Utente 536XXX
Egregi Dottori,

Mio marito a metà gennaio ha subìto un trapianto di rene che è riuscito. Insieme alla terapia antirigetto, prende anche del cortisone. A cosa serve precisamente? Dovrà prenderlo per sempre insieme alla terapia antirigetto?
Grazie!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Il cortisone fa parte dei farmaci immunosoppressivi, ed è ancora molto usato dopo il trapianto renale.

Serve, appunto, a prevenire il rigetto acuto.

Esistono vari schemi immunosoppressivi che prevedono una sospensione del cortisone, a tempi più o meno variabili dopo il trapianto. Ciò dipende dal rischio immunologico di avere un rigetto, dalle comorbidità preesistenti al trapianto, da eventuali complicanze legate all'uso dello steroide.
Ne parli con i suoi medici.

Saluti