Utente 200XXX
Salve, ho ritirato gli esiti dello spermiogramma di controllo eseguito dopo 57 giorni dall'operazione al varicocele.
Prima dell'operazione al varicocele l'esito del mio spermiogramma era il seguente:
n° spermatozoi/ml: 43,6 milioni
n° spermatozoi totali: 196 milioni
Mobilità: 5% totale (a+b)
0% progressiva veloce (a)
5% progressiva lenta (b)
7% non progressiva (c)
Morfologia:0% forme normali
3% forme parafisiologiche
97% forme anomale
agglutinazioni: assenti
cellule rotonde: assenti
Mar test: negativo
Coagulazione: presente
Viscosità: normale
Liquefazione: completa
Volume: 4,5
Ph 7,6

ho ripetuto lo spermiogramma dopo 57 giorni dall'operazione al varicocele e gli esiti sono i seguenti:
n° spermatozoi/ml: 9 milioni
n° spermatozoi totali: 22 milioni e mezzo
Mobilità: 27% totale
22% progressiva
5% non progressiva
73% immobili
Morfologia:9% forme normali
91% forme abnormi
68%anomalia della testa
20%anomalie tratto intermedio
3%anomalie coda
agglutinazioni: <10%
cellule rotonde x ml: 100.000
Viscosità: normale
Volume: 2,5
Ph 8
totale spermatozoi mobilità progressiva ml 1.980.000
totale spermatozoi mobilità progressiva per eiaculato 4.950.000
swelling test% 75
Eosin test% 80

Vorrei sapere se il mio spermiogramma può ancora migliorare, visto che l'ho eseguito a soli 57 giorni dall'intervento?
Con gli attuali risultati c'è la possibilità di concepire un figlio naturalemente?
Ringrazio anticipatamente per la risposta


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

certo che i parametri possono ulteriormente migliorare.

per avere può una gravidanza "spontanea", cioè la possibilità di concepire un figlio naturalmente, basta anche un solo spermatozoo e quindi...

Se desidera comunque avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html .

Un cordiale saluto.