Utente 203XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 29 anni. Circa 5 anni fa sono stati diagnosticati condilomi acuminati al mio partner. Non del tutto convinti della diagnosi abbiamo chiesto consulto ad un altro dermatologo. Lui sosteneva che in effetti la sede era strana (asta del pene) e che la modalità d'insorgenza era altrettanto strana. In pratica in contemporanea all'eruzione peniena, il mio ragazzo si era totalmente riempito di verruche anche sui dorsi delle mani. Ha iniziato la terapia con aldara e dopo 3 o 4 mesi le verruche sono scomparse sia dalle mani, sia dal pene.( la crema la usava solo sui condilomi del pene) Io, per sicurezza, feci una colposcopia che risultò negativa. Qualche mese fa, dopo una sua gastroenterite, l'unico "condiloma" che non se ne era mai del tutto andato, ha aumentato le dimensioni. Il mio ragazzo ha rifatto la visita dermatologica e dopo un altro ciclo d'aldara inefficace ha optato per la rimozione chirurgica. In contemporanea io ho eseguito l'hpv test per la tipizzazione del genoma. Insomma ancora una volta totalmente negativo. Dunque io mi chiedo, essendo che da anni io e il mio ragazzo abbiamo rapporti completi non protetti (tranne nei periodi in cui i condilomi erano più evidenti) è possibile che io non abbia mai preso l'infezione (il mio sistema immunitario è esageratemente efficiente!!!)? Oppure è possibile che i suoi in effetti non fossero condilomi acuminati?? e in tal caso di cosa si poteva trattare?
abbiamo anche entrambi eseguito i test sierologici per altre malattie veneree e sono risultati sempre negativi.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

alcune osservazioni:


1. la sede gentiale dell'uomo e della donna (compresa quindi l'asta del pene) è quella ELETTIVA per la formazione di condilomi

2. le verruche volgari e i condilomi sono causati da diversi ceppi dello stesso virus (HPV)

3. in caso di manifestazioni diffuse, resistenti, recidivanti e multiple di "malattia da HPV" è bene studiare il sistema immunologico cellulo mediato

4. non possiamo certo fare diagnosi a distanza o ipotizzarne alcuna

5. si è possibile che un paziente esposto ai condilomi del partner sessuale non li contragga

saluti
[#2] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
Grazie della risposta, noi, si credeva che le sedi preferenziali d'insorgenza fossero il glande e il solco belanoprepuziale!!
Comunque, quindi il fatto che io sia negativa, non esclude una sua positività?? Nemmeno post risultato, giunto ieri, di hpv dna negativo?'
Già che ci sono mi permetto anche di chiederle se l'esame che ho fatto è sufficiente o se mi consiglia di effettuare un'altra colposcopia
distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si non lo esclude, il videat venereologico è molto utile in questi casi da associare al PAP test e alla colposcopia ginecologica, anche se le donne difficilmente si recano dal dermatologo-venereologo per queste problematiche.

saluti