Utente 457XXX
Buongiorno ho 28 anni qualche anno fa mi è capitato di notare sul grande in prossimità dello sbocco dell'uretra una piccola lacerazione di circa 2-3 mm di lunghezza.
Questa non mi ha mai dato alcun disturbo se non un leggero bruciore a contatto con l'urina. Prima di recarmi dal medico sono trascorsi molti mesi. Col passare del tempo quella piccola lacerazione è diventata dolente e infiammata, così mi sono deciso ad andare dal medico.Il medico di famiglia allora mi ha curato con una pomata a base di cortisone. Questa non ha sortito nessun miglioramento anzi ha provocato una sostanziale secchezza della pelle e una diminuzione dell'elasticità del glande.
Allora sono andato da un dermatologo che mi ha fatto fare un esame tampone per verificare quelache possibile infezione. Dagli esami non è risultato nulla eccetto un numero superiore alla media del battere Escherichia Coli. Così mi ha prescritto una pomata (Crystacide) per combattere locamente l'infezione, e una pomata (Eutrosis) per ridonare elasticità al glande.
L'infiammazione è così passata, e con essa anche il rossore e il bruciore sono passati. L'elasticità del glande è notevolmente migliorata ma quella piccola lesione è rimasta intatta nelle sue dimesioni così come anni fa. Il dermatologo mi ha detto dopo tutto questo tempo quella lesione è diventata cronica ma che non c'è da preoccuparsi e che se non mi dà particolari fastidi non è un problema...certamente in questo modo resto più esposto a possibili infezioni, immagino...io vorrei sapere se cìè la possibilità di guarire. se è necessario un piccolo intervento o se esiste qualche pomata. Adesso per problemi alla schiena dovrei seguire un corso riabilitativo di nuoto ma non mi fido ad entrare in acqua, non vorrei incappare in qualche infezione.
Attendo fiducioso una risposta
Grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

dalla descrizione che fa del suo caso è verosimile pensare che quella "piccola lesione del glande immutata da molti anni" possa non essere una lesione, ma più che altro una malformazione peniena benigna che si resa più evidente (o si è resa manifesta) dopo anni.

le consiglio di eseguire il videat Venereologico.

cari saluti
Dott. Luigi Laino
Ricercatore Dermatologo e Venereologo, ROMA


[#2] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Concordo con il Collega per la visita dermato-venereologica, indispensabile per una diagnosi.

Cordiali saluti