Utente 202XXX
Buon giorno,
mia moglie nata il 21/02/1960
operata nel 2002 di un carcinoma al seno, eseguendo una mastectomia totale con svuotamento ascellare,seguita da 6 cicli di chemio "rossa" e 6 cicli di chemio "gialla"
rioperata nel 2007 per una recidiva nel capezzolo, lasciato dall'intervento precedente, seguito da 6 cicli di chemio "taxol" e 21 cicli di "recepting".
Ha eseguito periodicamente con scadenza semestrale, i controlli di protocollo.
Circa 2 mesi fà, sono iniziate delle fasi depressive, seguite da disturbi di coordinazione nei movimenti degli arti superiori; il neurologo che la seguiva, ha preferito far eseguire una Rm cerebrale con e senza contrasto, dalle quali sono stati riscontrate delle metastasi.
RM ENCEFALO:
disseminate in tutto il tessuto cerebrale e cerebellare, si osservano multiple lesioni eteroplastiche intracerebrali, di verosimile natura secondaria. Quelle mdi maggiore dimensione appaiono localizzate a sede nucleo-capsulare sinistra, talamica destra, frontale corticale sinistra ed alla convesittà corticale frontale anteriore destra ed appaiono disomogeneamente ipointense in T1 e iperintense in FLAIR, ma sopratutto nelle immagini T2 dipendenti, circondate da alone di edema perilesionale. Il 3° ventricolo, il corno anteriore del ventricolo laterale sinistro ed il trigono ventricolare destro appaiono compressi.
RM encefalo con contrasto: non appaiono significative differenze da sopra scritto.
TC torace con e senza contrasto: in entrambi gli ambiti polmonari si apprezzano multiple aree di patologico consolidamento parenchimale di dimensioni variabili tra 5 e 35mm compatibili in prima ipotesi con lesioni secondarie.
TC addome con e senza contrasto: tutto nella norma tranne, in corrispondenza del terzo superiore, del terzo medio e del terzo inferiore del rene di destra si apprezzano tre aree di ipodensità a margini sfumati, di dubbia natura (ischemiche?secondarie?) utile follow-up.
Tc pelvica con e senza contrasto: tutto nella norma.

Sono stati prescritti, e li ha iniziati, 2 cicli(10 sedute) di radioterapia, assume soldesam 8mg al mattino e 4mg alla sera, e Gardenale 50mg alla sera, e relativa protezione riopan. Le sono stati dati pochi mesi di vita.
Vorrei un parere sulla diagnosi, sulla cura se è giusto o si potrebbe fare altro e sulle prospettive di vita.

Certo di un Vostro riscontro
Porgo Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
LA COMPARSA DI SECONDARISMI TI TALE TIPO è FONTE DI PEGGIORAMENTO DELLA PROGNOSI; LO SCOPO DELLE TERAPIE è QUELLO DI CRONICIZZARE LA PATOLOGIA E DARE COMUNQUE DARE LA MIGLIORE QUALITA' DI VITA POSSIBILE
[#2] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dottore,
quindi Lei mi conferma la prognosi di qualche mese di vita?
[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
io mi concentrerei sulla qualità di vita! il cronometro lo ha il Buon Dio!
[#4] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Dottore Lei mi parla di "qualità di vita" mi edotti sulla migliore qualità di vita che io e i miei due figli possiamo darle, mi aiuti ci sentiamo impotenti ! GRAZIE
[#5] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
da soli non potete far nulla; ci vuole il supporto dei medici dal medico di famiglia all'oncologo al nutrizionista e al medico della terapia del dolore (questi ultimi se e quando necessari).
Si affidi al suo curante