Utente 165XXX
buonasera, da novembre scorso ho iniziato una terapia antidepressiva basata sul cymbalta da 60mg la mattina lamictal da 25mg e xanax 1mg a rilascio prolungato la sera.sto molto meglio anche perchè ho associato a questa terapia la psicoterapia.lo specialista che mi ha prescritto i farmaci mi ha detto che da metà maggio dobbiamo lentamente abbassare i dosaggi.io speravo prima perchè non voglio più assumere farmaci visto che non lo ho mai fatto prima di novembre.ho paura degli effetti collaterali dei bugiardini di questi farmaci.finora nessun effetto però la terapia qualche altro mese dovrà durare.una terapia di 9 mesi può dare disturbi irreversibili? so di terapie che durano anni.durante questi mesi non ho bevuto alcolici neanche un bicchiere di vino ad esempio per evitare effetti indesiderati con l'assunzione dei farmaci.in poche parole io non ho mai preso farmaci e quando li prendo mi dà fastidio pensando agli effetti negativi che potrebbero dare.
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
LAsci stare i bugiardini. La legge in Italia è tale per cui sui bugiardini non devono essere riportati gli effetti legati al farmaco ma TUTTI gli effetti collaterali riscontrati, senza necessità di rapporto causa-effetto. LE terapie antidepressive devono essere lunghe (e 6 mesi è forse anche appena appena sufficiente se si tratta del primo episodio e se il farmaco ha agito immediatamente).
[#2] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
nel caso le fosse stata prescritta la terapia per la cura della depressione tenga presente che i protocolli terapeutici prevedono che nel caso di un primo episodio depressivo la terapia va protratta a dosaggi adeguati per un anno al fine di evitare ricadute;dopo 12 mesi si può pensare a diminuire i dosaggi ma è consigliabile non farlo prima