizza la mandibola? Infine ci sono possibilità che il mio aspetto in seguito all' operazione possa cambiare in peggio o anche in questi casi vengono seguiti dei precisi canoni per riarmonizzare il volto?

Immagino dovrò portare anche l' apparecchio ortodontico... Ma di solito si utilizza quello fisso o mobile?

Vi ringrazio anticipatamente per l' attenzione, e perdonatemi per tutte queste domande ma vorrei sapere a cosa sto andando incontro, e fino a che punto il gioco vale la candela...

Come sempre attendo ansiosamente una vostra risposta, cordialità.
[#3] dopo  


dal 2011
Ho effettuato la visita al chirurgo maxillo-facciale, che mi ha spiegato quanto segue.

A quanto pare il mio problema principale è che ho la mandibola destra lievemente (si parla di pochi millimetri) più alta di quella sinistra, ma di lunghezze uguali. A prima occhiata pare che abbia un' occlusione molto buona ed un morso ben preciso, eccetto per il fatto che i denti davanti della mia arcata superiore sono un pò "schiacciati", molto probabilmente colpa della terapia errata che ho fatto a 13 anni.

Per quanto riguarda il muscolo massetere destro, che il mio dentista ha considerato come "terribilmente gonfio e immediato bisogno di bite", secondo il chirurgo è in realtà simile al sinistro.

Adesso mi ha prescritto le seguenti lastre:

- rx ortopantonografica
- rx telecrani in proiezione postero-anteriore e latero-laterale.

Ha concluso dicendomi che in ogni caso le lastre confermeranno se il problema che ho è da risolvere o è qualcosa che non porterà mai problemi.

Volevo chiedere a voi: potreste spiegarmi cosa si analizzerebbe con tali lastre? E per quanto riguarda l' asimmetria del mento ed il fatto che mi accorgo di chiudere i denti prima a destra (dove ho la mandibola piu alta) che a sinistra, potrebbe aggravarsi in futuro?

Vi ringrazio per l' attenzione e spero rispondiate.

Cordialità