Utente 107XXX
Buonasera. Ho misurato la pressione a mio figlio (18 anni): massima 90, minima 45. L'ho portato dal medico di famiglia e mi a detto di non preoccuparmi. Pensandoci bene, però, mio figlio avverte spesso freddo, la mattina nausea ed è molto pigro (o stanco). Questi sintomi possono essere associati alla pressione bassa? Dato che quest'anno ha gli esami di maturità, non sarebbe meglio proporre una cura con integratori o altro? I dati di mio figlio: altezza mt 1,90, peso kg 72. Analisi del sangue nella norma, anche quelle sulla tiroide. Attività fisica praticamente assente (computer). Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

la sintomatologia da Lei riferita, in presenza di esami ematochimici nella norma, può essere attribuita alla pressione arteriosa tendenzialmente bassa.

L'ipotensione arteriosa, se asintomatica per sincope (svenimenti con perdita di coscienza), non costituisce un problema.

Prima di instaurare una terapia farmacologica è opportuno modificare le abitudini di vita:
- evitare digiuni prolungati, ambienti caldi ed affollati
- assumere piccole quantità di cibo ben distribuite nel corso della giornata (colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena)
- aumentare il consumo di sali nella dieta
- aumentare l'introito di liquidi (acqua 1,5- 2 L/die), favorendo le acque minerali.

Cordiali Saluti