Utente 179XXX
Gentile medico,
avrei bisogno di un'opinione qualificata riguardo un ansioso pensiero e il mio stato di salute. Cinque mesi e mezzo fa, ho avuto un rapporto a rischio con una donna (affidabilissima secondo persone a lei vicina). Spaventato dal rischio HIV ho effettuato due test di terza generazione: uno a 40 giorni e un altro a 112 giorni, dal rapporto a rischio, con esito negativo per entrambi.
Oggi al ritiro di routinarie analisi ematiche, noto, che il livello dei MONOCITI è 813 a dispetto di un valore che dovrebbe essere minore a 700. Il valore dei linfociti è 3400 con un range di 1500-4000. Il totale dei globuli bianchi è 9765.
Un anno fa i valori erano di 4000 per i LINFOCITI e 600 per i MONOCITI per un totale di 7634.
Visto che, cercando info su internet, ho notato che i MONOCITI si alzano in presenza di infezioni virali, volevo chiederLe se c'è un rapporto fra l'infezione da HIV, i livelli precedenti e attuali di LINFOCITI e MONOCITI.
Per completezza di informazioni i valori dell'AZOTO UREICO sono pari a 51 (<50) e il CPK (max 308) è pari a 1498 (sono culturista).

La ringrazio infinitamente.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non c'entrano nulla i monociti con HIV e neanche i linfociti che , tra l'altro, in fase di malattia conclamata si riducono come frazione CD4. Stia tranquillo
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Dr. Baraldi la ringrazio infinitamente per la risposta. Vorrei solo avere un chiarimento in merito alle scadenze dei due test HIV (40 e 112 giorni). È necessario effettuare un ulteriore test, o ritengo definitivo l'esito dell'ultimo test a 112 giorni?
[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il test è definitivo a tre mesi o 100 giorni, stia tranquillo