Utente 869XXX
Sono in partenza per un viaggio ad Amsterdam: in passato ho già preso l'aereo ed è stata un'esperienza traumatica per la mia fobia del volo. Poi mi è stato consigliare di assumere un ansiolitico, lo Xanax, ed in effetti le cose sono andate molto meglio.

Ora avevo intenzione di procedere all'assunzione anche prima di questo volo,ma dovendo arrivare ad Amsterdam,e ipotizzando la visita a qualche coffèè shop, mi sono sorti alcuni dubbi: immagino che l'interazione a breve termine fra l'ansiolitico in questione e sostanze come hashis o marijuana sia molto pericolosa, anche se le relative dosi sono minime (prenderò lo xanax solo prima del volo, e quanto ai coffèè shop la mia è più la curiosità di provare che altro).

Cosa mi potete dire in merito?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
a volte le curiosità portano a brutte sorprese
[#2] dopo  
Utente 869XXX

Iscritto dal 2005
Una risposta fortemente scientifica...
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
all'aspetto la risposta potrà sembrare "poco scientifica" ma nella realtà clinica è molto pragmatica;in sintesi i cannabinoidi, a maggior ragione il Tetraidrocannabinolo principio attivo principale,sono potenti psicofarmaci che non è prevedibile nel singolo soggetto che effetto possono dare,in alcuni casi possono slatentizzare disturbi psicopatologici come attacchi di panico e in alcuni casi anche disturbi psicotici acuti;ovviamente l'uso di cannabinoidi in associazione di altri psicofarmaci come benzodiazepine (xanax ed altri) e/o alcol può dare effetti di potenziamento non sempre prevedibili