Utente 159XXX
Salve sono un iperteso di 54 anni e sono sotto terapia con inderal 80x2 e adalat 50 mg. Da circa due anni ho episodi di aritmia cardiaca mediamente ogni 2 settimane che si sono sempre risolti senza interventi nel giro di 24-36 ore tranne un ultimo episodio 20 giorni fa che dopo 4 giorni si e' rivelato essere una fibrillazione atriale che ho risolto dopo 2 giorni utilizzando cordarone 200 mg. Ora precedentemente avevo gia' fatto una serie di indagini che non avevano rivelato alcuna patologia particolare (ecg, eco cuore, eco coronarie, prova sforzo e holter). Atteso che comunque gli episodi di aritmia continuano senza spiegazioni volevo chiedervi che tipo di indagini posso fare per capire le cause che scatenano gli episo; l' unico episodio di fibrillazione atriale mi e' successo dopo un quasi avvelenamento alimentare che mi ha causato bruciori di stomaco per oltre 12 ore
grazi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Innanzi tutto lei deve iniziare terapia anticoagulante orale con warfarin (coumadin) in modo da rendere meno possibili episodi trombo embolici.
Se il cordarone, come sembra dire lei, è efficace nel suo caso ad evitare recidive di f.a. Lo può proseguire, controllando dopo 1,3,6,12 mesi gli esMi di funzione tiroidea. Ma, le ripeto, la cosa fondamentale è che lei inizi una terapia anticoagulante orale.
Leggo dalle sue note che è corta ente sovrappeso, il che non semplifica le cose, cerchi quindi di ridurre il suo peso corporeo.
Ovviamente suppongo che lei non fumi.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
no, non fumo. Sono in sovrappeso ma pratico abbastanza sport. La terapia anticoagulante l' ho fatta con la calcioeparina quando ho avuto l' episodio di f.a.. Quindi lei pensa che debba seguire una terapia anticoagulante sempre, anche quando non ho episodi di aritmia in corso ?
E invece un percorso di indagine per capire i motivi di queste aritmie non e' praticabile ?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L anticoagulante è fondamentale nella terapia del paziente con storia di f.a. Parossistica.
Data la sua giovane eta' forse è bene che lei prenda in considerazione di sottoporsi ad uno studio elettrofisiologico per valutare la possibilità di una ablazione.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
quindi se ho capito bene lei pensa che tutti gli episodi di aritmia che ho avuto sono in realta' tutti episodi di fibrillazione atriale nonostante si siano risolti da soli ?
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È lei che mi ha detto che gli episodi sono di f.a. E che si sono risolti con cordarone.
Buona giornata
Cecchini
[#6] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
mi sono spiegato male, di uno solo (venti gg fa) sono sicuro fosse di f.a. perche' durava da 4 giorni e sono andato al p.s. e a seguito di ecg mi e' stata diagnosticata f.a. e prescritto cordarone 200 x 2 al giorno e terapia anticoagulante con clexane e dopo due giorni il ritmo e' tornato sinusale ed ho interrotto la terapia con cordarone precedentemente tutti gli episodi si sono risolti spontaneamente senza farmaci nel giro di uno-due giorni
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' molto probabile che quei piccoli episodi di aritmia che lei avverte siano brevi episodi di f.a. parossistica.
Per questo ho consigliato quanto sopra.
arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#8] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
comunque ho iniziato stamane una terapia con clexane e cordarone nella speranza di tornare a breve al ritmo sinusale e poi il giorno 30 ho un appuntamento per una visita on uno specialista per studiare percoso diagnostico e di terapia.
grazie
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Faccia come crede. Auguri
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
A distanza di venti giorni ho avuto altri 3 episodi di F.A. risolti il primo dopo 3 giorni con cordarone, il secondo all' ospedale con 2 fiale di rytmonorm dopo 8 ore dall' inizio ed un terzo dopo 24 ore con tre compresse di rytmo norm. Ora ho cominciato dalla scorsa settimana la terapia anticoagulante con il Coumandin ed il cardiologo mi ha dato una terapia consistente in due capsule di Rytmonorm retard oltre alla terapia per la ipertensione consistente in 1 valpression 160 e 1 adalat crono 60 al di.
Ora la terapia antiaritmica al momento sta funzionando perche' dopo la prioma settimana non sto avendo disturbi e non avuto recidive di F.A.
Quello che vorrei sapere da voi e nel caso la F.A. non si ripresenti quale potrebbe l' evoluzione futura della terapia :
Diminiuire la dose di Rytmonorm ?
Sostiuire la terapia anticoagluante con una antiaggrgante (che gia facevo) ?
Grazie
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La terapia anticoagulante è consigliabile a vita, dal momento che qualsiasi episodio futuro di f.a. Può complicassi con una Teo boe bilia.
Pr ciò che concerne l antiaritmico, dato che il propafenone (Rytmonorm) è assolutamente ben tollerato ed in lei pare anche efficace, consiglierei di proseguirlo.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#12] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio, ma mi spiega il significato di Teo boe bilia ?
grazie ancoraa
[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sorrida...quelle tre parole che sembrano africane sono state solo un errore del sistema di scrittura del telefonino....volevo scrivere...tromboembolie .
Buona serata e grazie per la segnalazione Dell involontario errore
Cecchini
[#14] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Salve sono oramai due mesi che sto seguendo la seguente terapia :
Rytmonorm 425 ogni 12 ore
Valpression 160 1 al giorno
Adalat crono 30 mg. ogni 12 ore
Terapia anticoagulante orale con coumadin
Ho eseguito un Holter cardiaco 15 gg fa che ha confermato l' assenza di aritmie e la buona situazione attuale.
Ho gradualmente ripreso a praticare sport e sto contemporaneamente cercando di dimagrire.
Volevo chidere secondo voi quale puo' essere l' evoluzione della terapia, ed in particolare :
Potro' iniziare a ridurre il rytmonorm ?
In assenza di F.A. potro' passare dalla TAO ad una terapia con anti aggreganti tipo cardioaspirina e persantin come facevo prima di scoprire di soffrire di FA ?
E se si dopo quanti mesi di assenza di episodi di FA potro' farlo ?
Grazie
[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La terapia anticoagulante va proseguita a tempo indefinito. Tra qualche mese uscirà pero in Italia un farmaco ( Dabigatran) che sara ancor più efficace del coumadin e non necessiterà di alcun prelievo ematico.
Il Rytmonorm, come ogni antiaritmico, funziona solo se lo si assume quotidianamente.
Cordialmente
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#16] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio per la rapidita' della risposta.
Quindi lei pensa che le possibilta' che possa guarire dalla F.A. sono praticamente nulle ?
Continuando la terapia TAO, che mi protegge da episodi tromboembolici, non potrei provare a diminuire o sospendere gli antiaritmici, che penso siano comunque dannosi ?
o lei pensa che dal momento tollero abbastanza bene il rytmonorm non valga la pena di provare a sospenderlo ?
Grazie
[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quel tipo di antiaritmici non sono assolutamente dannosi; dalla f.a. non si guarisce, o meglio ci si puo' curare per ridurre al massimo gli episodi di recidiva.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#18] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
volevo chiderle un parere sulla terapia antipertensiva che sto seguendo :
adalat 20mg una al mattino ed una alla sera
valpression 160 a mezzogiorno
con questo dosaggio attualente riesco a mantenere valori pressori nella norma (medimente 85/125 al mattino e 80/120 alla sera)
Ora poiche' ho molti fastidi con il gonfiore alle caviglie e ai piedi il cardiologo mi ha detto di provare a sostituire l' adalat 20mg. con il cardiovasc 10 mg. che sembra dare meno problemi di gonfiore.
Le chiedo c' e' differenza se prendo 1 compressa da 20 mg. al mattino o se ne prendo una da 10mg. al mattino ed un altra sempre da 10mg alla sera ?
grazie
[#19] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Può provare a sostituire l adalat. Ma si renda conto he l edema agli arti inferiori è anche dovuTo al suo sovrappeso.
Arrivederci
Cecchini

[#20] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Ho sostituito l' adalat con il cardiovasc 20mg e ho avuto un netto miglioramento relativamente al gonfiore agli arti inferilori. Avendo avuto un incremento dei valori pressori ho variato la dose del valpression portandola al massimo di 320 mg, dopo averne parlato con il umedico, e riesco a mantenere la pressione su livelli borderline , in particolare la sera ho valori intono a 93-135 mentre la mattina e' intorno a 85-125 annche perche' il cardiovasc lo prendo alle 7 mentre il valpression alle 19.
Ora il mio dubbio e' che una volta arrivato l inverno la terapia potrebbe essere in42sufficiente.
Pensa che in tal caso possa introdurre un ulteriore altro farmaco?
Poiche'prendo 2 capsule di Rytmnorm 425 non prendo betebloccanti (prima del rytmonorm prendevo lobivon 5mg).
Del resto la terapia con il rytmonorm sta avendo successo visto che oramai son 5 mesi che non ho episodi di f.a.; l'unico effetto fastidioso del rytmonorm e la crisi di poliuria che mi viene ogni mettina dopo aver presol la capsula alle 8.30 e che mi dura un oretta.
grazie
[#21] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La poliuria che lei riferisce al mattino è piuttosto strana.
La terapia anti ipertensiva non mi pare ancora abbia raggiunto valori accettabili. Che devono essere inferiori a 130/80 mmHg.
Può darsi che il suo cardiologo decida di modificarla magari sostituendo il sartanico con un ACE inibitore,.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#22] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
il problema che valori pressori inferiori a 130/80 sono riusciti ad ottenerli solo con adalat 60.
Relativamnete al problema della poliuria l' ho sempre avuta in concomitanza degli episodi di f.a. ed infatti tuttora quando cominciano temo che mi possa venire la f.a. ma in realta ho solo un po di aumento della frequenza che al mattino e' di circa 58 bpm e a distanza di una mezzora dall' assunzione del rytinorm aumentano sino a 78-80 bpm ma poi ritornano su 66 bpm.
Come dicevo questa poliuria mi viene solo al mattino dopo l' assunzione della capsula ma e' un evento quotidiano, o almeno quasi sempre.
Pensa debba fare ulteriori indagini ?
[#23] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È verosimile che olà sua frequenza più elevata al mattino sia legata al fatto che la dose di propafenone che lei assume alla sera non riesca a raggiungere le prime ore del mattino.
Parli con il suo medico per valutare l opportunità di ritardare l assunzione della sera al momento in cui si va a coricare.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#24] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Salve,
a distanza di ormai 6 mesi devo segnalare che non ho più avuto episodi di FA. L' unica cosa anomala che mi e' successo per due notti verso le 4 del mattino e' stato di svegliarmi con una tachicardia in atto (125bpm) e con pressione minima altissima (150/120). Ho preso una dose di valeriana e sono rimasto buono buono in poltrona a misurare pressione e battiti attendendo che la situazione si stabilizzasse; cosa che e' avvenuta dopo circa un' ora con pressione sempre alta a 110/148 ma con bpm a 70.
Il monitoraggio della pressione che eseguo due volte al giorno e' 90/135 con 54 bpm al mattino e 88/125 alla sera con 61 bpm.
Potrebbe trattarsi di un riaffacciarsi di un possiblie episodio di FA ?
In passato avevo episodi di leggera tachicardia (90 bpm) dopo aver preso il rytmonorm del mattino (prendo una capsula da 425 mg alle 9 del mattino e alle 22 di sera pero' ultimamente non mi sembra mi stesse piu' succedendo.
Questi i farmaci che attuamente prendo :
n.1 cardiovasc 29ì0 mg. alle 7 del mattino
n.1 rytmonorm 425 mg alle 10 del mattino
n.1 valpression 320 mg. alle 17
n.1 coumadin 5mg. alle 19
n.1 rytmonorm 425 alle 22
Pensa debba ripetere l' ennesimo Holter (l'ultimo l'ho fatto a fine ottobre) ?
Aggiungo che al momento sto attraversando una situazione di notevole stress (come molti del resto) a causa della crisi in atto.
Le chiedo di suggerirmi che fare.
grazie
[#25] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I valori pressori che lei riporta non sono soddisfacenti per un soggetto giovane come lei.
Parli con il suo cardiologo per rivedere la terapia.
Cordialita'
cecchini
[#26] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
a distanza di oramai circa 18 mesi dall' ultimo episodio, stamane mi sono svegliato alle 5:40 e mi sono subito reso conto di avere una F.A. in atto.
Pertanto alle 6:30 ho preso una compressa di rytmonorm 300 ed alle 7 sono rientrato in ritmo sinusale.
Dopo essermi consultato telefonicamente con un mio amico cardiologo alle 11 ho ricominciato la solita terapia antiaritmica che seguo appunto da circa un anno mezzo, ovvero un rytmonorm 425 ogni 12 ore.
Ora mi chiedo se il riapparire della F.A. puo' essere stato casato da un evento preciso o comunque chi soffre di questa patologia sia sempre a rischio di poter avere di queste recidive sia pure sporadicamente, oppure puo' essere il caso di valutare con il cardiologo una nuova terapia ?
grazie
[#27] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il paziente che ha gia' presentato episodi di f.a. deve mettere in conto che qualche episodio sfugga alla terapia antiaritmica cronica che sta eseguendo.
Proprio per questo e' fondamentale che il paziente sia in trattamento cronico con anticoagulanti orali.
Arrivederci
cecchini
[#28] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
Venerdi ho effettuato una visita dal mio cardiologo che mi ha detto le stesse identiche cose che mi detto lei, anzi lui si e' anche meravigliato che e' passato dll'ultimo episodio di f.a..
Poiche' mi sono lamentato di alcuni effetti collaterali del rytmonorm (perdita libido) mi ha detto di provare a sostituirlo con l' almarytm, sempre una compresse ogno 12 ore, poiche' per sua esperienza non gli risultano segnlazioni di questo tipo prolema.
Pertanto da sabato lo sto utilizzando in sostituzione del rytmonorm, ovviamente dovessi riavere altri episodi ritornero' alla terapia usata sino ad ora.
Volevo chiederle un suo parere su questa soluzione.
grazie
[#29] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Anche la flecainide è un ottimo armato per la prevenzione delle recidive della f.a.
Arrivederci
Cecchini