Utente 173XXX
Gentile dottore le scrivo per chiedere un consulto per mia madre. Ella da 7 giorni è affetta da varicoflebite della gamba sin., diagnosticata per via clinica e strumentale (ecodoppler). Sebbene all'indagine ecografica non abbia evidenziato alcun trombo a carico del sistema venoso profondo, le è stata prescritta una cura con eparina 4000 U.I.e ceftriaxone 1g pro die( iniezione praticata la sera). Ma nonostante la cura mia madre presenta, soprattutto dalle 16 in poi una temperatura alterata, oscillante tra i 37,5° e i 38°. L'unico sintomo che ella riporta è il dolore relativo alla sede interessata dalla flebite. E' possibile pensare che la causa della febbre intermittente non sia la flebite?
grazie
cordialità
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
non è scluso che una varicoflebite possa accompagnarsi ad un modesto rialzo termico.
Non ci è possibile per ovvi motivi a distanza escludere altre possibilità