Utente 474XXX
gentile Dottore buonasera,le vorrei esporre il caso di mia figliaper un chiarimento.E' stata operata il 12 settembre u.s. di mastoplastica additiva. Le hanno prescritto Ananase cp per7gg,Augmenti cp x 7gg. Dopo 2 giorni le sono stati tolti i drenaggi efin qui tutto bene.Dopo 2 giorni dalla rimozione del drenaggio aveva la febbre a 39°.Ha continuato la terapia prescritta e dopo 7 ggle hanno tolto i punti di sutura.Da allora ha sempre la temperatura a 37-37,5°,ela mammella dx dolente e gonfia .
Il chirurgo le ha fatto fare varie ecografie da cui si vede solo una piccola falda di liquido.In questi 2 mesi ha continuato con antibiotici,poi Bentelan,ed infine antinfiammatori.Penso che ci sia qualcosa che non va.Per piacere mi può aiutare?
Mia figlia ha 21 anni.
Grazie di cuore

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile signora,
credo che lei ha già capito che l'evoluzione è un pò più complicata. Probabilmente la raccolta di sangue o siero è responsabile della persistenza dello stato febbrile e questo giustifica una terapia antibiotica protratta. Faccia seguire sua figlia molto spesso dal chirurgo per tenere sotto controllo la situazione e per prevenire complicanze maggiori.
Dott. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi
[#2] dopo  
Prof. Massimo Vergine
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile Signora anch'io sono in perfetta sintonia con Collega in quanto credo che il persistere di qualche linea febbrile e di un gonfiore alla mammella operata sia un verosimile segno di una piccola raccolta che non riesce a riassorbirsi del tutto. Eventualmente senta di nuovo il collega che ha effettuato l'intervento su un eventuale drenaggio del liquido siero ematico
Prof. Massimo Vergine
www.massimovergine.it