Utente 204XXX
Buon giorno a tutti i gentili Dott.ri. Mio padre, martedì 19/04/2011, poco più di una settimana fa, ha subito un trauma al viso, e specificatamente sull'occhio e zigomo sx. Portato immediatamente al pronto soccorso, è stato sottoposto a TAC, la quale ha riscontrato una piccola frattura allo zigomo, ed un'abrasione alla cornea (per quest'ultima l'oculista ha verificato che la lesione si rimarginerà senza intervento di alcun tipo, ma solo con farmaci e gocce).
I medici dell'ospedale dove è stato ricoverato lo hanno mandato ad una visita dal medico maxillo facciale, il quale aveva refertato che la frattura non era chirurgica, ammenochè nella successiva visita dall'oculista non avesse avuto problemi di diplopia, cosa che in effetti questa mattina l'oculista stesso ha riscontrato.
Pertanto, domani dovrebbe nuovamente essere visitato da un medico maxillo facciale(non so se direttamente per l’intervento o solo per un’ulteriore visita) per la ricostruzione della parte di osso danneggiato.
Vorrei sapere, quanto meno in linea generale, quale può essere la gravità del danno, il tipo di intervento a cui dovrà sottoporsi, eventualmente la durata della degenza, ed, in particolare, se ci saranno ripercussioni permanenti per quanto concerne il recupero della normale attività dell'occhio.
Vi ringrazio anticipatamente per le risposte che vorrete darmi, Mirko.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carmine Taglialatela Scafati
24% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Mirko, la frattura dllo zigomo si opera per due motivi fondamentali: disturbi funzionali e/o disturbi estetici. Se il collega chirurgo maxillo facciale non ha previsto una terapia chirurgica, probabilmente è perchè non ha ravvisato nè l'uno nè l'altro disturbo.Pe quanto riguarda la leggera diplopia che ha trovato il collega oculista, bisogna capirne la causa. Se la causa è dovuta ad erniazione (spostamento/espulsione) di grasso o di muscolo peibulbare attraverso una frattura del pavimento con incarceramento, allora è indicata la chirurgia. In questo caso la cosa sarebbe stata evidente alla TC delle orbite che gli è stata praticata. Se invece la diplopia è dovuta a semplice edema peribulbare postraumatico, la cosa dovrebbe scemare con una semplice terapia antinfiammatoria (possibilmente cortisonica), nel giro di una diecina di giorni.
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la gentile, completa e celere risposta, Mriko