Utente 204XXX
Mio padre di anni 71 è stato riconosciuto affetto da: poliartrite cronica primaria a carico di ambo le mani nonchè dei polsi, severo impegno rizartrosico bilaterale soprattutto a sx, con produzioni contromatosiche para-articolari e sublussazioni e deformazioni; riduzione del tono calcico distrettuale.
L'ortopedico avrebbe consigliato l'intervento chirurgico e l'applicazione di protesi per ambo le mani.
Volevo chiarimenti in merito ed in particolare se è consigliato l'intervento chirurgico.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

andrebbe valtato il quadro clinico e radiografico per poterle dare una risposta attendibile.

Se i disturbi non sono gestibili dalle terapie mediche (per la poliartrite) e i tutori per i pollici (diurni e notturni, statici e dinamici) non danno più risultati accettabili, presumo che l'unica cosa sia passare all'intervento.

Poi, la scelta tra protesi o altro, va fatta sulla base di età, attività lavorativa, esigenze funzionali, grado di compromissione delle singole articolazioni.

Cordiali saluti.