Utente 204XXX
soffro di questo problema da più di 2 anni e non riesco a risolverlo nonostante, ci tengo a precisarlo, esegua una spasmodica cura dell'igiene orale lavando i denti ad ogni pasto o spuntino (quando possibile) passando il filo interdentale una volta al giorno e utilizzando regolarmente un pulisci lingua ma senza risultati. Ultimamente ho provato a modificare anche l'alimentazione introducendo più frutta e verdura e uno yogurt al mattino, ma senza nessun effetto.
Da precisare inoltre che ho 21 anni faccio visite periodiche dal dentista, non soffro di nessun disturbo e non prendo medicinali.
Ho notato che sulla lingua specialmente nel terzo posteriore ho sempre una patina biancastra, anche dopo opportuna pulizia con pulisci lingua, non è mai perfettamente rosa.Questo mi ha portato ad effettuare un tampone linguale per rilevare l'eventuale presenza di colonie patogene. Così sono state trovate diverse colonie di "granulicatella elegans" l'analista ha detto che è una variante dello streptococco. A questo punto vi chiedo se possa essere ricondotta a questo germe la causa del mio disturbo e quale possa essere un'eventuale terapia. Se ho mancato qualche spiegazione vi prego di non esitare a domandare maggiori informazioni
grazie
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente è stato molto dettagliato nella sua spiegazione ,ma sarebbe utile precisare se i controlli odontoiatrici che esegue periodicamente sono poi associati anche a sedute di igiene professionale.
Il motivo è che nonostante la nostra attenzione ci sono zone difficilmente raggiungibili con lo spazzolino, zone trattabili come dicevo con l'aiuto del dentista.












[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Non ho mai eseguito una pulizia dei denti se è questo che intende, ma non mi è neanche mai stata consigliata e non ho problemi di carie dentarie. Comunque qualora potesse servire sarei lieto di farla; tuttavia mi preme sapere quale possa essere la eventuale cura contro questo battereo.
Ovviamente non ne ho mai parlato con nessun medico prima(anche il tampone linguale è stato eseguito di mia iniziativa) per una certa vergogna che provo nel parlare di certi argomenti, quindi le sarei più che lieto se riuscisse ad aiutarmi a risolvere questo imbarazzante problema.
Ancora grazie
[#3] dopo  
Dr. Lorenzo Ricapito
24% attività
4% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
solitamente una seduta all'anno di igiene orale con conseguente visita accurata di controllo di tutto il cavo orale sarebbe buona norma consigliarla a tutti. Quindi direi che potrebbe pianificarla, magari con adeguata preparazione con collutorio alla clorexidina allo 0.12% da 10-15 giorni prima della seduta o, comunque, seguendo il parere di chi la dovrà trattare. Dopodichè potrà valutare se ci fossero o meno cambiamenti per quel che riguarda l'alitosi e la patina sulla lingua.
Sarebbe anche buona norma, se già non lo facesse, non utilizzare i coprispazzolino o le custodie per spazzolini: costituiscono un ottimo terreno di coltura batterica con conseguente inquinamento del cavo orale ogni qualvolta si esegue lo spazzolamento.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio anticipatamente per l'interessamento.
L'ultima cosa che sarei lieto di sapere è se queste colonie batteriche di "granulicatella elegans" possano essere considerate come una delle cause della mia affezione
grazie
[#5] dopo  
Dr. Luciano Cosma
32% attività
0% attualità
12% socialità
AVETRANA (TA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
può essere, controlli anche l'esofago e lo stomaco, non si sa mai.
[#6] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Un ringraziamento anticipato a tutti i medici che si sono interessati alla mia questione.

Venerdì e sabato pomeriggio di mia iniziativa ho effettuato uno sciacquo con acqua ossigenata al 3% per una 30ina di secondi dopo ho sciacquato ripetutamente la bocca. Gli effetti sono stati immediat, per tutto il week-end non ho sofferto del disturbo; oggi lunedì 2 maggio verso pomeriggio si accenna un lievissimo ritorno. anche se la lingua non ha variato la sua colorazione da venerdì ad oggi che è rimasta biancastra.
Gli sciacqui non li ho ripetuti per l'aggressività del trattamento. Credo di aver trovato la causa del disturbo nel battereo "granulicatella elegans", quindi a breve ho intenzione di comprare un colluttorio alla clorexidina e di utilizzarlo per una 15ina di giorni.

Sarei lieto di sapere se sia giusto il protocollo terapeutico che mi accingo ad effettuare e magari il numero di sciacqui giornalieri e se ci sia il bisogno di integrarli con fermenti lattici o farmaci probiotici; comunque da venerdì ad oggi ho aggiunto nell'alimentazione uno yogurt giornaliero e continuerò per tutta la durata del trattamento

PS:Ho avuto l'arditezza di proporre questo abbozzo terapeutico solamente perche studio medicina
GRAZIE
[#7] dopo  
Dr. Lorenzo Ricapito
24% attività
4% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
il collutorio alla clorexidina va utilizzato due volte al giorno, preferibilmente mattina e sera, assolutamente dopo aver spazzolato, senza diluire il prodotto ed evitando di risciacquare con acqua dopo l'utilizzo (per mezz'ora non bisogna bere o mangiare).
Per quanto riguarda la concentrazione, per i primi 15 giorni potrebbe utilizzare un collutorio allo 0,20%; successivamente allo 0,12% per 30 giorni; infine uno allo 0,05% con aggiunta di fluoro per tutto il tempo che vorrà.
Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la terapia che mi ha consigliato.

Ho eseguito fino ad oggi 11 giorni di sciacqui con clorexidina allo 0,20 e 5 giorni con clorexidina 0.12 seguendo minuziosamente quanto mi ha detto, i risultati sono stati ottimi,facendo scomparire l'alitosi per tutta la giornata, alcune volte è capitato che un lievissimo accenno si mostrasse nelle ore prima dello sciacquo serale.
Oggi 22/05 dopo il sedicesimo giorno di trattamento è comparsa una colorazione a macchie verdastre sulla lingua e da qualche giorno la punta è un po' irritata con una riduzione del gusto del salato, anche se l'alito resta sempre e comunque pulito.
Vorrei sapere se c'è o meno da preoccuparsi e se sia necessaria una sospensione del trattamento( da me non molto gradita perchè chissà come ero riuscito ad ottenere qualche buon risultato)
Un ringraziamento sentito a tutti i collaboratori del sito.
[#9] dopo  
Dr. Lorenzo Ricapito
24% attività
4% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
non c'è da preoccuparsi, non sospenda il trattamento (il miglior responso ad un trattamento è la scomparsa del disturbo, specie se era in atto da molto tempo!), lo completi pure e vedrà che tornerà tutto nella norma(scompariranno macchie, colorazione e alterazione del gusto)quando arriverà ad usare il collutorio di mantenimento, dopo qualche settimana dal suo utilizzo.
Cordiali saluti.