Utente 202XXX
Salve,
per lieve ipertensione 90/95 min su 140/145 max, da un paio di mesi assumo, su prescrizione del mio medico, 1/2 pastiglia di Lobivon 5 mg.
Devo dire che i valori pressori sono ora ben controllati e stabilizzati, 75/80 min su 120/125 di max.
La mia preoccupazione deriva dalla frequenza cardiaca, nel senso che sono consapevole di come i beta-bloccanti e nella fattispecie il Lobivon abbiano un effetto braadicardico, vi chiedo tuttavia se vi sia una soglia di riferimento sotto la quale sia lecito allarmarsi ?
Io, in condizioni di relax, mediamente vado da 54 a 58 bpm, vi sono momenti anche di 65 come di 52 bpm.
Devo preccuparmi? Anche perchè tutti questi dati, seppur in momenti di relax, sono rilevati di giorno, ma di notte dove un abbassamento generalizzato è fisiologico, rischio qualcosa ?

Ringrazio e saluto cordialmente.
Stefano

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
LA bradicardia che lei segnala, legata alla piccola dose di nebivololo che assume e' assolutamente priva di complicanze, anzi e' spesso un effetto ricercato. Si tranquillizzi
Cordailita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Ringrazio per la celere risposta.
Cordialità
Stefano