Utente 204XXX
sono un ragazzo di 22 anni. ho da sempre eiaculato a gocce senza schizzi sperma molto denso ed appiccicoso . da un paio di anni ho notato una diminuizione della pressione di urinazione. a volte ho la sensazione di non svuotare completamente la vescica e nella fase terminale dell'urinazione l'urina scorre da sola senza che nemmeno ne avverta il passaggio. in passato mi è capitato di avere lo stimolo di urinare ad intervalli brevissimi riuscendo ad espellere pochissime goccie ma avevo 13 anni circa e col tempo questo aspetto è sparito. negli ultimi anni mi eccito con più difficoltà ma questo non ha influito nella mia vita sessuale tranne per alcuni episodi. raramente non sono riuscito a mantenere l erezione ma problemi di questo genere li avverto quando riprovo a fare l'amore a distanza di poco tempo ( anche dopo un ora ). una volta dopo averlo rifatto ho raggiunto l'orgasmo avendo perso qualche secondo prima totalmente l'erezione. non ero a conoscenza che eiaculare a goccie non è normale dopo aver fatto delle ricerche ho capito che tutti questi aspetti potrebbero essere correlati. farò immediatamente una visita urologica o andrologia. da quello che ho letto in rete mi sembra di avere una prostatite cronica ( anche se mi mancano i sintomi collegati al dolore). qual'è il vostro parere ? se fossi stato a conoscenza del fatto che si debba eiaculare a schizzi mi sarei attivato prima. ho paura di aver compromesso la mia fertilità. c è poca informazione in tal senso. cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,assieme al controllo andrologico,eseguirei uno spermiogramma.
Ci aggiorni in seguito.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la sua diagnosi telematica può anche essere vera ma solo seguendo il consiglio del collega Izzo potremo arrivare a fare una vera e precisa diagnosi della causa del suo problema.

Visto poi che ha già qualche informazione via internet se desidera avere ancora altre notizie più dettagliate su queste problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
vi ringrazio molto per avermi risposto. per quanto riguarda l'articolo devo dire che il mio stile di vita è gia abbastanza salutare. non fumo e non bevo cafe, raramente bibite gassate ed alcooliche. pratico tanto sport e non sono in sovrappeso. il vostro lavoro è prezioso. dovrestre collaborare maggiormente con le scuole. spero solo di non essermi accorto troppo tardi di questo problema. penso di non essere l'unico. in questo ambito c è poca informazione.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

tranquillo ed ora segua le indicazioni ricevute poi tutte le altre sue osservazioni sono per me corrette e condivisibili.

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
domani faccio la visita urologica. preventivamente mi sono munito di esami del sangue ed urine. ho alcuni valori anomali.
globuline gamma 10.30 < (12-22)
indice di katz 2 < (4-12)
rapporto alb/glob 1.75 > (1.10-1.60)
cosa ne pensate?
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Niente di significativo se non si considera in diretta il suo quadro clinico reale.
[#7] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
dalla visita la prostata risulta normale. la dottoressa ( urologa ) mi ha prescritto ecovescicale ed uroflussometria. la visita l ho sostenuta presso l ospedale di una citta vicina perche li i tempi di attesa erano minori. oggi quando mi sono presentato nel presidio ospedaliero del mio paese non mi hanno prenotato le analisi perchè dovevano essere prescritte dell'urologo di quel presidio... dicono che prima mi deve visitare lui. parlo di servizio pubblico. sono sconcertato
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

anche noi lo siamo!

Provi ad interpellare, a questo punto, la Direzione Sanitaria della Struttura che ha rifiutato la prenotazione delle indagini cliniche già indicate da uno specialista, anche se di un'altra Struttura Sanitaria.

Un cordiale saluto.

[#9] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille dottore. oggi sono pure andato dai carabinieri. volevo denunciare il fatto ma mi hanno dissuaso. domani andrò a lamentarmi.
cordiali saluti anke a lei
[#10] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
esito ecografia normale. reni vescica e prostata nella norma. uroflussometria :tracciato continuo, irregolare, con bassi valori di flusso massimo . resuduo post- minzione non significativo. ecco i valori :
flusso massimo 13 ml/s
flusso medio 8 ml/s
tempo al flusso massimo 24.6 s
tempo tra 5 e 95% 44.63 s
tempo di flusso 51.4 s
tempo di discesa 23.2 s
tempo di svuotamento 51.4 s
volume al flusso massimo 211 ml
volume vuotato 406 ml
flusso massimo corretto 0.6 ml.....
accelerazione 0.5 ml .....
domani faccio un altra visita urologica ma gia so che da questi esami non si evince nessuna causa. mi prescriveranno altri esami. chissà... temo il peggio
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tranquillo e non metta il carro davanti ai buoi, fatta la valutazione poi ci riaggiorni.
[#12] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
l urologa vista l ecografia normale e l uroflussometria anomala mi ha prescritto una uretrocistografia retrograda e minzionale. lei parla di una probabile stenosi. adesso cerco il centro per eseguirlo visto che quasi nessuno lo fa
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene , fatta la valutazione indicata poi ci riaggiorni, se lo desidera.
[#14] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
esegueta eretrocistografia retrograda e minzionale... dolorosissima.... si evince una stenosi uretrale. sapreste indicarmi dei centri in sicilia ?
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

informazioni così particolari e non di interesse generale hanno altre sedi in cui porle, anche nel nostro sito, comunque il primo consiglio che possiamo darle è quello di sentire ora in diretta il suo medico di fiducia.

Un cordiale saluto.
[#16] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
gentili dottori. vi aggiorno sulla mia vicenda. Dopo una uretrocistografia retrograda e minzionale ed esami vari, mesi fa mi venne diagnosticata una stenosi uretrale presso una struttura pubblica. in seguito mi sono recato da un urologo per una visita specialistica il quale mi prescrisse altri esami e sulla base dell'uretrocistografia anch'egli mi disse che si trattava di una stenosi, fissando l intervanto di uretrotomia interna presso la struttura privata dove lavora. il giorno dell'intervento dopo aver subito una anestesia spinale i medici tramite una uretrocistografia mi hanno detto che non ero da operare perchè non avevo nessuna stenosi uretrale ma una ipertrofia del labbro posteriore del collo vescicale. cosa ne pensate?
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Pensiamo che la valutazione radiologica in anestesia spinale ha molto probabilmente eliminato alcune contrazioni muscolari che simulavano un problema ostruttivo e di stenosi uretrale

Chieda ora un parere in diretta ai suoi urologi e radiologi; a proposito lei come sta?
[#18] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
fisicamente bene ma psicologicamente sono a pezzi perchè ho saputo che il farmaco che dovrò prendere a vita ( xatral 10 mg) causa impotenza. ho solo 22 anni ma mi sento vecchio dentro. mi sento perseguitato
[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le informazioni che ha ricevuto sul farmaco da lei indicato, sono scorrette.

Si segnalano, solo in alcuni casi, episodi di eiaculazione ritardata.

Senta o risenta ora, senza drammatizzare troppo la sua situazione clinica, un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.
[#20] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio dottore per tutto.
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi raccomando non drammatizzi!

Questo atteggiamento è un importante fattore di ansia e di stress che complica tutti i problemi che si hanno e non li risolvono mai!
[#22] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
buona sera dottore... è da qualche mese che avverto dei fastidi... in genere sono molto nervoso, in passato mi vibrava sempre la palpebra ma da un un po di tempo avverto vibrazioni che non riesco bene a localizzare, sembrano trovarsi tra il retto e i testicoli. da quando assumo lo Xatral la vibrazione si è leggermente modificata, sembra più morbida ma per esempio oggi l ho avuta per parecchie ore. soffro di ipertrofia del collo vescucale. ma queste vibrazione a cosa possono essere dovute? la ringrazio
[#23] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lasci perdere il farmaco è molto probabile che le "vibrazioni" che lei sente siano legate ad una attività esagerata del sistema nervoso simpatico che può "scatenare" queste contrazioni involontarie della muscolatura.

Senta comunque in diretta ora il suo andrologo.
[#24] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
dottore mi scusi se la disturbo. A me hanno diagnosticato qualche mese fa una sclerosi del labbro posteriore del collo vescicale. Da circa 3 mesi prendo una pastiglia di xatral 10 mg al giorno. Ma i miglioramenti sono molto scarsi e soprattutto sono stati evidenti nelle prime settimane ma adesso mi sembra di regredire. ho anche fatto un altra visita urologica ma il medico senza aver nemmeno visionato il mio fascicolo di documenti mi ha subito parlato dell'operazione di " raschiamento" che ovviamente non vorrei eseguire per non precludere la possibilità di diventare padre. Esiste un altra cura che potrei provare oppure dovrei aumentare le dosi di xatral ? magari 3 compresse ogni 2 giorni. ? la ringrazio nuovamente , cordiali saluti
[#25] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da questa postazione senza una valutazione clinica diretta e senza prima essere sicuri della diagnosi che le è stata fatta, non è possibile darle precise indicazioni terapeutiche.

Risenta ora in diretta almeno il suo medico di fiducia.