Utente 159XXX
BUONGIORNO,DA ORMAI CIRCA DUE MESI CHE QUOTIDIANAMENTE HO FEBBRE CHE SI AGGIRA SEMPRE E PERSISTE TRA I 37.0 ° E I 37.6°.
TUTTO E' COMINCIATO IN COINCIDENZA DI UNA LIEVE INFLUENZA CON RAFFREDDORE TOSSE E MAL DI GOLA.
TUTTI I GIORNI MI SVEGLIO E GIA LA TEMPERATURA E' SUPERIORE AI 37° E PERSISTE OSCILLANDO FINO APPUNTO AI 37.6° PER TUTTO IL GIORNO.
IL MEDICO DI BASE MI AH PRESCRITTO UNA SERIE DI ANALISI TRA CUI EMOCROMO COMPLETO CON FORMULA - VES - TAMPONE FARINGEO - TEST PER LA MONONUCLEOSI - CITOMEGALOVIRUS ECC. TUTTO NEGATIVO FATTA ECCEZIONE PER IL REUMA TEST CHE RIPORTAVA UN VALORE SUOERIORE ALLA NORMA ( 58 UI/ML) IL WAALER ROSE ANCH' ESSO PERO' NEGATIVO.

AVENDO QUALCHE DOLORE ALL' ALTEZZA DEL CUORE/POLMONI (PARTE SINISTRA) MI HA FATTO EFFETTUARE ANCHE UN RX TORACE IL CUI REFERTO E' IL SEGUENTE: NON EVIDENTI AREE DI ADDENSAMENTO PARENCHIMALE NE VERSAMENTI LIBERI NELLE CAVITA' PLEURICHE.
LIEVE ACCENTUAZIONE BILATERALE DELLA TRAMA SOPRATTUTTO IN SEDE PERILARE OMBRA CARDIO - MEDIASTINICA NEI LIMITI.
PREMETTO DI ESSERE UNA FUMATRICE E IL MEDICO INFATTI MI HA DETTO CHE IN RIFERIMENTO A TALE RISULTATO DEVO SMETTERE DI FUMARE.
HA DISTANZA DI UN MESE DALLE ANALISI IO PERO' CONTINUO AD AVERE SEMPRE QUESTA TEMPERATURA RIALZATA CHE MI PROVOCA FORTE SENSO DI SPOSSATEZZA E LA PARTE SINISTRA E' SEMPRE DOLORANTE IRRADIATA ORA A COMPRENDERE IL SENO.
ALTRI SINTOMI EVIDENTI NON NE HO TRANNE UN EPISODIO DI OTITE MOLTO FORTE CURATO CON ANTIBIOTICO PANACEF.
LE ORECCHIE IN EFFETTI OLTRE AL SENO ANCORA MI DANNO FASTIDIO ,SENTO INFATTI DEL CATARRO PERSISTENTE QUANDO SBADIGLIO E A VOLTE HO DELLE PICCOLE FITTE.

NON SO COME COMPORTARMI TANTO PIU' CHE IL MIO DOTTORE SARA' FUORI STUDIO PER PROBLEMI DI SALUTE PER CIRCA 3 MESI E LA SOSTITUTA NON E' STATA IN GRADO NEPPURE DI INTERPRETARMI ALCUNE ANALISI (HO DOVUTO FARLE VERIFICARE AD UN AMICO DI FAMIGLIA MEDICO IN QUALITA' DI FAVORE) E MI HA DETTO DI USARE IL TANTUM ROSA PER DEI GARGARISMI IN GOLA!!!!!!!!.

GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
ripeterei il Torace (il cui referto sembrerebbe essere normale eccetto che per i segni di una cronica irritazione da fumo) e aggiungerei un Rx Ortopanoramica per cercare un focolaio da granuloma apicale. Aggiungerei, forse, un'Ecografia dell'addome, una PCR e di nuovo un emocromo; inoltre ripeterei la ricerca del CMV e della Mononucleosi. In Italia queste ultime le si cerca spesso con troppa precipitazione prima che ci sia il tempo di positivizzarsi (ci impiegano circa 3 mesi).

Pur non essendo in grado di valutare da lontano le Sue condizioni faringee senza una visita, Le faccio notare che la stragrande maggioranza delle faringiti sono virali e, probabilmente, anche io avrei semplicemente prescritto antiinfiammatori e gargarismi piuttsto che antibiotici senza reale necessità, in specie ad un soggetto fumatore, le cui vie aeree sono di solito costantemente irritate per motivi chimici e fisici piuttosto che infettivi.

Il consiglio di smettere di fumare è ottimo, a prescindere da qualsiasi condizione morbosa intercorrente.