Utente 101XXX
Salve
ho 36 anni e dopo una tromboflebite avuta a 20 anni e a causa di assunzione di anticoncezionali sono risultatata positiva al fattore v eterozigote. Ho letto che alcuni recenti studi associano il fattore v all'infarto miocardico nelle giovani donne. Comincio a preoccuparmi. Nonostante un'alimentazione piuttosto sana,il mio colesterolo è 201,ma l'Hdl è 38 e Ldl 144. Fumo 5 sigarette al giorno.
Grazie delle indicazioni

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
una reale associazione tra la presenza di alcuni profili genetici e la possibilità di infarto giovanile sono davvero basse da non dover incutere in lei un particolare timore, tuttavia è assolutamente necessario che lei abolisca il fumo, eserciti una costante attività fisica e stia attenta nell'alimentazione.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
gentile dottore
grazie della risposta. Purtroppo credo che i valori del colesterolo non dipendano da quello che mangio,perché mi alimento in modo sano, qualcuno mi dice che è colpadell'ipotiroidismodicui soffro. Le 5 sigarette per chi ha il fattore v sono davvero così pericolose?
Grazie davvero
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Il fumo è dannoso comunque, non solo per il cuore ma anche per polmoni, mentre effettivamente l'ipotiroismo può favorire gli squilibri lipidici.
Saluti