Utente 204XXX
Buongiorno,
pultroppo ho appena avuto un aborto spontaneo dopo ICSI.
Io però volevo chiederle un parere per quanto riguarda lo spermiogramma di mio marito in quanto volevamo capire se si aveva qualche possibilità di concepire naturalmente o se dobbiamo rifare ICSI. Dai miei esami io risulto sana (e forse la mia gravidanza inziata lo prova?).

L'esame di mio marito è il seguente:

Valutazione macroscopica:

quantità : 2,0 ml
aspetto: grigio opalescente
ph: 7,5
liquefazione: regolare

valutazione microscopica:

numero spermatozoi/ml: 58x106 (limite inferiore di riferimento*. 15x106)
spermatozoi totali: 116x106 (limite inferiore di riferimento*. 39x106)

Vitalità (colorazione vitale con Cosina): 96% vivi (limite inferiore di riferimento*: 58%)

Motilità

- Progressivi (PR): 56% (limite inferiore di riferimento*: per mobilità progressiva PR: 32%)
- non progressivi (NP): 6%
- mobilità totale (PR+NP). 62% (limite inferiore di riferimento*: per mobilità totale PR+NP: 40%)
- immobili (IM): 38%

Esame citologico

-Spermatozoi: forme normali 3% circa (valore di riferimento*: ≥ 4%). Prevalenti anomalie riscontrate: spermatozoi con testa amorfa, doppia o multipla.

-Cellule germinali immature: spermatidi in discreto numero

-Leucociti: granulociti neutrofili assenti

-altro: rari macrofagi e spermatofagi, detriti cellulari in abbondante quantità

anticorpi anti spermatozoi:
- Mar – test (IgG adese agli spermatozoi) : negativo


* valori di riferimento secondo le Linee Guida WHO 2010-10-25

Conclusioni:
lieve teratospermia

Venerdì prossimo ha una visita con l'andrologo..ma volevamo già avere un parere vostro se possibile.
Ringrazio anticipatamente per eventuale risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,in attesa della visita andrologica,posso ipotizzare che il ricorso alla ICSI sia stato settato dalla eta' matura,anche se ho delle perplessita' metodologiche...Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno,

Intanto la ringrazio per la sua risposta.

Non capisco però cosa intende dire quando dice che ha delle perplessità metodologiche. In che senso?

Io ho 36 anni e mio marito 33.

C'è da dire che era da più di un anno che ci stavamo provando senza risultati (si consideri che io sono molto irregolare e mio marito è via dal lunedì al ven, l'età avanza...ci era stato consigliato questa tecnica).

Lei cosa avrebbe consigliato nel nostro caso?

Cordiali saluti,
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non avrei mai consigliato una ICSI senza aver posto una diagnosi andrologica,basata su di una visita,esami ormonali,ecografici,genetici,di genomica molecolare etc..Devo intuire che il caso clinico sia stato gestito dalla sola figura del ginecologo...e' ,questo, un errore metodologico...Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Ok, la ringrazio ancora una volta.
Aspettermo la visita.

Cordiali saluti