Utente 474XXX
gentile Dottore buonasera,le vorrei esporre il caso di mia figliaper un chiarimento.E' stata operata il 12 settembre u.s. di mastoplastica additiva. Le hanno prescritto Ananase cp per7gg,Augmenti cp x 7gg. Dopo 2 giorni le sono stati tolti i drenaggi efin qui tutto bene.Dopo 2 giorni dalla rimozione del drenaggio aveva la febbre a 39°.Ha continuato la terapia prescritta e dopo 7 ggle hanno tolto i punti di sutura.Da allora ha sempre la temperatura a 37-37,5°,ela mammella dx dolente e gonfia .
Il chirurgo le ha fatto fare varie ecografie da cui si vede solo una piccola falda di liquido.In questi 2 mesi ha continuato con antibiotici,poi Bentelan,ed infine antinfiammatori.Penso che ci sia qualcosa che non va.Per piacere mi può aiutare?
Mia figlia ha 21 anni.
Grazie di cuore
[#1] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2003
Gentile signora,
credo che lei ha già capito che l'evoluzione è un pò più complicata. Probabilmente la raccolta di sangue o siero è responsabile della persistenza dello stato febbrile e questo giustifica una terapia antibiotica protratta. Faccia seguire sua figlia molto spesso dal chirurgo per tenere sotto controllo la situazione e per prevenire complicanze maggiori.
Dott. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi
[#2] dopo  
Prof. Massimo Vergine
24% attività
12% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Gentile Signora anch'io sono in perfetta sintonia con Collega in quanto credo che il persistere di qualche linea febbrile e di un gonfiore alla mammella operata sia un verosimile segno di una piccola raccolta che non riesce a riassorbirsi del tutto. Eventualmente senta di nuovo il collega che ha effettuato l'intervento su un eventuale drenaggio del liquido siero ematico
Prof. Massimo Vergine
www.massimovergine.it