Utente 204XXX
Buongiorno,

vorrei un consulto riguardante gli spermiogrammi di mio marito.

Premetto che stiamo cercando un bambino da circa sei mesi, io ho 30 anni ho fatto visite ed esami ormonali e alle ovaie e risulta tutto a posto. La ginecologa mi ha consigliato di vedere gli esami del marito prima di fare l'esame alle tube.

Mio marito e' andato da un andrologo che ha prescritto 2 spermiogrammi e un' eco a causa di un varicocele. Gli spermatogrammi sono stati fatti a distanza di tre settimane e questi sono i risultati (riassunti):


PRIMO SPERM
- 16 milioni per mL rif > 20 milioni
-totale 51 milioni
-pH 7.6
motilita totale 70%
grado di progressione 3.2 rif >2
forme normali 30%
-colore semi-opalescente

questo e' stato definito borderline


SECONDO SPERM
- 37 milioni/mL
-totale 147 milioni
-motilita totale 70% con 96 milioni mobili
-grado progressione 2.3
-pH 7.7
-forme normali 31%
-colore opalescente

Definito normale

Ha eseguito anche esami ormonali in cui risulta che il livello ti testosterone e' basso mentre LH FSH sono nei range ma l'andrologo ha detto che sono troppo bassi per la sua eta'.

L'andrologo ha sconsigliato l operazione per varicocele, ha consigliato un ulteriore spermatogramma tra un mese poi deciderà come procedere.
Il suo parere e' che, seppur nella norma, per la sua eta' (30 anni) dovrebbe avere circa 100 milioni/mL.

La mia domanda e' se con un esame del genere (il secondo) un gravidanza naturale e' possibile. Inoltre questo grado di progressione che non avevo mai letto negli esami in italia (noi abitiamo a New YorK) cosa significa?

Un ulteriore domanda: mio marito ha preso amoxicillina per 2 settimane circa 1 mese e mezzo prima del primo spermiogramma, a causa di una sinusite batterica che perdurava da circa 2 mesi, può essere la causa del risultato scarsino del primo esame?

Vi ringrazio in anticipo

Cordiali Saluti

F.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
1) i parametri del secondo spermiogramma rispettano pienamente le condizioni di normalità definite dal recente WHO 2010 ed ipoteticamente una gravidanza è possibile (chiaramente la feritlità è determinata dalla coppia e non dal singolo).

2)E' difficile stabilire se terapie antibiotiche, o infezioni possono causare alterazioni dello spermiogramma, comunque è bene eseguirne un terzo per conferma.