Utente 390XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni. Da più di un anno, ma non in maniera costante, mi si presenta un problema al pene e ai capezzoli.
Sul pene si nota che, soprattutto durante un'erezione, la pelle di squama, mentre sul glande è molto secca ed è presente un lieve prurito.
Sui capezzoli invece la pelle si squama e il prurito è maggiore. Io cerco di non irritare di più la zona perchè altrimenti da sotto la pelle fuoriescono
delle goccioline di acqua.
Questo problema è nato dopo che ho utilizzato un sapone intimo. Il mio medico mi ha prescritto di utilizzare sempre saponi neutri.
Io ho seguito questa indicazione ma, ora il problema mi si è ripresentato.
Devo specificare che la pelle secca, che si squama e fa prurito ce l'ho anche su entrambe le mani tra le dita.
Cosa può essere??
Chiedo scusa se in alcuni punti sono poco preciso nella descrizione.
Grazie per il Vostro supporto.
Distinti Saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
ciò che lei descrive sono degli eczemi, tali diagnosi ovviamente non è vincolante vista la sede telematica.
Le consiglio di rivolgersi ad un dermatologo della sua zona per accertare se alla base vi siano o meno delle allergie ed individuare la terapia più idonea.


Cordiali saluti

Dott.ssa Serena Mazzieri
[#2] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la risposta.
Volevo farLe presente che avevo già avuto una visita dermatologica per le mani e la risposta è stata che nemmeno il dermatologo sa che cosa è.
Comunque, dato che sono un ragazzo molto ansioso, avevo pensato che questi problemi alla pelle posso essere causati da stress o ansia.
Dato che frequento l'università e gli esami possono portare a questo tipo di stati d'animo.
[#3] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Normalmente sono poco propensa a dare colpa allo stress...diciamo che può essere un fattore scatenante o aggravante, ma non la causa.
[#4] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2007
Ma se ora uso sempre saponi neutro la causa potrebbe essere il contatto con gli indumenti intimi?? Il cotone crea allergie??
[#5] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Non è il cotone a creare allergie, ma ad esempio i coloranti usati. Attenzione soprattutto a quelli di colore nero.
Non utilizzi saponi neutri schiumogeni, ma basi lavanti o detergenti oleosi per evitare che la cute si secchi ulteriormente ed indossi solo maglieria intima di cotone bianco.
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

il suo caso, è senz'altro meritevole di una visita specialistica Dermatologica, nelle more di un'eczema "asteatosico", spia di molte situazioni: pertanto, senza ansie immotivate ma con molta fiducia (ed un pò di pazienza )le consiglio di abbandonare la ricerca ulteriore di suggerimenti (a mio avviso non determinanti vista la vastità di cause differenziali) via internet e di produrre la sua visita dermatologica, l'unica in grado di renderla sereno sulla sua condizione.

cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Ricercatore Dermatologo, ROMA
[#7] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dottore. Le volevo riferire che le mie due ultime visite mi hanno dato come risposta che è causata da un'allergia a qualche materiale. Il mio medico poi mi ha prescritto di applicare sulle zone interessate una crema a base di Gentamicina e Betametasone. Successivamente all'applicazione le zone sembravano tornare come prima ma il giorno dopo il problema riemergeva.
[#8] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
La crema da lei applicata contiene un cortisonico, è per questo che traeva beneficio nell'immediatezza per poi riavere il problema alla sospensione del topico.
Deve effettuare una visita specialistica dermatologica corredata eventualmente da patch test per appurare se alla base vi siano effettivamente delle sostanze a cui lei è allergico.


Cordiali saluti
[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Concordo.

La diagnosi di "Dermatite Allergica da Contatto" non può essere solo clinica:

Essa si effettua solo in un modo:

1) visita Specialistica dermatologica
2) PATCH TEST (Test del cerotto)

questa metodica strumentale, a lettura ritardata, non invasiva, ed altamente specifica e sensibile, rappresenta a tutt'oggi il modo migliore (ed universalmente riconisciuto) per la diagnosi di allergie cutanee.

Cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Ricercatore Dermatologo, ROMA
[#10] dopo  
Utente 390XXX

Iscritto dal 2007
Ho effettuato la visita dermatologica, spiegano che il problema mi è sorto dopo aver usato un sapone intimo.
Ora, dato che l'acqua qui è molto clorata, il dermatologo mi ha detto che potrebbe seccare molto la pelle e mi ha dato da utilizzare Ekoderm detergente.
[#11] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente se il problema dovesse non migliorare oppure anche recidivare, dopo guarigione, lo faccia presente senza timori al Dermatologo che la sta seguendo e vedrà che probabilmente le verranno prescritti i Patch test che sono gli unici esami, oltre naturalmente alla visita, che possono suggellare l'ipotesi(molto probabile) di dermatite allergica da contatto come ben detto dai Colleghi che mi hanno preceduto.
Cari Saluti