Utente 214XXX
Buongiorno
sono un uono di 43 anni e nel 2004 sono stato sottoposto ad un intrevento cardiaco per la riparazione della valvola mitralica dovuto ad un prolasso di grado severo, esito dell' intervento tutto ok, ogni anno faccio visita di controllo con eco color doppler cardiaco, ECG e visita, l' ultimo controllo risale a marzo 2011 tutto bene anzi il cardiologo mi ha detto che posso fare anche il controllo tra un paio di anni, soffro di reflusso gastrico con piccola ernia iatale.
Ultimamente soffro di dolori alllo sterno non forti e solo durante il giorno spesso il dolore è sulla parte sinistra altezza costole e se prendo pesi, se mi fermo o mi metto in certe posizioni si riducono molto, alla notte dormo benissimo, non sudo e non ho altri sintomi, capita anche che digerisco e il dolore passa. il medico mi ha detto che possono essere dolori ossei o nervi compreso il reflusso, di prendere tachipirina 1000 per qualche giorno e se non passa di fare una lastra toracica. mi ha detto che esclude problemi relativi al cuore o alle coronarie.

Vorrei chiedervi se tali sintomi possono essere campanelli di allarme x cuore o coronarie oppure posso stare stranquillo e pensare piu a problemi legati a ossa, nervi e reflusso

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I disturbi che lei riferisce sono tipicamente da mettersi in relazione la reflusso gastri esofageo...che non migliora certamente con gli antinfiammatori come il paracetamolo...
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2004
Grazie della sua gentile risposta.
Effettivamente dovrò fare una cura a base di "lucen".

Ma mi incuriosce come mai il reflusso vada a dare dolori allo sterno e affaticamento, mi potrebbe spiegare tale sintomi ?

e poi come si differenzia un problema da reflusso gastrico ad un problema cardiaco tipo ischemia ???

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
A volte la diagnosi non e' facile, ma il fatto, come lei stesso scrive, che tali dolori siano variab ili con la posizione o migliorino "se digerisce" come dice lei, mi porta a pensare ad altre cause che non carfiache.
Ovviamente se avesse altri fattori di rischio quali la familiarita' per infarto, ipercolesterolemia o peggio ancora se fumasse, le conviene eseguire un test da sforzo.
Cordialmente
cecchini
[#4] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2004
Buongiorno

Vorrei aggiornare la mia situazione, perchè ho ancora questi fastidi allo sterno.
Ho fatto visita cardiologica di controllo con elettrocardiogramma ed è ok.
Lastra toracica Rx con il seguente esito:
Campi polmonari ben espansi,normotrasparenti
Ombre ilari e cardiovascolari nei limiti
Emidiaframmi liberi, seni cstofrenici pervi

sembra tutto ok.

settimana proxima andrò a fare ecg da sforzo altro non saprei dove indirizzarmi per tali dolori...

che altri esami potrei fare ?
Da un RX toracico si può anche vedere le condizioni generali del cuore e delle arterie ?

Grazie, saluti