Utente 103XXX
Buonasera Dottori. Tutto ha inizio a fine ottobre 2010, quando mi accorgo che ho 3 piccole chiazze arrossate sugli avambracci. Col passare del tempo i sintomi si acuiscono. Le 3 chiazze rosse diventano sempre più grandi, pruriginose, e aumentano anche di numero fino ad arrivare a circa 12 chiazze rosse, posizionate nei seguenti punti: 4 sull'avambraccio destro, 3 sull'avambraccio sinistro, 1 sul braccio sinistro, 1 sul dorso della mano destra, 1 sul dorso della mano sinistra, 1 sulla spalla destra e 1 sulla areola del capezzolo sinistro (credo quest'ultima la più fastidiosa di tutte, in quanto a prurito). E qui siamo a gennaio 2011. Oltre a diventare più estese come dimensioni (quella più grande sull'avambraccio destro ha un diametro di 4 cm) e ad aumentare di numero fino a 12, queste chiazze rosse pruriginose emettono un siero trasparente (specie dopo che ho fatto la doccia) che poi si indurisce/secca e si trasforma in delle croste di colore giallo scuro. Ovviamente, vedendo che non è una situazione normale e che non ho mai avuto, a gennaio 2011 mi decido di andare dal medico curante a mostrargliele. Lui non ha idea di cosa possa essere e mi manda dal primo dermatologo. Il primo dermatologo mi dice che sono tutte delle "lesioni da grattamento impetiginizzate", dove c'è una infezione streptococcica della cute, e che quindi vanno trattate per 7 giorni con Gentalyn Beta. Ora siamo a febbraio 2011 quando finisco la terapia di 7 gioni col Gentalyn, la quale ha un notevole effetto e mi fa scomparire tutte queste 12 lesioni e la pelle ritorna normale, e la terapia viene sospesa. Passano 10 giorni e siamo di nuovo da capo: le lesioni si ripresentano tutte e 12, con gli stessi sintomi. Torno dal medico curante che mi manda da un secondo dermatologo. Il secondo dermatologo dice anche lui che sono "lesioni impetiginizzate" e che vanno trattate con 10 giorni di Gentalyn + 6 giorni di antibiotico Abba. E siamo a marzo 2011. Termino la terapia con Abba e Gentalyn e la pelle è completamente guarita, ovverosia le 12 chiazze non ci sono più. Passano però altri 10 giorni e di nuovo tornano tutte le 12 chiazze, con prurito, siero e crosticine. E siamo ad aprile 2011. Da 20 giorni non mi sto mettendo nulla (non mi faccio automedicazioni) e non sto prendendo altri farmaci. I primi di maggio 2011 avrò una nuova visita con un terzo dermatologo. Voi cosa ne pensate di questa situazione, Dottori? E' mai possibile??? Non se ne può proprio più. Il mio curante non sa più che pesci prendere, letteralmente. Possibile che io stia avendo una impetiginizzazione delle lesioni così resistente alle varie terapie? Vi ringrazio per i consigli che vorrete darmi.
[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

Ci pensi un attimo: lei si tocca in qualche modo queste lesioni o le braccia?

Saluti
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio Dott.ssa Suetti per l'intervento. Allora: durante i 2 periodi di terapie con Abba per bocca e Gentalyn spalmato su tutte le 12 lesioni, ovviamente non mi sono mai grattato, perchè avevo la pomata sopra. Quando entrambe le terapie sono terminate e quando sia io che i dermatologi abbiamo constatato che le lesioni erano praticamente scomparse, ebbene sì, mi grattavo, soltanto qualora però avessi avuto prurito. Tuttora ovviamente mi gratto molto. La sensazione dell'intensità del prurito, comunque, è sempre proporzionale al minore o maggiore arrossamento delle 12 chiazze rosse sierose/crostose: più sono rosse, più prudono (specie dopo che sono state bagnate, dopo la doccia ad esempio). Invece, tutte le volte che le 12 lesioni spariscono dopo le applicazioni col Gentalyn, la sensazione di prurito è praticamente uguale a zero. Parrebbe un prurito che insorge maggiormente nelle ore serali, ad esempio prima di dormire, anche se di questo non ne sono molto sicuro. I dermatologi mi hanno consigliato di mettere, al termine delle terapie col Gentalyn, una crema idratante, Cetaphil, sulle lesioni, che però non sembra risolvere. Guardando molto attentamente da vicino con una lente di ingrandimento le singole chiazze rosse, sembrano costituite tutte da tante mini-vescicolette rosse/sierose molto vicine una all'altra.
[#3] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
La valutazione spetta al dermatologo, non applichi più nulla e faccia il dermatologo potrà valutare serenamente le lesioni ed escludere in primisi fra le diverse ipotesi anche una prurigo nodulare stress mediata, patologia piuttosto diffusa, ma solo orientativamente citata nel computo delle possibilità

Saluti
[#4] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottoressa. Sì, d'accordo, non metterò più neanche la crema idratante Cetaphil, in attesa della visita dermatologica che avrò fra qualche giorno, a maggio. Per quanto riguarda la prurigo nodularis, forse è una patologia troppo eccessiva per il mio caso, anche perchè leggendo su Internet e guardando le foto, ho visto che si tratta di una malattia che fa venire delle bolle (tantissime bolle), dei ponfi, dei noduli più o meno grossi, mentre invece io non ho delle bolle ma invece delle chiazze arrossate/sierose piane (12 chiazze rosse), non a rilievo sulla pelle, pruriginose. Il mio sembrerebbe più che altro un eczema, magari disidrosico, e impetiginizzato forse perchè mi gratto molto. La cosa che non mi spiego in merito alla impetiginizzazione di queste lesioni/chiazze, è la seguente: se c'è l'impetiginizzazione significa che c'è una infezione delle lesioni da parte dello streptococco, e questa cosa potrebbe essere plausibile nel caso delle chiazze rosse che ho sugli avambracci, sulla spalla, sul braccio e sulla areola del capezzolo, essendo magari dovuto al fatto che io mi faccio la doccia non proprio tutti i giorni ma una volta ogni 2-3 giorni, MA INVECE come è possibile che si infettano/impetigizzano anche le chiazze che ho sul dorso delle mani destra e sinistra, visto che durante la giornata io mi lavo le mani col sapone fino a 4-5 volte al giorno? Possibile che le chiazze sul dorso delle mani des e sin si impetigizzano lo stesso, nonostante le mie mani siano sempre molto pulite durante la giornata? E' questa la cosa strana.
[#5] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
Ben trovata Dott.ssa Suetti. Sono andato oggi da un nuovo dermatologo a farmi visitare. Il responso è il seguente: "eczema di natura da determinare, probabilmente nummulare oppure da allergia". Secondo lui, tutte queste 12 chiazze rosse pruriginose/sierose/crostose sono determinate da questo eczema, e probabilmente c'è anche impetiginizzazione/infezione di tutte queste 12 chiazze eczematose perchè mi gratto molto. Riguardo la cosa strana del fatto che si impetiginizzano/infettano anche le chiazze eczematose che ho sul dorso delle mani des e sin, nonostante io mi lavi le mani 4-5 volte al giorno con un comune detergente liquido "antibatterico" per le mani, lui ha detto che è una cosa possibile, perchè i comuni detergenti anitbatterici per le mani possono spesso avere un effetto limitato e non garantito al 100%, e quindi quando mi gratto con le unghie trasporto lo stesso sull'eczema i batteri streptococchi infettanti. Terapia: 6 giorni di applicazione con Advantan sulle chiazze una volta al giorno, e poi 3 settimane di applicazione con Advantan due volte alla settimana; inoltre, crema idratante Cetaphil da applicare su tutto il corpo (non solo sulle chiazze arrossate) per un periodo di tempo indeterminato e tutti i giorni (ahimè, aiuto!!!!!), perchè lui dice che la mia pelle è molto delicata e ha bisogno di protezione, e inoltre dice che spesso ci sono delle forme di eczemi che diventano cronici e che sono destinati a non guarire mai per tutta la vita (aiuto!), per cui secondo lui è bene proteggere la mia cute con Cetaphil. Infine, mi ha prescritto "patch test standard" e "prick test per sostanze alimentari" per capire se io sia diventato allergico a qualche cosa che mi abbia fatto venire l'eczema. Io per adesso, con certezza, so solo che sono molto allergico al cloro che sta nell'acqua delle piscine per disinfettarle: quel cloro lì mi fa venire sempre una congiuntivite terribile quando vado in piscina, e a volte mi fa venire addirittura degli arrossamenti temporanei sulla pelle. Vedremo. Grazie Dott.ssa.