Utente 204XXX
In un intervento di Le Fort 1 si procede alla down fracture durante questa manovra si verifica una frattura anomala delle ossa palatine con parziale lacerazione della mucosa del palato molle,senza sanguinamento delle arterie palatine,leggermente costrette nel canale osseo palatino,si riposizionano i frammenti ossei e si sutura la lacerazione della mucosa palatina con punti non a pressione.a distanza di un mese si ha la totale necrosi del mascellare superiore .quale puo' essere stata la causa di questa frattura anomala, si poteva salvare la mascella superiore, ci sono casi simili a questo e come si e'intervenuti?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
quanto riportato sembrerebbe parte della descrizione di un intervento chirurgico.
In letteratura sono descritte diverse complicanze, anche gravi, immediate e tardive di osteotomie mascellari, sia a livello osseo che dei tessuti molli, che vascolari.
Con dati così limitati, in assenza di documentazione clinica, è impossibile rispondere ai Suoi quesiti.
CDordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Carmine Taglialatela Scafati
24% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Sono d'accordo con il dott. Miotti: i dati sono insufficienti per capire qualcosa. La complicanza intraoperatoria (frattura anomala delle ossa palatine) e quella postopperatoria (necrosi completa del mascellare), mi sembrano strane e singolari.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Servili
28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Concordo con Carmine anche a me sembra molto strano il tutto.Forse c'e' stato un problema a livello della mascellare?
[#4] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno
si e'la descrizione della relazione scritta del primario che operandomi mi ha cambiato la vita,lo stesso per altre due volte e' intervenuto per cercare di farmi recuperare il mascellare , nel secondo intervento con incisione di osso alveolare e di gengiva ,rimozione di mezzi di fissazione interna delle ossa facciali,asportazione di lesione e tessuto della gengiva ,riparazione plastica della bocca,rimozione apparecchio ortodontico inferiore .
durante tutta la degenza e'seguito ciclo di ossigenoterapia con evidente scarso risultato l esame angiografico riporta che l arteria infraorbitaria presenta modesto assottigliamento di alcuni rami naso palatini postero superiormente all' osteoteomia ,si apprezza area scarsamente vascolarizzata in corrispondenza della meta' di destra dell arcata alveolare superiore con mancata visualizzazione della corrispondente arcata arteriosa alveolare(a.palatina maggiore) si segnala inoltre un accentuato blush parenchimale (sostenuto soprattutto dall arterie palatina discendente)in corrispondenza del limite postero superiore dell arcata alveolare e dell area avascolare descritta. a sinistra non si dimostrano significative alterazioni a carico dell arteia carotide esterna e dei suoi rami. nel terzo intervento .il mascellare viene collocato nella posizione iniziale anzi arretrato di qualche millimetro in modo d avere i massimi contatti ossei con lo scheletro superiore vascolarizzato.nei punti di osso esposto vengono posizionate tre striscie di PRF preparate con Tissicul altre vengone posizionate lungo la linea osteotomica vestibolare e sulle superfici alveolari al fine di facilitare il presunto difficile attechimento del lembo mucoso e ci sarebbe altro ma mi fermo qui .ho portato l apparecchio ortodontico per 6 anni prima dell intervento premetto che non c era bisogno di tutto sto tempo per l allineamento dentale ho sempre avuto una buona dentatura ma con un progenismo di terza classe schelettrica.questi i tempi di alcuni ospedali che talvolta son gestiti da persone incapaci,ma per fortuna c 'e' ne sono altri di ospedali che riparano gli errori fatti. son gia' passati 5 mesi dall ultimo intervento precisamente il quarto dove si e' asportato il mascellare superiore necrotico e si e'ricostruito con lembo microvascolare osso prelevato dall ala iliaca ne seguiranno altri di interventi come potete immaginare.dovevo stare in ospedale 4 o al massimo 5 giorni e guarire in 40 giorni invece ci sono stato 60 giorni e i tempi di convalescenza saranno ancora lunghi ........chissa ' se si fosse fatto uno studio del caso diversamente se poteva succedere tutto cio' ,a quanto pare
eventi simili ne capitano pochi al mondo ......
cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
come già accennato in precedenza, ogni intervento chirurgico come anche ogni trattamento medico può essere gravato da complicanze, più o meno prevedibili anche da chirurghi esperti.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Andrea Servili
28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile signore,
come procede il decorso post operatorio?Dove e' stato trattato?

Saluti
[#7] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno Dr Andrea Servili
il post operatorio si e' reso piu' complicato del solito prima di quest ultimo intervento avevo perso circa 12 kg ero stato tenuto sottocontrollo da antibiotici e antidolorifici (iniezioni di morfina e suoi derivati)il mio fisico era gia' sofferente in una normale convalescenza sicuramente avrei tollerato maggiormente il dolore ha inciso anche il fattore emotivo la depressione non ha aiutato la guarigione .
i primi 3 mesi sono stati terribili con l espianto dell ala illiaca e del muscolo obbliquio non potevo camminare ed essendo sottopeso neache reggermi su con le stampelle ,i movimenti muscolari sono stati limitati ,una leggera ripresa muscolare c 'e'stata a partire dal quarto mese supportata da terapia fisiatrica molto blanda e di breve durata causa dolorabilita'nella zona trattata .
la nutrizione rimane ancora un handicap come si puo' immaginare , i cibi sottoforma di pure' e liquidi nutrienti mi hanno sostenuto per molto tempo ,in bocca ho ancora qualche lacerazione ma nulla in confronto al post intervento con la sensazione di avere una pallina da ping pong in bocca per un paio di mesi .A giorni saro' rioperato ci sono dei ritocchi da effettuere le faro sapere come e' andata .Arrivederci
[#8] dopo  
Dr. Andrea Servili
28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
mi faccia sapere attendo molto volentieri
[#9] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.