Utente 761XXX
Un fungo ormai cronico, più visibile nel periodo invernale, oramai sono 22 anni che lo porto con me, piccole macchie rosse su schiena, spalle, torace, pancia, inguine, gambe.
Antimicotici in pomata, lozione, per bocca e un sapone allo zolfo che uso ancora oggi.
Preciso che ho pelle acneica e una dermatite seborroica che va a pari passo con il fungo.

Un anziano dermatologo di provincia mi trovò molti anni fa una buona soluzione:
un preparato con alcool 60°, alcol iodato 2%, acido salicilico X gr, un rimedio dei suoi tempi disse, da usare una volta al giorno.

La prescrizione oramai è andata persa, il medico purtroppo non è tra più tra noi e continuo di anno in anno a portare la bottiglietta alla farmacia per farmi fare dell'altra lozione, sull'etichetta sta scritta la prescrizione che viene trascritta in un'altra bottiglietta.

Di anno in anno temo però che i farmarcisti trascrivendo gli ingredienti abbiano fatto qualche errore nelle quantità di acido salicilico.
Su una bottiglietta più vecchia sembra sia scritto 8gr , su quella nuova hanno scritto 2gr.
Ricordo che i primi anni avvertivo bruciore sulle macchie all'applicazione del liquido, mentre ora non più.

Non so a chi chiedere, il mio medico di base non lo sa e mi rivolgo a voi: quale può essere la dose corretta?
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
E' probabile che ci sia stato un errore di trascrizione.
E' certamente vero che la percentuale al 2% (bassina) si può usare , ma certamente se bruciava la soluzione era più spinta (all'8%, perchè no)e l'azione cheratolitica molto più marcata. L'acido salicilico si usa in un range abbastanza ampio , a seconda dei risultati voluti.
La prossima volta faccia notare la cosa al farmacista.
Cordialità