Utente 110XXX
Salve, dovrei fare una colonscopia e l'idea mi terrorizza, tramite internet in quanto i medici non informano proprio di niente, ho scoperto che si fa in sedazione cosciente e sedazione profonda e ho deciso di farla in sedazione profonda, e in questo caso se non sbaglio bisogna fare degli esami e il tracciato cardiologico?in questo modo la persona è assolutamente addormentata e non sentirà e si accorgerà di niente? in quanto ho sentito delle persone che l'hanno fatta con sedazione cosciente con 10mg di diazalm mi sembra è hanno sentito il dolore, altro che non si sarebbe sentito niente come invece gli avevano detto i medici! io vorrei essere sicura che con la sedazione profonda non mi accorgo di nulla e non sentirò nulla, mi terrorizza l'idea di sentire invece qualcosa, che ci posso fare sono ansiosa e questo esame mi terrorizza, non dormo la notte e tutto ciò mi rende nervosa e intrattabile, potete confermarmi che con la sedazione profonda la persona viene addormentata prima di eseguire la vista endoscopica ed è impossible che sentirà il minimo fastidio? voi che la fate dovreste saperlo.
solo che a qaunto pare nessuno in Abruzzo e nelle Marche fanno la sedazione profonda, ma solo la cosciente, anzi la maggior parte degli ospedali che ho contattato la scambia per l'anestesia generale! e quasi quasi dovevo spiegare io come avviene la sedazione profonda! ma se non ho capito male la sedazione profonda non è una anestesia totale ma ha bisogno comunque dell'anestesista e difare prima degli esami del sangue e il tracciato radiologico e non è pericolosa, potete confermarmi questo? io son favica allergica a certi medicinali ma il mio medico ha detto che la posso fare, anche essendo favica a 30 anni ho fatto l'anestaesia totale per una operazione al naso.
ma come è possibile che alle soglie della colonscopia virtuale e della videocapsula in tutti gli ospedali che ho contattato non sanno cosa sia la sedazione profonda e la scambiano con la'anestesia totale? sono allibita e nello sconforto totale...chiedo troppo se voglio fare questo esame profondamenet invasivo non rimanendo cosciente ma con una sedazione profonda che esiste, ma non si sa dove la prtaicano?!
con la vostra esperienza sapete se esiste davvero questa sedazione profonda e può confermarmi che non ha niente a che fare con l'anestesia totale? e potete iindicarmi dove la fanno nelle Marche o in Abruzzo?
vi ringrazio per la vostra pazienza e aiuto.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile utente, si coglie certamente dalle sue parole, in questa richiesta, un profondo stato ansioso che certo non gioverà al suo comfort nel sottoporsi a questo esame tutto sommato di media invasività. Generalmente l'esame è condotto in endoscopia con una lieve sedazione con una benzodiazepina (diazepam, midazolam ecc. ) che seda il paziente ma certamente non in maniera tale da determinarne uno stato ipnotico profondo e di incoscienza.
Per far questo è necessaria la presenza di un Anestesista, cioè della figura professionale adatta alla gestione di una sedazione profonda e capace di gestire un perfetto controllo delle funzioni vitali del paziente che viene addormentato; soprattutto competente nella gestione di tutti i potenziali (e sottolineo potenziali ) rischi che ciò comporta.
Purtroppo però non sempre si può garantire routinariamente la sua presenza in tutti gli ambulatori ospedalieri dove qualunque attività medica può determinare dolore, fastidio o discomfort del paziente. Pertanto quello che le consiglio è di contattare la struttura e in particolar modo il servizio di Endoscopia dove farà l'esame. Prendere accordi con l'operatore e chiedere la possibilità di organizzare l'esame con tale tecnica che preveda la presenza dell'Anestesista.
Non necessariamente, visto che fa una sedazione profonda e non un intervento chirurgico in AG, deve effettuare esami di laboratorio. Piuttosto, invece, è meglio un colloquio e una visita, preventiva con l'Anestesista che valuti la sua situazione di salute nel suo complesso e solo dopo, eventualmente, chieda degli esami di controllo se necessari.
Un' alternativa può essere anche quella che in questa sua richiesta, attraverso il suo curante o personalmente, contatti il Servizio di Anestesia dell'ospedale dove farà la colon per informazioni e accordi in merito.
Una terapia ansiolitica prescritta dal suo curante preventivamente per qualche giorno non potrà che giovarle per creare quella situazione di tranquillità tale da permetterle di affrontare serenamente il tutto. Non è possibile però darle indicazioni su quali servizi in Italia garantiscano ciò che lei chiede per il semplice motivo che tutti, quindi anche il suo, deve permetterle l'esecuzione dell'esame nel modo più idoneo e confortevole.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
Grazie della sua risposta,
finalmente ho trovato in una casa di cura privata ma convezionata un endoscopista che esegue la sedazione profonda col diprivan, ma mi ha detto durando il tempo dell'indagine non c'è bisogno di fare prima degli esami e dell anestesista, ma comunque nell'ospedale esiate l'unità anestesista. penso di potermi fidare, lei che ne pensa?
mi ha dato il foglio con il purgante il moviprep da bere 2 litri, glio ho fatto presente che in quanto favica sono allergica a delle medicine, ma mi ha assicurato che lo potevo prendere, per lui era più importante se ero allergica a qualche alimento ed in particolare alle uova.

io pero quando mi danno qualche cosa da prendere mi informo sempre su internet, a parte che da un sacco di effettti collaterali, ma a difrenza del selgesse mi pare, se ne bevono solo 2 litri e non 4, ma ho trovato in diversi articoli che questo moviprep è controindicato in chi è favico, la cosa mi preoccupa, come mail allora mi ha detto che potevo prenderlo?
io sono favica e non posso prendere questo elenco di medicine di cui mi hanno stilato l'eleco al momento del ricovero in ospedale in seguito ad una crisi emolitica quando avevo 8 anni ora ne ho 45.
ANALGESI:
ACETANILIDE-ACIDO ACETILSALICILICO-FENACITINA-FENAZONE-AMINOFENAZONE

ANTIMALARICI:
PRIMACHINA-PAMACHINA-PENTACHINA-MEPACRINA-CHINOCIDE

ALTRI AGENTI ANTIBATTERICI:
FURAZOLIDONE-NITROFURANTOINA-CLORANIFENICOLO-ACIDO PARA AMINOSALICILICO

SULFAMIDICI E SOLFONI:
SULFANILAMIDE-SULFAPIRIDINA-ACETILSULFANILAMIDE-SULFACETAMIDE-SULFAFURAZOLO-TIAZOSULFONE-SALAZOSULFAPIRIDINA-ALDESULFONE SODICO-SULFAMETOSSIPIRIDAZIMA

MISCELLANEA:
NAFRALENE-VITAMINA K (IDROSOLUBILE)-TRINICROTOLUENE-BLU DI METILENE-DIMERCAPROLO (BAL)-FENILIDRAZINA-CHININA-CHINIDINA

Ci terrei a sapere il suo parere in merito, lo posso prendere o è meglio di no, e in qiesto caso che cosa sarebbe più adatto nel mio caso?
io devo fare colonscopia e gastroscopia insieme con sedatico diprivan
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, mi spieghi bene quello che lei ha scritto. Perchè parla prima di casa di cura privata e poi di "ospedale" dove vi sarebbe il servizio di anestesia. Nel senso che nella stessa struttura privata esiste anche un servizio di anestesia o li vicino alla casa di cura c'è un ospedale (dove ovviamente c'è il servizio di anestesia)? Ammettiamo la prima ipotesi, in caso di necessità è sicura che un Anestesista sia poi rapidamente reperibile?
Se mi permette un' opinione non sono affatto d'accordo:
1)sull'utilizzo di farmaci anestesiologici da parte di personale specialista in altre branche ( e il propofol (DIPRIVAN) lo è). Non sono d'accordo sulla effettuazione di una sedazione profonda senza la presenza di un Collega anestesista che abbia l'esclusivo compito di controllare le sue funzioni vitali (monitoraggi a parte).
Mi domando: se l'operatore endoscopista è impegnato in tutt'altro, chi l'assiste e controlla mentre è sottoposta all'esame?
2) Ho fatto una ricerca ed effettivamente il farmaco "moviprep" ufficialmente E' CONTROINDICATO in caso di favismo: io non lo utilizzerei mai.
Purtroppo lo so di averla messa in ansia ma continuerei ancora le ricerche. Ci contatti ancora se ne ha necessità.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
Salve,
grazie della risposta, certo così mi fa preoccupare..
si tratta della casa di cura privata villa anna di san bemedtto del tronto (AP) ma è un ospedale in quanto è convenzionata con la mutua, vegono ricoverati dei pazienti e si effetuano tutti gli esami, io ho li ho la mia ginecologa, ho fatto la mammografia, e altri esami.
il medico endoscopista mi ha detto che questa anestesia dura molto poco, ma quindi secondo lei anche se dura poco è necessario che sia presente li l'anestesista?
all'intermìno della casa di cura mi ha detto che è prsente l'unità anestetologica.
non so più cosa fare....ho troppo terrore di farla in sedazione cosciente...
riguardo il moviprep devo comunque chiedere consiglio al mio medico, io qualsiasi cosa mi diano da prendere mi informo sempre in quanto sono allergica a tanti medicinali.


[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, non si tratta di essere allergica, il favismo, lei m'insegna, è ben altra cosa.
Chiarito l'aspetto logistico e organizzativo del posto sul quale non è mio compito intervenire ho invece espresso in scienza e coscienza il mio parere professionale sulla procedura.
Il propofol, principio attivo del commerciale "DIPRIVAN", è un ottimo anestetico generale di ultima generazione. Estremamente sicuro e maneggevole in mani esperte (quelle di un anestesista). La dose per garantire una sedazione profonda conservando l'autonomia respiratoria del paziente impone però la strettissima sorveglianza di quest'ultimo e la conoscenza della gestione delle vie aeree che è compito dell'Anestesista-Rianimatore e poco importa la durata del sonno.
Non discuto assolutamente sulla professionalità dell'endoscopista ma il mio dubbio legittimo stava sulla possibilità che in caso di problemi potesse intervenire un anestesista subito (tanto vale averlo presente e lasciare a lui il compito della sedazione). Non mi sembra così difficile per questi selezionati casi come il suo far si che l'intera procedura venga fatta col massimo delle precauzioni. Non le pare?
[#6] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, il "farla preoccupare" del Dott. Alvino è, mi creda, a fin di bene e per la sua sicurezza: affinchè "fidandosi" non finisca per correre dei rischi piuttosto "gravi mi creda".
I farmaci anestesiologici, e Le confermo come il Propofol lo sia a pieno titolo, non devono mai ed in nessun caso essere utilizzati da personale medico non qualificato specificamente, tantopiù se questo medico è occupato anche a fare altro (nel suo caso una endoscopia). Ad ulteriore conferma aggiungo come un Laureato in Medicina e Chirurgia possa esercitare in qualsiasi branca della Medicina (ovviamente se è preparato in merito) tranne che nel nostro campo (Anestesiologia e Rianimazione) ed in Radiologia, dove invece è necessaria la "Specializzazione". Nessuno, dico nessuno dovrebbe comunque fare due cose contemporaneamente per garantire il meglio ai pazienti.
Il fatto quindi che l'Anestesia sia "breve", cosa sulla quale non concordo in quanto talvolta per fare bene una colonscopia ci può volere del tempo, in rapporto anche alla forma e alla lunghezza del Colon, non autorizza a fare quello che le è stato proposto. Che Lei si sia già rivolta alla Struttura con soddisfazione, non vuol dire inoltre che tutto quello che lì viene fatto sia corretto.
Non capisco inoltre perchè non si possa o non si voglia avere un Anestesista presente se nella Struttura c'è un Servizio di Anestesia: ricordi che alcune emergenze, che si possono sempre verificare quando si somministrano farmaci anestesiologici, vengono risolte senza problemi solo se l'Anestesista è "presente", se deve essere chiamato e magari stà facendo altro ( se fosse libero sarebbe presente no?) si possono perdere secondi o minuti preziosi per una buona risoluzione dei problemi.
Che non si debbano fare esami può darsi, ma lo decide sempre l'anestesista e non l'endoscopista: ad ogniuno le sue competenze e responsabilità
Insista per parlare con un Anestesista del Servizio, magari propio con il Responsabile e se non ci riesce, dia retta a Noi, vada altrove.
So di averla precipitata nella disperazione, ma ripeto che è per il suo bene: non si faccia incantare da tutto ciò che "minimizza" e "semplifica" con grande approssimazione come in questo caso.
Un saluto cordiale

[#7] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
Gentilissimi dottori,
vi ringrazio tanto per le vostre risposte delucidatrici, non avete fatto altro che confermare i dubbi che mi balenavano in testa, del tipo, ma se mi addormentano e qualcosa va storto cossa mi succederebbe? mi sono rivolta in un ospedale dove viene fatta direttamente in sala operatoria alla presenza ovviamente dell anestesista,in day hospital con un giorno di ricovero e mi fanno però fare gli esami ematici, tracciato radiologico e visuta dall'anestesista. Stamattina ho fatto il prelievo del sangue e un colloquio con un medico, che non è il medico che eseguirà l'endoscopia, (con lui ho avuto un colloquio breve per sapere se faceva la sedazione profonda e facendoli presente che ero favica )nè il medico anestesita.
Solo che mi ha fatto tante domande del perchè la volessi fare in narcosi, io gli ho spiegato che sono ansiosa e infatti prendo il xanas, ma lui era un po perplesso per fare la narcosi in quanto ha visto che sono favica, ma mi ha ache detto che non è competenza sua e che l'ultima parola spetterà all'anestesista con cui ho app. il 2 maggio.
ma io a 26 anni pur essendo favica ho fatto l'anestesia totale pre una operazione al naso senza problemi, e a 9 anni mi hanno operato agli occhi.
Solo che questo non ha fatto altro che aumentare la mia agitazione, in quanto ho il terrore di essere addormentata completamente per la pura di non svegliarmi più, è una paura che ho da 10 anni...ma nello stesso tempo ho il terrore di fare questi esami in sedazione cosciente. lei mi dirà che accidenti voglio allora!
Che lei sappia che è favico, e allergico a:
ANALGESI:
ACETANILIDE-ACIDO ACETILSALICILICO-FENACITINA-FENAZONE-AMINOFENAZONE

ANTIMALARICI:
PRIMACHINA-PAMACHINA-PENTACHINA-MEPACRINA-CHINOCIDE

ALTRI AGENTI ANTIBATTERICI:
FURAZOLIDONE-NITROFURANTOINA-CLORANIFENICOLO-ACIDO PARA AMINOSALICILICO

SULFAMIDICI E SOLFONI:
SULFANILAMIDE-SULFAPIRIDINA-ACETILSULFANILAMIDE-SULFACETAMIDE-SULFAFURAZOLO-TIAZOSULFONE-SALAZOSULFAPIRIDINA-ALDESULFONE SODICO-SULFAMETOSSIPIRIDAZIMA

MISCELLANEA:
NAFRALENE-VITAMINA K (IDROSOLUBILE)-TRINICROTOLUENE-BLU DI METILENE-DIMERCAPROLO (BAL)-FENILIDRAZINA-CHININA-CHINIDINA


non può fare una sedazione profonda? che rischi correrei più di un altro che non è favico? questo non me lo ha detto nessuno...anzi quasi tutti mi hanno detto che non cè problema, compreso il mio medico generale.

oppure mi devo fidare solamente del medico anestesista e basta? nel senso che dopo gli analisi mi dice che posso farla senza nessun problema la faccio tranquillamente?

tutte le notti sogno di questi esami, che qualcosa va storto...non mi risveglio e la mi ansia sale alle stelle...certo basterebbe farla in sedazione cosciente ma ne ho il terrore...mi basterebbe essere rassicurata dai medici, d'latronde non è una anestesia totale! ho sentito anche che dura poco...quini che rischi correrei con il favismo?
mi scusi della mia lunga lettera, spero che possa aiutarmi con le sua competenza di medico come ha fatto finora, e di questo le sono davvero grata...
come lassativo mi hanno dato il isocolan 4litri! le risulta che i favici possano prenderlo senza nessun problema? sa anche il moviprep mi avevano detto che potevo prenederlo e invece non potevo.

grazie ancora
[#8] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, non sò dirle il perchè delle domande e della perplessità del collega con cui ha parlato, forse per i loro protocolli è una richiesta (la sua) non frequente. Tuttavia anche lui ha detto che sarà l'anestesista a decidere e Lei si deve fidare appunto solo di questo giudizio: secondo la mia esperienza non ci sono controindicazioni assolute e del resto lei ha subito ben due anestesie generali. Se Lei sarà giudicata idonea ( mi sembra che in Ospedale stiano facendo le cose con molto scrupolo)ed il collega le darà l'OK, saprà anche come regolarsi con lei dal punto di vista farmacologico.
Attualmente mi sembra in buone mani, cerchi di tranquillizzarsi!
Un saluto.
[#9] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Ci faccia sapere come è andato l'esame.
Saluti.
[#10] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
Grazie delle vostre risposte,
oggi ho fatto il tracciato radiologico e la visita dall anestesista che non era di molte parole, più che altro trascriveva le analisi e il tracciato radiologico dicendo che era tutto a posto, o forse con la mia ansia alle stelle mi aspettavo qualcosa di più. Comunque mi ha detto che non mi addormentano completamente ma mi stordiscono un po di più della sedazione cosciente, è così la terminologia? insomma non mi è paciuta molto, speravo di avere un incontro più chiarificatore...comunque ha letto con pazienza ed interesse una relazione scritta che le ho fatto con tutte le operazioni fatte disturbi e tutte le medicine assunte ultimamaente e à trascritto tutto in una cartella, e poi mi ha fatto firmare il consemso al trattamento sanitario, ha detto che è tutto a posto solo la glicemia a 121 e che il propofol non figura nella lista delle medicine che non posso assumere.
Solo che mi ha stupito in quanto non mi ha dato nessun foglio con le precauzioni da seguire prima dell' intervento, tipo so che no si deve bere acqua entro un certo numero di ore prima, ho solo il foglio con scritto il prepararto da prendere isocolan su cui non c'è scritto tutta la serie di alimenti da evitare almeno 4 giorni ma solo le modalità d'uso del preparato, ma visto che mi hanno fatto tutti gli accertamenti del caso e ha detto che è tutto a posto devo fidarmi!ho letto che non si possono bere bevande di collore rosso, pasta frutta e verdura da almeno 10 gg. prima,che invece ho letto su internet.

Per questo sono rimasta un po perplessa, perchè se non le leggevo io su internet chi me le diceva?
potete gentilmente delucidarmi sgli alimenti che devo evitare per la colonscopia e anche gli eventuali accorgimente da eseguire prima della sedazione col diprivan? ve ne sarei molto grata, mi ha detto che comunque posso prendere il xanas per L'ansia anche sino al giorno prima ma non il giorno stesso, vi risulta che posso?
[#11] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, le posso dare informazioni precise per la parte specialistica di mia competenza, ribadendo quello che sicuramente già le ha detto il collega almeno a colloquio.
Al di la della preparazione per l'esame che prevede la sera una cena leggera semiliquida e priva di fibre (ma in merito deve essere il servizio di endoscopia che le deve lasciare delle indicazioni precise per iscritto) al mattino sia a completo digiuno anche di liquidi. Può assumere l'ansiolitico tranquillamente come prescritto dal collega e magari anche la sera prima. Sarà il collega anestesista che effettuerà eventualmente una ulteriore ansiolisi prima di addormentarla. Per quanto riguarda la modalità anestesiologica da quello che ci riferisce si evince che dovrebbero farle finalmente questa sedazione profonda e infatti l'uso del propofol, che lei può assumere, lo conferma.
In bocca al lupo e ci risentiamo, se lo ritiene, ad esame fatto.
Cordiali saluti
[#12] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
Grazie ancora per le sue risposte che mi aiutano molto...le volevo chiedere se le risulta che il lovol esse che ho trovato su internet i favici possono prenderlo, in quanto invece di essere 4 litri come li isocolan da bere sono solo 2 litri, non sono riuscita a vedere i componenti,può aiutarmi in questo?
comunque come le ripeto l'anestesista che è una donna non mi ha rassicurato per niente, e ne avevo bisogno...
e poi se n'è uscita dicendo che visto che già prendevo il xanas si poteva usare un derivato del xanas come sedativo,
le risulta che per la sedazione profonda si usi e abbia lo stesso effetto del diprivan? allorchè mi sono allarmata e le ho chiesto nuovamente se usava il diprivan e lei mi ha risposto di si, insomma mi ha lasciato molti dubbi e una grande agitazione, che ci posso fare se soffro di ansia e l'idea di questi esami mi terrorizza...adirittura mi è venuta una agitazione assurda mentre mi stavano facendo il tracciato radiologico, si lo so è assurdo, ma dopo che ho avuto un po di tempo fa un lutto grave mia madre ed altri dispiaceri la mia ansia e angoscia è aumentata, e se non si trovano dei medici come lei che in qualche modo riescono a tranquillizzare il paziente, per chi soffre di ansia come me anche un esame magari banale diventa una tragedia....e io non ho trovato questi medici.

poi nel foglio che mi ha fatto firmare ci ho fatto caso solo a casa ha scritto a penna paziente affetta da favismo rischio anestesiologico superiore alla norma. asa 2-3, lei sa cosa significherebbe? che mi faranno una blanda sedazione e non useranno il diprivan? questo rimane il mio terrore in quanto questa continuava a ripetermi guardi che non la addormentiamo del tutto ma la stordiamo un pò, ma questa non sarebbe la sedazione cosciente? come le ripeto questo medico non mi ha per niente rassicurato e neache è stato tanto chiaro, forse sono abituati a non dare molte spiegazioni, mentre io inevece sono abituata a sobillare di domande...la mia agitazione è così alta che ho il terrore che facciano una blanda sedazione e io rimanga in qualche modo cosciente e senta e percepisca quasi tutto, visto che questo medico quando le ripetevo continuatamente " ma comunque non sentirò e non mi accorgreò di nulla? " lei continuava a rispondere " ma guardi che non la addormentiamo completamente" insomma quasi come a dirmi che comunque sarò coscientem che è la cosa che mi terrorizza, non è stata chiara e mi ha agitato più di prima invece di tranquillizarmi!
mi scusi per il mio sfogo e grazie ancora per le sue risposte
[#13] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, per quanto concerne la preparazione alla Colonscopia, sono spiacente ma deve chiedere al Servizio di Endoscopia, in quanto una risposta in tal senso non rientra nelle Nostre competenze specifiche e da loro solamente può avere una risposta qualificata sulla equivalenza dei due preparati.
Per quanto riguarda invece il problema della Sedazione che Lei desidera, secondo me c'è un poco di confusione:
Il Diprivan NON E'un derivato dello Xanax, quest'ultimo è una Benzodiazepina, famiglia di farmaci che si usa per fare la sedazione cosciente, che è cosa diversa dalla sedazione profonda. Solo in quest'ultimo caso si dorme e non si sente nulla, pur non trattandosi di una anestesia generale.
La scala ASA è una scala di valutazione del rischio anestesiologico, di matrice americana e che noi usiamo quando visitiamo i pazienti: lo 0 non esiste ed 1 è il paziente sano, nel suo caso la collega ha considerato un moderato aumento del rischio, ma non vuol dire che non possa essere addormentata, ha solo un moderato rischio in più, appunto come ho già detto.
Mi spiace che non abbia trovato la chiarezza che desiderava, noi cerchiamo di aiutarla dandole informazioni, ma se teme di essere poi non completamente addormentata, deve pretenderla tale chiarezza, anche perchè un consenso informato, indispensabile prima di ogni procedura medica, non ha valore se non c'è stata comprensione a 360° da parte del paziente.
Cordiali saluti e ci tengas informati se lo desidera.
[#14] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
Sono nel panico più totale...ho provato a chiamare l'anestesista e mi ha detto che potrebbe essere usato sia un derivato del xanas o il propofol o il diprivan, pero non posso deciderlo io ma solo l'anestesita che sarà di turno, oppure anche il ipnovel.

le risulta che si usano nella sedazione profonda?
perchè voi siete così chiari e questi medici che ho trovato io no?

io continuo a ribattere che voglio la sedazione profonda col diprivan e l'anestesita continua a dirmi che non sarò completamente addormentata, ma allora non hanno capito niente, non sanno cosa sia la sedazione profonda!

cioè o paura che io ho fatto tanto per niente...che vado li in day hospital e mi fanno la sedazione cosciente!

ma allora che senso ha avere l'anestesista se mi deve dare un sedativo che si usa nella sedazione cosciente dove non c'è bisogno dell'anestesista?

io quando sono andata li al medico endoscopista avevo spiegato che volevo fare la sedazione profonda col diprivan e lui anche se non era di molte parole mi ha detto che la facevano in sala operatoria.

io allora sono andata avanti e adesso non so più cosa fare...come mai voi capite perfettamente la differenza tra la sedazione cosciente e profonda e questi no?

se voi foste più vicini verrei presso di voi in 5 secondi!

ma è vero che io non posso esigere di usare il propofol?

questa continua a dirmi che non possono addormentarmi ma solo stordirmi un po, mentre voi usate la terminologia di addormentare, loro no

io non so più cosa fare, ho girato tutti gli ospedali e alla fine deco entrare con l'agitazione alle stelle in quanto questi elementi va a finire che mi fanno la sedazione cosciente con un derivato del xanas che lei mi ha confermato che si usa nella sedazione cosciente! o ipnovel che va a finire che anche questo si usa nelle sedazione cosciente!

solo un altro medico potrebbe spiegare a questi elementi che cosa intendo, ma un medico come si deve, ai paziente come me ansiosi non viene data retta, io non sono un medico e non posso replicare alle loro risposte poco chiare, ma un medico esperto invece si....e io non so più cosa devo fare e a chi mi devo rivolgere, continuo a speigare loro cosa voglio e loro non capiscono e mi guradano quasi fossi una pazza esaurita
[#15] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buongiorno, tenterò ancora di fare un po di chiarezza.
Una sedazione cosciente prevede generalmente l'uso di una benzodiazepina a breve durata. Può essere il Midazolam che è principio attivo dell'Ipnovel (nome commerciale), può essere il Diazepam che è principio attivo del Valium (nome commerciale); potremmo andare oltre ma rimaniamo sempre nello sconfinato campo di sedativi ipnoinducenti che sono le Benzodiazepine.
Una sedazione profonda come la narcosi si ottiene meglio con il Propofol (farmaco usatissimo dagli anestesisti in sala operatoria perchè rapido e maneggevole) il cui nome commerciale è Diprivan. L'uso di questo farmaco è fortemente consigliato agli specialisti anestesisti-rianimatori per tutta una serie di considerazioni già fatte sopra e l'utilizzazione a personale non esperto può essere estremamente pericoloso.
Ora, lei ha fatto la visita dall'anestesista dell'unica struttura della zona che le ha garantito una narcosi profonda non cosciente in respiro spontaneo (cioè senza intubazione). Se è pur vero che è il Medico specialista a decidere quale sia la migliore soluzione per lei (in termini di uso dei farmaci), lei ha comunque il diritto di essere sottoposta (previo consenso informato sottoscritto e da lei BEN COMPRESO)al tipo di procedura (strumentale e/o anestesiologica) che le era stata promessa prima dell'inizio dell'iter diagnostico. Se questa garanzia non c'è, anche un minuto prima dell'inizio della procedura lei ha tempo di chiederlo e ottenere risposta precisa e soddisfacente, allora arrivederci e grazie!
Però, gentile Utente, se le hanno garantito che l'esame lo fa in sala operatoria e con Anestesista allora non ha motivo di dubitare perchè si riservano questo tipo di procedure proprio a quei casi particolari che richiedono una narcosi profonda come da lei richiesto.

Lei dice bene quando afferma che sarebbe meglio che se ne parlasse da medico a medico e infatti in questa vicenda non ho ancora visto la figura del suo Medico Curante che dovrebbe prendersi l'impegno di contattare per Lei il/la Collega in Ospedale e avere maggiori delucidazioni sulla procedura che poi trasmette a lei.
Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
il problema è che il mio medico ne capisce meno degli altri!
infatti la devo cambiare
per lei la sedazione profonda è anestesia...ci vorebbe un esperto come voi per controbattere e fare veramente chiarezza.
[#17] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
E così deve essere gentile Utente, perchè noi tutti abbiamo le nostre specializzazioni e solo così è possibile oggi fare una Medicina di qualità... Farebbe un intervento di cardiochirurgia affidandosi per la parte strettamente operativa al sottoscritto?
Trovo invece professionalmente corretto da parte della sua Curante farsi da tramite tra Lei e l'Anestesista per conoscere le problematiche anestesiologiche, esprimere i dubbi e le incertezze del proprio assistito e trovare insieme delle soluzioni comuni.
La coinvolga.
E' d'accordo?
[#18] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
la colonscopia+gastroscopia è fissata l'11 maggio, ma sono sucesse troppe cose spiacevoli che sarei tentata di non andarci più e mandare tutti a quel paese! solo che l'idea che devo ripetere tutto e stare un altro mese in preda all'ansia pazzesca mi fa ancora più star male, in quanto questao era l'unico posto dove la facevano, e dico la facevano profonda, in quanto ancora non so cosa usreanno come sedativo e neanche se sarà una sedazione cosciente o profonda, e el posso dire che si stanno anche scocciando delle mie telefonate e domande! ma non è un mio diritto! io sono fatta così, mi informo sempre prima e voglio sapere tutti i dettagli.

perchè voi usate il termine di addoremtarsi nella sedazione profonda e l'anestasista continua a ripetermi sempre alla mia domanda " ma fate la sedazione profonda, io non mi accorgerò di niente? ma guardi che non l'addormentiamo, ma allora se non mi addormentano è una sedazione cosciente?

ma usate il propofol? e mi riposndono che non posso scegliere il. ma ha detto che non mi addormeta ma mi strordisce un po di più, questa sarebbe la sedazione profonda? che comunque se mi agito sanno cosa fare.

Allora ho deciso di chiamare l'endoscopista che mi deve fare gli esami endoscopici ed è stato molto scortese,
siccome il primo incontro l'ho avuto con lui chiedendoli esplicitamente"fate la sedazione profonda col propofol, e lui ha risposto " si ma in sala operatoria in quanto non simo equipaggiati per farla nella sala ebdoscopica, creto non era di molte parole, ma visto che mi aveva detto di si sono andata avanti.

Il l'ho chiamato per avere una volta per tutte le delucidazione di cui avevo bisogno, cioè la conferma che si faceva la benedetta sedazione profonda col propofol e lui era laquanto scocciato, dicendo che non prendono ordini dai pazienti, e che lui con l'anestesiata non c'entra niente, e che mi stanno facendo un favore a frami la colonscopia+gastroscopia insieme! ma io avevo solo chiesto se si poteva fare insieme! non gli avevo chiesto un favore! non ci ho litigato anche se l'avrei dovuto mandare a quel paese, perchè io sto passando giorni di ansia, terrore profondo per questi cavolo di esami, e l'idea che l'11 maggio finirebbe tutto non mi sembrerebbe vero!
solo che l'idea che un indisponente del genere mi deve fare questo esami così ivasivi non è che mi piaccia molto,
già ci vado con l'ansia, e invece di trovare delle persone gentili che dovrebbero mettermi a mio agio so che mi devo trovare davanti l'endoscopista che mi ha risposto in questo modo....sicuramente capirete
in più senza ancora capire che cavolo di sedazione mi faranno....certo dovrei mandarlo a quel paese, ma l'idea che devo vagare non so dove visto che da me la fanno tutti cosciente dove andrei, e l'idea che magari mercoledì finisce tutto e non ci penso più, che magari è vero che mi stordiscono in modo da non accorgermi di niente...anche se queste non certezze mi fanno sater peggio di prima.....
[#19] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
la colonscopia+gastroscopia è fissata l'11 maggio, ma sono sucesse troppe cose spiacevoli che sarei tentata di non andarci più e mandare tutti a quel paese! solo che l'idea che devo ripetere tutto e stare un altro mese in preda all'ansia pazzesca mi fa ancora più star male, in quanto questao era l'unico posto dove la facevano, e dico la facevano profonda, in quanto ancora non so cosa usreanno come sedativo e neanche se sarà una sedazione cosciente o profonda, e el posso dire che si stanno anche scocciando delle mie telefonate e domande! ma non è un mio diritto! io sono fatta così, mi informo sempre prima e voglio sapere tutti i dettagli.

perchè voi usate il termine di addoremtarsi nella sedazione profonda e l'anestasista continua a ripetermi sempre alla mia domanda " ma fate la sedazione profonda, io non mi accorgerò di niente? ma guardi che non l'addormentiamo, ma allora se non mi addormentano è una sedazione cosciente?

ma usate il propofol? e mi riposndono che non posso scegliere il. ma ha detto che non mi addormeta ma mi strordisce un po di più, questa sarebbe la sedazione profonda? che comunque se mi agito sanno cosa fare.

Allora ho deciso di chiamare l'endoscopista che mi deve fare gli esami endoscopici ed è stato molto scortese,
siccome il primo incontro l'ho avuto con lui chiedendoli esplicitamente"fate la sedazione profonda col propofol, e lui ha risposto " si ma in sala operatoria in quanto non simo equipaggiati per farla nella sala ebdoscopica, creto non era di molte parole, ma visto che mi aveva detto di si sono andata avanti.

Il l'ho chiamato per avere una volta per tutte le delucidazione di cui avevo bisogno, cioè la conferma che si faceva la benedetta sedazione profonda col propofol e lui era laquanto scocciato, dicendo che non prendono ordini dai pazienti, e che lui con l'anestesiata non c'entra niente, e che mi stanno facendo un favore a frami la colonscopia+gastroscopia insieme! ma io avevo solo chiesto se si poteva fare insieme! non gli avevo chiesto un favore! non ci ho litigato anche se l'avrei dovuto mandare a quel paese, perchè io sto passando giorni di ansia, terrore profondo per questi cavolo di esami, e l'idea che l'11 maggio finirebbe tutto non mi sembrerebbe vero!
solo che l'idea che un indisponente del genere mi deve fare questo esami così ivasivi non è che mi piaccia molto,
già ci vado con l'ansia, e invece di trovare delle persone gentili che dovrebbero mettermi a mio agio so che mi devo trovare davanti l'endoscopista che mi ha risposto in questo modo....sicuramente capirete
in più senza ancora capire che cavolo di sedazione mi faranno....certo dovrei mandarlo a quel paese, ma l'idea che devo vagare non so dove visto che da me la fanno tutti cosciente dove andrei, e l'idea che magari mercoledì finisce tutto e non ci penso più, che magari è vero che mi stordiscono in modo da non accorgermi di niente...anche se queste non certezze mi fanno sater peggio di prima.....

[#20] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
Buongiorno,
come mai non mi avete più risposto?
[#21] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buongiorno! Purtroppo non sempre è possibile essere al pc perchè comunque abbiamo una nostra attività professionale con impegni spesso inderogabili. Questa che facciamo invece è una pura attività volontaristica svolta, se pur con eguale impegno nel tempo libero.
Però oggi è il 13 e certamente l'esame dovrebbe averlo fatto. Saremmo interessati a sapere come è andata e soprattutto a chiederle se poi è stato veramente così disastroso come lei immaginava...
A presto
[#22] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
in effetti è stato almeno per me traumatico, io avevo una profonda ansia, in più facendolo in sala operatoria mi hanno detto di essere li alle 7.30 e mi hanno portato in sala operatoria alle 11,30, non ce la fecevo più e ho voluto comunque parlare con l'anestesista che è stata molto gentile ma non ha soddisfatto le mie richieste, continuavo a chiederle se mi faceva la sedazione profonda in quanto ero molto agitata e lei mi ripeteva di si, ma esattamente
"le facciamo la sedazione profonda ma lei rimane completamente cosciente, e comunque il propofol non da una sedazione profonda." allorchè qualcosa non mi quadrava, ma non è un controsensio dire che è una sedazione profonda ma io ero completamente cosciente? e che il propofol non da la sedazione profonda? allora mentre aspettavo ho fatto parlare anche mio marito con l'anestesista, che gli ha rsipopsto che eravamo troppo ansiosi e di stare tranquilli che avrebbero fatto la sedazione profonda e non avrei sentito niente.
insomma io sono entrata nella sala operatoria in preda all'agitazione, mi hanno messo penso degli elettrodi nel torace, un pinza nel dito e una banda appicicosa sulla coscia destra, e mi ripetevano le infermiere e l'anestesista di stare tranquilla, l'endoscopista che sarebbe il primario non ha aperto bocca, mi hanno collegato la flebo con i sedativi, ma io continuavo ad essere coscientissima e agitatissima,e chiedevo se mi stavano dando il sedativo in quanto io non avvertivo il benchè minimo stordimento, le ripeto ero coscientissima, sveglissima e per niente stordita, per tutto l'esame.
Allora l'anestesista ha detto di mettere a 12, ma non è successo nulla, loro hanno fatto quello che dovevano fare ma io non ero per niente stordita, manco un pò!
e l'ingrsso del tubo in gola mi ha quasi soffocato, continuavo a tossire e mi sembrava di soffocare, ma per fortuna è durata pochissimo, ma avevano detto che se sentivo dolore potevo alzare la mano ma poi me l'hanno bloccata. La colon lo stesso è durata poco ho sentito solo un forte dolore che è durato poco, e dico per fortuna che è durato tutto poco ma se durava di più o facevano delle biopsie ed io avrei sentito tutto il dolore gli avrei denunciati!
Ora le chiedo, a lei come medico anestesista, come è possibile che questa sia una sedazione profonda? che non dovevo sentire ne accorgermi di niente? ma se io ero completamente sveglia, cosciente e per nulla stordita, neanche un po! ho chiesto cosa mi avessero dato e mi hanno risposto che non potevano dirmelo, poi ho insistito e mi hanno detto: propofol e ultrav o qualcosa del genere, lo conosce? io a questo punto penso che al posto dei sedativi c'era acqua!
ma è possibile che il sedativo non abbia fatto effetto perchè ero molto agitata? io non sono stata stordita neanche un pò! ero sveglissima, infatti alle 13,30 sono nadata via.
Ho riferito il tutto a mio marito Poi è venuta l'anestesista, sempre molto gentile devo dire che ha ripetuto che eravamo molto ansiosi e che io non avevo sentito nulla, ma lo saprò io se avrò o meno sentito qualcosa! non le pare?
Nel frattempo mio marito aveva avuto una discussione con l'endoscopista, le speigo stava cercando una infermiera e invece dalla saletta è uscito lui, dicendo in maniera scocciata " sua moglie tutto a posto ma ora basta!"
allorchè mio marito, che anche lui è un professionista nel settore del commercio, si è risentito e ha chiesto spiegazioni, in quanto non si doveva permettere di rispondere ad un marito della paziente in questo modo.
Mi scusi, ma le sembra un bel comportamento di questo primario dell endoscopia? a me no, e ripeto, a me non sembra vero do averele fatte queste indagini, ma io come paziente mi sembra di avere il diritto di chiedere tutte le spiegazioni che voglio, di telefonare ache varie volte, e non per questo mi devono rispondere e comportare in questo modo,
Ripeto se gli esami fosero durati più facendomi provare molto dolore gli avrei denunciati tutti, in quanto avrebbereo dovuto aspettare che i sedativi facessero effetti e non invece fare tutto da sveglia completamente!
è non è così, lei come medico puo confremarmelo.
Insomma subito dopo mi hanno fatto avere il referto da una infermiera, lui non è venuto per niente, mi hanno tolto subito dal braccio la soluzione fisologica e mi hanno detto che appena mi sentivo potevo andarmene, insomma si volevano sbarazzare di noi, così non ho potuto neanche avere il parere dell'endoscopista sull' esito
colon comunque negativa, gatrsoscopia con gastrite antrale erosiva e duoedenite, ma ho già girato i referti agli specialisti di questo sito, che è davvero meraviglioso, in quanto date senza seccarvi tutte le delucidazioni che un paziente ha bisogno, ci aiutate anche a tranquillizarci molte volte, ma non dovrebbero essere così tutti i medici, sopratutto un "primario" o dirigente di un centro endoscopico?
grazie ancora per quello che fate
[#23] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Signora, posso dirle solo che lei ha il pieno diritto di sapere cosa le hanno iniettato e quanto. I farmaci sono probabilmente Propofol e Ultiva, ma non avrebbe dovuto essere "sveglissima" affatto, la sua agitazione non c'entra, ed a questo punto se era sveglissima non capisco molte altre cose, ma per giudicare a fondo avrei dovuto esserci. Un consiglio: chieda il documento anestesiologico che il collega deve aver compilato se ha fatto una prestazione, non so se lei ha fatto un day hospital o una forma di ricovero ambulatoriale, ma dovrebbe esserci una cartella o una qualche forma di documento. Comunque è finita, la saluto.
[#24] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
Salve, rieccomi nuovamente a fare un'altra colonscopia! Ho 46 anni e per dei continui dolori al fianco sinistro e inguine sinistro ho fatto la ricerca del sangue occulto nelle feci che è risultato positivo.RIC.SANGUE OCC.SENZA DIETA METODO IMMUNOLOGICO. PRIMO CAMPIONE 99 SEC. 57 TERZO 47. Ma siccome mi sanguinano le gengive il medico mi ha detto che può essere per quello ma mi ha detto di fare la colonscopia. Ma non esite un esame che comprova se l'esito positivo dipende o meno dalle gengive?
io ho già fatto una colonscopia a maggio 2011 in quanto ho da sempre la pancia dura e gonfia. COLONSCOPIA:
introduzione dello strumento e sua progressione sino al cieco, preparazione intestinale non completa con presenza di feci liquide .Ampolla rettale libera da feci con mucosa liscia di aspetto normale. Pliche di Houston conservate. Nulla di patologico lungo tutti i tratti colici esplorati.Conclusioni: esame negativo.Gastroscopia: esito gastrite erosiva.
ed ad agosto 2012 per dei continui dolori al fianco sinistro e inguine sinistro ho fatto .TAC ADDOME COMPLETO SENZA CONTRASTO:l’esame TC dell’addome superiore ed inferiore per quanto possibile evidenziare non ha messo in rilievo alterazioni a carico dei parenchimi splancnici esaminati. Microlitiasi renale bilaterale medio caliceale inferiore, in assenza di dilatazione calico pielica.Non linfoadenomegalie evidenziabili alla metodica.Non versamenti liberi in addome. Vescica regolare a pareti conservate
tac e ecografia adcompleto:fegato:dimensioni nei limiti con eco struttura omogenea in assenza di lesioni di natura ripetitiva.Colecisti:ben distesa, pareti regolari, ecopriva.VBP:nei limiti Pancreas:dimensioni nei limiti con eco struttura omogene asse spleno port:decorso e calibro nella normaMilza:dim.(dim lung 10 cm) ed eco struttura nella norma.RENE DX E SN: in sede normoconformati, quota cortico midollare normorappresentata in assenza di formazioni espansive patologiche. Piccole cisti corticali di dimensioni al di sotto del cm.Presenxa bilateralmente di spots iperecogeni come da renella con evidenza a dx di accumulo di echi di 6mm con tendenxa al cono d’obra come da litiasi al polo inf.Vie escretrici non dilatate.VESCICA: ben distesa, pareti regolari in assenza di diffetti di riempimento.UTERO:normovesoflesso, dimensioni nei limiti,(7,9x x4.3x4.6) con eco struttura lievemente addensata a livello del fondo in assenza di grossolane formazioni espansive.Endometrio centaleproliferativa.Annessi nei limiti. Marcato meteorismo colico non evidenza distazioni linfonodali ingrandite ne versamento libero intraperitoneale. Visto che è un esame molto inasivo ho deciso di fare la colonscopia virtuale , ma non esiste un esame per sapere se dipende dalle gengive? inoltre non ho fatto nessuna dieta prima dell'esame, ma leggendo ho letto degli alimenti che devono esere evitati, è il caso di rifare l'esame del sangue occulto?comnuque questo esame è stato chiesto dalla mai ginecologa per dei continui dolori al fianco sinistro e inguine sinistro , al basso ventre e dolore all'atto di urinare per cui ho fatto tac ecografia addome completo, ecografia transvaginale e visita urologica che non hanno evidenazito niente di rilevante a parte marcato meteorismo colico, comunque è da diversi mesi che i dolori sono scomparsi del tutto, infatti questo esame del sangue occ. quasi non lo volevo fare e infatti l'ho fatto in ritardo, in quanto i dolori per il quale mi era stato prescritto questo esame erano scomparsi del tutto. Ora sono molto preoccupata, questo risultato mi preoccupa, in quanto una caussa ci deve essere, ma quale? in internet ho letto che per certi medici il sangue nelle gengive non c'entra nulla per creare un faslo positivo, per altri invece ne potrebbe essere la causa, come sostiene anche il mio medico. Quindi se leggo le altre cause non posso di certo stare tranquilla. Io soffro anche di emmoroidi interne che mi danno solo molto prurito, e soalmente in sporadici casi ho notato delle goccioline di sangue nella cartaigenica, ma comunque nel 2011 avevo fatto la colonscopia che è risultata negativa, e la gastrenterologa che mi ha fatto la tac addome completo mi ha detto che quando la la colonscopia è risultata negativa si rifa dopo 4/7 anni, è vero? quindi se sono passatisolo 2 anni da quando l'ho fatta ed era negativa dovrebbe essere quindi improbabile che si sia sviluppato un tumore al colon? come vede ho molti dubbi, derivanti da diverse teorie e solo dehli altri medici possono chiarirmi questi dubbi, inoltre io sto già male per problemi personali e per un problema di vertigine che mi dura da 1 anno, quindi ho un carico di stress notevole, e questo altro esame positivo non fa che aggrvare il mio stress, la ringrazio per le delucidazioni che potrà darmi, le ripeto sono molto preoccupata e ovviamente penso al peggio....
[#25] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
deve ri-postare il quesito nella apposita sezione di "Gastroenterologia ed endoscopia digestiva" o anche di "Chirurgia dell'apparato digerente" per avere delle risposte e dei suggerimenti più specifici visto che questa sua richiesta esula dalle competenze specialistiche degli "Anestesisti-Rianimatori".
Grazie e cordiali saluti
[#26] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2003
La ringrazio, e le volevo chiedere delle delucidazioni a riguiardo proprio dei sedativi dati in corso di colonscopia.
Io forse dovrei rifare la colon, ma sono anche favica, con molti composti che non posso assumere, e tempo fa proprio lei mi ha sconsigliato di nadare a fare la colon, in una struttura dove senza fare esami di sorta mi avrebbero dato il propofol per la sedazione cosciente e inoltre volevano darmi come preparazione il moviprep, dicendo che potevo prenderlo, quando anche lei mi ha confermato che è sconsigliato per chi ha il favismo. Ogni volta che devo assumere un medicinale o fare un esame che prevede di assumere qualsiasi sostanza per me è un calvario, devo accertarmi se li posso prendere, e inoltre tal volta dagli stessi medici mi sono stati prescritti dei farmaci che non potevo prendere. La mia domanda è, che sedativi vengono usati per la sedazione cosciente? ogni centro ne usa uno diverso oppure no? e io essendo favica posso prendere tutti i tipi di sedativi che usano per la sedazione cosciente oppure devo stare attenta a qualcuno in particolare? volevo fare la colonscopia virrtuale ma ho scoperto che alcuni centri iniettano un contrasto iodato ma io non mi fido, anche quando volevano farmi la RM encefalo con il mezo di contrasto per la prollatina alta ho rifiutato e me l'hanno fatta senza, ma mi hanno deto che non serviva a niente, è vero? io sapevo che la colnscopia virtuale bisognva prendere solamente i preparati tipo iscolan , selgesse etc, non del contrasto iodato. Per me ogni volta è un trauma, posso fidarmi a fare la colonscopia con i sedativi che mi danno o devo stare attenta? in fatti volevo fare la colon virtuale in quanto non cìè bisogno della sedazione, ma ora ho scoperto del mezzo di contrasto iodato, altri centri mi hanno detto che non danno i prparati da sciogliere in acqua ma dei farmaci e una terapia desensibilizzante. Ora mi chiedo ma questa coln virtuale si può fare in qualsiasi centro viene fatto? in Abruzzo ne ho trovati diversi , o bisogna stare attentidove si va a farla? scusate ma sono molto confusa con tutti i centri che ho contattato e ogniuno mi dice qualcosa di nuovo, inoltre sono preoccupata in quanto favica e non posso assumere senza pensarci tanto tutti i farmaci o sostanze, preparati che i medici sono pronti a darmi, talvolta dicendo che li posso prendere quando non è così, per me tutto ciò è molto stressante. I principi che non posso assumere per il favismo sono ( a 7 anni ho avuto la crisi emolitica e mi hanno ricoverato per farmi le trasfusioni di sangue):
ANALGESICI: ACETANILIDE-ACIDO ACETILSALICILICO-FENACITINA-FENAZONE-AMINOFENAZONE
ANTIMALARICI:PRIMACHINA.PAMACHINA-PENTACHINA-MEPACRINA-CHINOCIDE
ALTRI AGENTI ANTIBBATERICI:FURAZOLIDONE-NITROFURANTOINA-CLORANIFENICOLO-ACIDO-PARA-AMINOSALICILICO
SULFAMIDICI E SOLFONI:SULFANILAMIDE-SULFAPIRIDINA-ACETILSULFANILAMIDE-SULFACETAMIDE-SULFAFURAZOLO-TIAZOSULFONE-SALAZOSULFAPIRIDINA-ADESULFONE SODICO-SULFAMETOSSIPIRIDAZIMA
MISCELLANEA:NAFRALENE-VITAMINA K IDROSOLUBILE-TRINICROTOLUENE-BLU DI METILENE-DIMERCAPROLO (BAL)-FENILIDRAZINA-CHININA-CHINIDINA
La ringrazio delle delucidazioni che potrà darmi, e se ho sbagliato la categoria mi dica in quale sezione posso postare il mio quesito